Zenrico, o il suo clone?

Martedì 25 luglio ǀ Limonaia di Villa Strozzi  ǀ ore 21.30

Zenrico, o il suo clone?

monologo teatrale di Massimo Blaco ed Enrico Zoi
da un’idea di Enrico Zoi
con Massimo Blaco
violino Eleonora Lucchi
elaborazione scenica Massimo Blaco ed Eleonora Lucchi

‘Zenrico, o il suo clone?’ è un viaggio a tappe compresenti – spiegano gli Autori Massimo Blaco ed Enrico Zoi -.        È la storia di una vita che si specchia nel suo ambiente naturale e contemporaneamente nell’altro da sé. È la narrazione di un approdo attraverso stagioni all’inferno ed eccentriche visioni. È un percorso non obbligato verso un finale dalla drammatica tensione. È un itinerario tra la vita e la morte, esemplificate dalla presenza dell’essere/non essere più in voga nel mondo in questi ultimi anni, gli zombies. È un cammino letterario che tenta di calpestare e digerire più stili, linguaggi ed immagini, prosa e poesia, per cercare le domande, abbozzando alcune risposte e lasciandone altre nel vago. È un incontro di intelligenze e anime che, guidate dal caso e, talora, da comuni passioni, hanno pensato di salire insieme sullo stesso convoglio, un po’ come Francis, Peter e Jack, i tre fratelli Whitman del film di Wes Anderson ‘Il treno per il Darjeeling’. ‘Zenrico, o il suo clone?’ è quindi un monologo, un dialogo e un triangolo gettato in faccia agli spettatori e, contemporaneamente, sinuoso, mellifluo, delicato, ambiguo e traditore come una serpe. È un perenne work in progress che ogni volta nasce e rinasce diverso da sé. Come la vita”

ingresso €5

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone