A San Salvi dal 1 settembre il festival Storie Differenti

Il programma di settembre si apre con la 4^ edizione di STORIE DIFFERENTI | DIFFERENT STORIES, Festival internazionale di storytelling e dintorni che si svolgerà dall’1 all’8 settembre.

Inaugurazione venerdì 1° settembre con un doppio appuntamento: alle ore 17, vernissage dell’esposizione “Francesco Romiti. Strano, diverso dal solito, inconsueto” con in mostra opere di Romiti (il Van Gogh di San Salvi!) e degli amici de La Tinaia, e alle ore 21 con Pitecus di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, in scena naturalmente il mattatore Antonio Rezza. Lo spettacolo, divertentissimo, racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Non esistono rappresentazioni positive, ognuno si accontenta, tutti si sentono vittime, lavorano per nascondersi, comprano sentimenti e dignità, non amano… creano piattume e disservizio! Da non perdere assolutamente!!

Un susseguirsi di tanti piccoli grandi eventi seguiranno nei giorni successivi con un avvicendarsi di compagnie teatrali storiche e giovani: sabato 2 Teatro Potlach di Fara Sabina in “Cuori dannati”, domenica 3 Compagnia ariaTeatro di Pergine Valsugana in “La nave dei folli”, lunedì 4 Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano in “MemoriaControErosione. Il cibo nella valigia”, martedì 5 settembre Il Melarancio di Cuneo in “E venne la notte di masche, di folletti e creature del mistero”, mercoledì 6 Nata di Bibbiena in “Annunziata detta Nancy”, giovedì 7 Laboratori permanenti di Sansepolcro in “Woman before a glass”. La chiusura è firmata dai Chille venerdì 8 con “Nazim Hikmet: il mio viaggio a L’Avana”: in scena Claudio Ascoli, Fuad e Gaia Scuderi.

All’interno del Festival si svolgerà un importante incontro lunedì 4 settembre alle ore 17: “Teatro e impegno civile. Un confronto tra generazioni”, coordina Oliviero Ponte di Pino.

Per il Festival è disponibile un abbonamento a 3 spettacoli a scelta a soli 15 €, l’ingresso a un singolo spettacolo costa 10 €…salvo la promozione di SPACCIAMO CULTURE, sospesa solo per l’inaugurazione con Rezza.

 

PROGRAMMA

Venerdì 1 | ore 17:00 | Ingresso libero | Open Day Esposizione
in collaborazione con
Centro di Attività Espressive La Tinaia | La Nuova Tinaia Onlus
Paolo Lauri e la classe IV A del liceo Gramsci (Alternanza Scuola-Lavoro)
STRANO, DIVERSO DAL SOLITO, INCONSUETO.
FRANCESCO ROMITI
Opere di Francesco Romiti e degli amici
Umberto Ammannati, Guido Boni ed Angela Fidilio de La Tinaia
La mostra resterà aperta fino al 9 settembre | vedi Box fondo pagina

*ore 21:30 | Compagnia Rezza Mastrella
PITECUS di Antonio Rezza e Flavia Mastrella con Antonio Rezza
“Un po’ teatro dell’assurdo, un po’ commedia dell’arte, un po’ installazione. È impossibile classificare Pitecus, il divertente spettacolo scritto a quattro mani da Antonio Rezza e Flavia Mastrella ed interpretato dallo stesso Rezza, come un genere artistico standardizzato o già predefinito.
Con il suo perenne oscillare tra una comicità esilarante e la dissacrante deformazione di un’umanità abietta, cattiva e volgare che sembra non avere scampo – e di certo nemmeno la vuole – Pitecus riesce a trasformare qualcosa di negativo in una performance a tratti perfino incomprensibile, dove c’è posto più per le risate che per una riflessione sulla malvagità dell’uomo.”
(Elisabetta Papa da L’Arena)

 

Sabato 2 | *ore 21:00 | Fara Sabina (RM) Teatro Potlach
CUORI DANNATI | Daniela Regnoli
Uno spettacolo di una compagnia storica del teatro italiano. Cuori dannati racconta storie di donne che ricordano i loro sedici anni, quando ancora bambine erano pronte ad innamorarsi del primo malfattore, donne senza un’adolescenza, cresciute troppo in fretta sotto le bombe della seconda Guerra mondiale. Una prostituta ricorda con tenerezza e nostalgia l’amore per il suo protettore, una sguattera in una bettola di una piccola città di porto, sogna con rabbia il suo riscatto, ed il suo sfrenato desiderio di vendetta non si placa fino a che non sarà fatta giustizia.

 

Domenica 3 | *ore 21:00 | Pergine Valsugana (TN) AriaTeatro
LA NAVE DEI FOLLI | Denis Fontanari e Chiara Benedetti
Il viaggio inizia a Pergine Valsugana, a pochi chilometri da Trento, nei corridoi dell’Ospedale Psichiatrico che per un secolo ha imposto la sua voluminosa e segreta presenza sulla città, con un coro di voci di chi la storia l’ha vissuta indiretta, di chi conosce quelle stanze e quegli odori. Una serie di eventi che solcano la storia e che si sbriciolano lasciando le proprie tracce nel presente, sparpagliandole sul territorio. È un lavoro d’indagine, un racconto di domande aperte su un passato non ancora elaborato, sui mutamenti del presente della psichiatria e sul significato della follia.

 

Lunedì 4 | ore 17:00 | Ingresso libero | Incontro| Coordina Oliviero Ponte di Pino
TEATRO E IMPEGNO CIVILE. UN CONFRONTO TRA GENERAZIONI
“A cosa serve il teatro?”. Compagnie e teatranti di diverse generazioni s’interrogano sul senso del teatro nella società contemporanea
*ore 21:00 | Anghiari (AR) Teatro di Anghiari EffettoK
Archivio Diaristico Nazionale Pieve Santo Stefano
MemoriaControErosione. IL CIBO NELLA VALIGIA | Andrea Merendelli | EffettoK
La strada sensoriale ed esperienziale sulla memoria che accoglie ad Anghiari e Pieve Santo Stefano viaggiatori da tutto il mondo, si interroga e vi interroga, in questo spazio crossmediale e multisensoriale, sul cibo come linguaggio comune, come filo semantico fra le popolazioni mediterranee e fra le identità dei protagonisti del viaggio, dai turisti ai migranti, di ieri di oggi.
Le parole diventano commestibili e raccontano una storia. Quale storia? Quella degli emigranti e il loro legame indissolubile con il cibo lasciato in patria. E…

 

Martedì 5 | ore 17:00 | Ingresso libero | Incontro con l’autore
MOMBELLO. UN’INCHIESTA TEATRALE,
UNO SPETTACOLO, UN VIAGGIO di Paola Manfredi
Matteo Brighenti conversa con l’autrice
Da quando in Italia i manicomi sono stati chiusi, sono stati lasciati cadere a pezzi o oggetto di speculazione edilizia. Questo libro parla dell’ex ospedale psichiatrico di Limbiate, del progetto Voci da dentro, nato per raccontarne la storia dello spettacolo teatrale Mombello e del viaggio Case Matte, alla ricerca di realtà omologhe sul territorio nazionale. È un diario, un manuale d’istruzioni, una guida al viaggio. L’idea di mantenere viva la memoria di quanto accaduto nei manicomi nasce dall’urgenza di non dimenticare che in essi sono state rinchiuse centinaia di migliaia di persone, talvolta per una vita intera. Paola Manfredi di Teatro Periferico, partendo da ricordi individuali, ricostruisce una memoria collettiva.
*ore 21:00 | Cuneo (CN) Compagnia del Melarancio
E VENNE LA NOTTE DI MASCHE, DI FOLLETTI E CREATURE DEL MISTERO | Gimmi Basilotta
È un vero e proprio trigomigo, un insieme di storie che s’intersecano tra loro, termine occitano che significa intreccio, groviglio, cosa difficile da dipanare…
Un tempo queste storie venivano raccontate da cantastorie che giravano per i paesi a raccontare; questi uomini compravano oggetti, vendevano unguenti, guarivano da piccoli e grandi mali. Oppure erano leggende che si ascoltavano al calore della stalla, nelle sere d’inverno, alla luce di un’unica lampada. Tratte dal racconto orale dei nonni, dei vecchi di paese, le storie dello spettacolo sono il frutto di un lavoro di raccolta di memoria popolare durato più di dieci anni sul territorio delle valli alpine del cuneese.

 

Mercoledì 6 | *ore 21:00 | Bibbiena (AR) Compagnia Nata
ANNUNZIATA DETTA NANCY | Riccardo Goretti
“Mi chiamo Celli Annunziata, sono nata a Papiano… mi pare, il 26 di Marzo 1923, e sono la nonna della persona che vi sta davanti in questo momento”.
Da un evidente paradosso nasce un racconto spontaneo, che ha come scopo proprio quello di annullare il paradosso iniziale.
Come si può accettare che la persona che vi parla sia anche la sua stessa nonna, e poi suo padre e poi sua madre? Forse la risposta si può trovare seguendo il filo dei ricordi, dondolando in bilico sugli anni passati che sembrano sempre presenti, provando a capire che tutti noi non siamo, né siamo mai stati, né saremo mai, solo il nostro corpo.
E non perché abbiamo un’anima.

 

Giovedì 7 | *ore 21:00 | Sansepolcro (AR) Laboratori Permanenti
WOMAN BEFORE A GLASS INTORNO A PEGGY GUGGENHEIM | Caterina Casini
Peggy Guggenheim fu una donna capace di intuire il mondo che la circondava, coraggiosa, che credeva negli artisti su cui puntava anche se il resto del mondo ancora non sapeva riconoscere quelli che poi furono Pollock, Kandinsky, Mirò, Bacon, Ernst e tanti altri. Il progetto ci permette d’indagare come Peggy abbia difeso l’Arte; come, con apparente semplicità, abbia compiuto gesti eroici per salvarla.

 

Venerdì 8 | *ore 21:00 | Firenze (FI) Chille de la balanza
NAZIM HIKMET. IL MIO VIAGGIO ALL’AVANA | Claudio Ascoli | Fuad | Gaia Scuderi
Partendo dal poema Uno strano viaggio di Nazim Hikmet, scritto a L’Avana nel 1962, Claudio Ascoli, Fuad e Gaia Scuderi compongono un affresco emozionante di teatro, pittura e danza.
Il pittore curdo Fad dipingerà in tempo reale un suo personale omaggio al poeta, mentre Claudio Ascoli, reciterà integralmente il poema che narra con parole-immagini l’avventurosa, straordinaria vita di Hikmet sino al momento dell’arrivo a Cuba subito dopo l’avvento al potere di Fidel Castro. Gaia Scuderi darà corpo alle immagini poetiche e pittoriche della serata. La donna da “i capelli di fieno biondo” sarà Isabella Quaia.

___________________

Info e prenotazioni: 055.6236195 | 335.6270739 | info@chille.it

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone