Dal funky al rock americano, la settimana del Flower al Piazzale

Dal funky alla musica elettronica, passando per il rock puro e il roots americano: la settimana del Flower, il nuovo spazio dell’Estate Fiorentina al piazzale Michelangelo, è all’insegna della musica. Ogni sera una performance live a ingresso libero (inizio ore 21.30).

Si comincia stasera, lunedì 7 agosto, con Flower Power Groove, la rassegna ideata da Controradio a cura di Lucille Dj. Questa sera in consolle ci sarà proprio Lucille, per una selezione a tutto groove tra  soul, groovy e sonorità funky.

Federico Maremmi

Martedì 8 agosto il primo appuntamento della rassegna “Ed io tra voi”, a cura di Riccardo Ventrella, che porta al piazzale Michelangelo una serie di personaggi del mondo della musica, dello spettacolo e del teatro in una atmosfera intimista. Domani sarà la volta di Federico Maremmi, chitarrista tra i migliori in Italia, che si esibirà in “Il mare live kamikaze” con vari amici. Con una vasta competenza tecnica, che spazia anche nel terreno della fonica, Maremmi ha praticato una grande quantità di stili, dal rock puro al roots americano. Virtuoso con contenuto, è da sempre appassionato dei Pink Floyd e ha più volte collaborato con David Gilmour. È stato il chitarrista dei Mun Floyd, cover band del gruppo. Domani sera al Flower si esibirà in formazione con chitarra, basso e batteria.

Form Follows

Mercoledì 9 agosto, sempre per il ciclo Flower Power Live, sul palco del piazzale saliranno i Form Follows, un’altra band con le radici saldamente in toscana. Form Follows è un duo nato a Livorno nell’inverno 2016. Il progetto unisce sonorità acustiche al mondo della musica elettronica, attraverso la ricerca di suoni, campionamenti e sintesi digitale. Morfosi è l’album d’esordio del progetto, pubblicato ad aprile 2017 e finanziato dal progetto regionale “Toscana 100 Band”. Il disco contiene 9 brani che esprimono il concetto di cambiamento e di evoluzione. I Form Follows hanno suonato e collaborato con artisti come Demonology Hifi, Fricat, Leland Did It, Nularse e Massimo Ruberti.

Venerdì 11 agosto appuntamento con la nuova musica italiana, con Cucina Sonora in concerto. Il progetto Cucina Sonora nasce da un’idea di Pietro Spinelli, pianista di formazione classica attualmente residente a Berlino, dove frequenta la scuola di musica elettronica Dbs Music. Dopo il diploma al conservatorio, cerca nuove sperimentazioni sonore soprattutto nell’ambito dell’elettronica che è – de facto – il fulcro del progetto. Un connubio tra classico e moderno, tra analogico e digitale, una sorta di cantautorato dove le storie raccontate dai tasti del pianoforte sono servite su un letto di elettronica che avvolge e fonde classico e moderno. Cucina Sonora è stato scelto nel 2016 tra i vincitori di “Toscana 100 Band”, bando regionale che premia i migliori progetti musicali. Di recente pubblicazione per l’etichetta Toys For Kids, l’album d’esordio “Evasione”.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone