La settimana di LIGHT – Il Giardino di Marte. Serate da ridere, aperitivo palestinese e cinema sotto le stelle

Arrivato alla sua terza stagione, lo spazio estivo di LIGHT – Il Giardino di Marte, (viale Manfredo Fanti), si presenta come spazio polivalente dove fare aperitivo, cenare e passare serate al fresco godendosi concerti, dj set o spettacoli dal vivo. Il Light è aperto tutta l’estate dalle 17:00 alle 01:00.

Lunedì 24 luglio ore 21: Una divertente serata per buttarsi alle spalle il primo giorno della settimana, in compagnia degli esilarante improvvisazione teatrale dei Menchi e circondati dalla delicata e bellissima atmosfera del Light. Il gruppo, nasce all’interno della compagnia WITBERRY che porta già da tempo in scena diversi formati originali ed inediti di spettacolo.

Lo show è ideato e costruito da Luca Bernardini, Gabriele Peparaio, Bianca Mecacci, Eleonora Gemmi, Andrea Paliotto, Niccolò dell’Aiuto, Marco Messeri, Angelo Narducci.

 

Martedì 25 luglio ore 20: Aperitivo Palestinese a base di falafel, hummus, mutabbal, mana’ish, con le ricette del libro “Pop Palestine. Viaggio nella cucina popolare palestinese” (Ed. Stampa Alternativa 2016).

A seguire proiezione del documentario “PALESTINE. SALAM CUISINE DA HEBRON A JENIN” alla presenza delle autrici Silvia Chiarantini e Alessandra Cinquemani (Palestina, Italia, 2015, 49’).

Quattro amici in viaggio, dal sud al nord della Palestina, alla scoperta delle tradizioni culinarie palestinesi: di casa in casa, nei laboratori di pasticceria, incontrando famosi chef e venditori ambulanti. Un documentario sorprendente, racconto di un viaggio e della tradizione gastronomica di un popolo, ma anche la narrazione di un’amicizia nata mangiando hummus e falafel, girando per colorati mercati e scambiandosi risate ed emozioni, a bordo dei gialli furgoncini che percorrono in largo e in lungo la Palestina. Saranno presenti le registe.

 

Mercoledì 26 luglio: Appuntamento con la musica live della Jam Session, in questo nuovo appuntamento a salire sul palco i “Segugi infernali del Purgatorio”.

 

Giovedì 27 luglio:  “Marcello, come here!”. “Adrianaaaaaaaa!”. “Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi…”. Queste, e altre 997 frasi, stanno nel libro “Faccio cose, vedo gente”, edito da Apice libri, che sarà protagonista della serata in compagnia dell’autore  Giovanni Bogani, critico cinematografico della “Nazione”, autore di vari saggi sul cinema.

Dopo aver visto migliaia di film per lavoro, ha deciso di raccogliere quelle che abitavano nella memoria sua, e in quella di molti spettatori.

La presentazione avverrà in forma di breve spettacolo, con l’interpretazione di alcune frasi del libro alternate da canzoni cantate dallo stesso Bogani. Che nel finale canterà la sua  “Tutte le parole del cinema”, il cui testo è un collage di citazioni cinematografiche.

 

Venerdì 28 luglio: Sul palco del Light, The Situation, una cover band fiorentina dall’anima pop e dal carattere rock,  formata da sei ladies innamorate della musica, della vita e dei sorrisi della gente.

La band nasce nell’ottobre 2015 per una scommessa azzardata che unisce l’esperienza della bassista Sere D’estate e della chitarrista Carolina Gritti all’orecchio e all’estro della batterista Sofia Quercetti. Nel 2016 la band si arricchisce grazie alle maestria di Alessia Fabbri alla tastiera e alla genialità abbagliante di Micol Barsanti al basso.

Ai loro sound si affidano le voci di Giulia Del Sere e Margherita Paroli. La scaletta comprende brani di Florence & the Machine, Blondie, The White Stripes, Amy Winehouse, The Clash, Cheap Trick, Robbie Williams, Daft Punk, Lady Gaga e altri artisti del panorama prevalentemente internazionale.

 

Sabato 29 luglio: Spazio alla musica in compagnia di Matteo Pompili a.k.a. Van Bombacci

 

Domenica 30 luglio : Al Light  va in scena il cinema gratuito sotto le stelle a cura del blog di cinema e letteratura “In fuga dalla bocciofila”. Da questa settimana la programmazione alternerà i film del regista  J.Jarmusch (Coffe and cigarettes, Ghost dog, etc) a film ambientati in giardini o parchi pubblici. Si parte con Dead man la pellicola di Jarmusch con Johnny Deep che racconta di William Blake, un giovane che va a cercare lavoro nel West. Uccide accidentalmente un uomo e inizia un percorso che lo porterà alla morte in compagnia di un americano che ha studiato in Inghilterra e pensa di trovarsi al fianco del poeta omonimo. Jim Jarmusch ci racconta un West rabbuiato e cupo con forti allucinazioni visive in un film molto lontano dalle sue opere precedenti, ma fortemente personale.

 

Informazioni

Light – il Giardino di Marte

Dalle ore 21.30 – Ingresso gratuito

V.le Manfredo Fanti, n.8 davanti alla curva Fiesole

Facebook

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone