Dal jazz al blues, una settimana di concerti al Flower al Piazzale Michelangelo

Prosegue il cartellone di eventi nello spazio estivo con vista su Firenze, tra musica e talk show. Dal jazz al blues, artisti affermati e talenti emergenti in concerto al Flower. Dal jazz melodico ed elegante di Raffaele Casarano & Mirko Signorile al blues acustico di Fabrizio Berti, passando per i giovani talenti della musica made in Tuscany e la performance di No Woman No Die, che porta sul palco del Piazzale Michelangelo il meglio della scena musicale femminile toscana: la settimana del Flower, nuovo spazio dell’Estate Fiorentina, si accende di performance live. Ingresso libero, ore 21.30.

 

Martedì 22 agosto, per la rassegna Jazz Music Pool, l’appuntamento è con il duo Raffaele Casarano & Mirko Signorile, rispettivamente al sassofono e al pianoforte. Con l’uscita di “Medina” nel giugno 2015 – terzo sigillo nella collaborazione tra Raffaele Casarano e Tǔk Music – Raffaele Casarano non solo torna a firmare un disco denso di narrazioni e sfumature, melodico e ricco di svariate tessiture sonore, ma dona maggiore linfa e spazio creativo al duo con Mirko Signorile, che ha visto l’inizio ideale con il successo del precedente “Noè” (Tǔk Music, settembre 2013). Dopo anni di collaborazione nel quartetto Locomotive, i due si muovono adesso su equilibri perfetti ed efficaci e con un’intese musicale profonda, che non conosce quasi paragoni, tanto da rendere questa piccola formazione una delle più amate e richieste in Italia. La loro musica ripercorre ed enfatizza la “quiete”, la poetica e la profondità di “Noè” e le calde e vibranti sonorità di “Medina”, con la capacità di rinnovarsi ogni volta grazie a composizioni inedite e passaggi improvvisati. Un tessuto sonoro fatto di ombre, chiaroscuri, pause, atmosfere del sogno, capace di creare una dimensione intima e domestica, un sud ideale che resta sullo sfondo e di tanto in tanto torna a essere il protagonista assoluto. Sintonia indefinibile e musica semplice che incontra la bellezza emotiva di viaggi fatti in note che lasciano il segno. Viaggi leggeri, intrisi di sentimento e caratterizzati dalla curiosità di esplorare nuovi linguaggi e nuove idee.

 

Mercoledì 23 agosto tempo di Talk (radio) show e live acustic performance, in diretta su Controradio, con Fiore sul Vulcano, collettivo di musicisti attivo a Firenze che annovera al suo interno Francesco Mucè (Amarcord, vincitori del Premio Ernesto de Pascale nel Rock Contest 2015, grazie al quale sono stati ospiti dello studio di Luciano Ligabue, tra i selezionati del concerto del 1° Maggio a Roma e del progetto regionale Toscan100band), Michelangelo Goriupp (La Canaglia, tra i selezionati di Toscana100band ), Marco Carnesecchi (Silenzio è Sexy), Cosimo Lippi (Ex Mes Amis) e molti altri.

Giovedì 24 agosto No Woman No Die, la rete delle musiciste toscane, porta in scena “Come se non ci fosse un domani”. La scena musicale femminile toscana, dopo il fortunato concerto “Come se non ci fosse un domani” del 23 novembre 2016 in occasione della Giornata Contro la Violenza sulle Donne a Firenze, e quello al Teatro Rossi di Pisa l’8 aprile 2017, torna ad esibirsi per parlare dell’altra metà del cielo. Stavolta con uno sguardo disincantato, tra ironia e nevrosi dei nostri tempi. In versione semiacustica, si alterneranno sul palco, tra musica e parole, la critica sociale di Mago Santo di Alice Chiari & Ivo Minuti, l’impertinenza degli ScandaloSoBrio, la raffinata voce di Verdiana Raw.

Il progetto No Woman No Die, ideato e coordinato da Maria Paternostro degli ScandaloSoBrio, intende coinvolgere artiste del panorama musicale toscano, mescolando generi, esperienze, traiettorie per focalizzare l’attenzione sui diritti delle donne e sul variegato universo musicale femminile. Le artiste che aderiscono alla rete e condividono la scena sono: Diana Winter, Giorgia Del Mese, Betta Blues Society, Verdiana Raw, ScandaloSoBrio, Le Pazze sul Fiume, Melissa Ciaramella, Le Sonambula, Alice Chiari, Lisa Kant, Sara Rados, SKOM, The Cleopatras, Verdiana Raw.

Venerdì 25 agosto sarà la volta della giovane band (ma già nota a livello internazionale) Flame Parade. Il gruppo nasce nell’estate 2012, quando decide di trasferirsi temporaneamente in una casa colonica nella campagna toscana per suonare, sperimentare e dedicarsi alla comune passione per la musica new folk. Nel 2013 inizia una crescente attività live e registra il primo singolo As Above So Below che contiene la tracciaBerlin. Il singolo viene pubblicato dalla Materiali Sonori anche in formato 45 giri. Nel frattempo, i Flame Parade partecipano al RockContest dell’emittente fiorentina Controradio, accedendo alle fasi finali del concorso. La visibilità ottenuta permette ai Flame Parade di proseguire una sempre più intensa attività live che li porterà a esibirsi in contesti importanti sia italiani che esteri. Nel 2015 si esibiscono al MEI di Faenza, ottenendo un ottimo riscontro di pubblico. Nel 2016 si affermano nelle prime posizioni fra le band toscane sostenute dalla Regione nel progetto “100 band”. Il 15 ottobre 2016 esce in tutto il mondo il loro primo album “A New Home”, prodotto da Alberto Mariotti (Samuel Katarro, King of the Opera).

Domenica 27 agosto torna l’appuntamento con Flower Power Groove, selezioni musicali di ascolto meditato by Lucille dj (dalle ore 21).

Lunedì 28 agosto si riparte con Fabrizio Berti Jug Band in concerto. Guidata e fondata da Fabrizio Berti, uno dei più importanti armonicisti del panorama toscano e uno dei più profondi conoscitori del blues internazionale, la Fabrizio Berti Jug Band esplora e riporta alla luce le radici del blues acustico delle cosiddette jug band, ensemble della tradizione povera americana, caratterizzati dall’impiego di strumenti auto-costruiti, a partire da contenitori di fortuna, manici di scopa, assi per lavare i panni. I musicisti arrivano in gran parte dalla Chicago Blue Revue, una delle prime formazioni prodotte da De Pascale per l’etichetta “Il Popolo del Blues” che ha calcato negli anni i palchi dei maggiori festival blues italiani, quali Trasimeno Blues Festival e Torrita Blues Festival.

 

Facebook

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone