Il Festival Terre di mezzo – musica, teatro laboratori che riflettono sul concetto di periferia

7 -29 settembre, Giardino del Teatro Puccini, Via Tartarini

Terre di mezzo

a cura di Catalyst

“Dove credi che la città finisca,
e dove invece ricomincia…”
Pier Paolo Pasolini

Teatro, musica, letteratura un progetto multidisciplinare proposto dell’Associazione Catalyst che si connette al nucleo tematico proposto per le iniziative dell’Estate Fiorentina 2017 indagando il concetto di periferia, intesa in senso fisico e mentale, geografico ed esistenziale. Periferia di luoghi e di anima. Propongono al pubblico, operatori, istituzioni e artisti di partecipare ad una riflessione sulla contemporaneità e sulle tappe dell’evoluzione sociale e culturale del concetto di periferia. Agli spettacoli vengono affiancate conversazioni e incontri con esperti ed eventi per quattro appuntamenti in un luogo simbolicamente periferico e popolare, il Giardino del Teatro Puccini con l’obiettivo di capovolgere ruoli e immaginario: rendere centrale periferia e culturale il carattere popolare. Un percorso fatto di ospitalità di artisti emergenti e di produzioni specifiche, di conversazioni aperte a cura di esperti tra letterati, operatori e artisti che apriranno o saranno essi stessi l’evento delle serate.
Gli appuntamenti prevedono spazi di condivisione e socialità con l’allestimento di aperitivi o buffet tematici. Infine, nello spazio individuato all’interno del Giardino del Teatro Puccini, sarà realizzato uno spettacolo “site specific” secondo queste modalità.

PROGRAMMA

TERRE DI MEZZO | MIGRANTI – giovedì 7 e venerdì 8 settembre, Giardino del Teatro Puccini | via Tartini Firenze
Il primo appuntamento del programma verrà dedicato al tema delle migrazioni coinvolgendo alcune associazioni e comunità presenti sul nostro territorio, in particolare il Progetto Accoglienza Villaggio La Brocchi | Borgo San Lorenzo, l’ Associazione Oltre il Ponte articolando le due serate con momenti di incontro, aperitivi e una cena multietnica e la proposta di quattro eventi di spettacolo:

giovedì 7 settembre
ore 19,30 incontro con la compagnia e aperitivo multietnico
Presentazione del video Lontano da Dove di Arianna Felicetti| Progetto Migrarti 2017 a cura di Catalyst

ore 21,00
CLANDESTINO
mise en espace a cura di Catalyst
testo e regia di Riccardo Rombi
con Virginia Billi, Rosario Campisi, Aleksandros Memetaj

Sul palco tre personaggi: un vecchio che piuttosto di spegnersi anonimamente in un ospizio, come la nostra bella società vorrebbe, decide di darsi alla “clandestinità”, per riappropriarsi almeno del suo diritto alla morte, perché in altri luoghi del pianeta ancora esiste un ordine di valori che abbiamo dimenticato. A fargli da contrappunto la nostra coscienza e una donna che vive, suo malgrado, immersa nelle banalità del quotidiano, che si esprime per luoghi comuni e insegue disperatamente vuoti modelli di apparente benessere.

venerdì 8 settembre
ore 19,30 incontro con i protagonisti della serata, i partner del progetto e cena multietnica

ore 21 Compagnia Argot Produzioni
ALBANIA CASA MIA
con Aleksandros Memetaj regia Giampiero Rappa
La storia di un figlio che crescerà lontano dalla sua terra natia, in Veneto, luogo che non gli darà mai un pieno senso di appartenenza. “Albania casa mia” è anche la storia di un padre, dei sacrifici fatti, dei pericoli corsi per evitare di crescere suo figlio nella miseria di uno Stato che non esiste più

a seguire
CORO CONFUSION
diretto da Benedetta Manfriani
Il progetto CONfusion, organizzato dal Centro di Documentazione interculturale dell’Associazione Progetto Accoglienza, sostenuto dallo SPRAR, ha creato da alcuni anni un coro multietnico formato da rifugiati provenienti da diversi paesi del mondo e abitanti del territorio del Mugello. Oltre a persone provenienti dall’Italia il coro ospita persone provenienti da Nigeria, Camerun, Togo, Yemen, Armenia, Ucraina, Costa d’Avorio, Bangladesh, Senegal, Burkina Faso, Ghana, Francia. Il progetto ha favorito l’inclusione dei rifugiati nel tessuto sociale del Mugello utilizzando i canti popolari tradizionali delle diverse culture come strumento di facilitazione dei rapporti e della conoscenza tra le persone. Grazie alla direzione e alla ricerca dell’artista e musicista Benedetta Manfriani il progetto ha come obiettivo la costruzione di un consenso artistico nazionale.

TERRE DI MEZZO | ARTE E LETTERATURA – venerdì 15 settembre, Giardino del Teatro Puccini | via Tartini Firenze
Una serate dedicata al filo sottile che lega arte, teatro, letteratura e margini, per due eventi che uniscono un autore “periferico” come Pasolini al movimento della beat generation che lo stesso poeta friuliano definisce “uno dei fenomeni culturali più importanti del nostro tempo”

ore 19,30 conversazione a tema e aperitivo

ore 21 BOMBA
di Gregory Corso| performance di Riccardo Rombi Catalyst
Uno dei manifesti di un autore simbolo del movimento beat in una interpretazione che ne restituisce tutta la forza dirompente

a seguire GIULIO CASALE | Liberamente
Un viaggio musicale e teatrale tra creazioni originali, Brel, Tenco, Pasolini, De André, Bob Dylan a cura del “poeta del rock”, leader storico del gruppo degli Estra, artista poliedrico: cantautore, musicista, scrittore e attore. Letteratura, teatro e musica si intrecciano in un unicum che è la sua cifra stilistica.

____________________________________________
TERRE DI MEZZO| I CARE – EDUCARE – giovedì 28 settembre e venerdì 29 settembre, Giardino del Teatro Puccini | via Tartini Firenze e Micrò del Teatro Puccini Firenze

Nell’anno in cui si ricordano i cinquant’anni dalla morte di Lorenzo Milani, fuori dalle commemorazioni di rito, immaginiamo una giornata che a partire dal senso profondo del suo lavoro spingano a riflettere sul ruolo dell’educazione oggi, sul senso profondo dell’opera del “prete di Barbiana” e sui nuovi bisogni educativi nelle nostre periferie multietniche

giovedì’ 28 e venerdì 29 settembre dalle 17 alle 20
Incontri e laboratori coinvolgeranno i “ragazzi di don Milani di ieri e di oggi” accompagnati da laboratori teatrali gratuiti aperti a ragazzi e adolescenti

giovedì’ 28 Giardino del Teatro Puccini | via Tartini Firenze
ore 19:00 presentazione del libro “Cammelli a Barbiana. Don Milani e la sua scuola”
con Luigi D’Elia e Sandra Gesualdi

ore 21,00
INTI
CAMMELLI A BARBIANA
un racconto su Don Lorenzo Milani
di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia
con Luigi D’Elia regia Fabrizio Saccomanno
con la collaborazione della Fondazione Don Lorenzo Milani
Un racconto duro, amaro, ma allo stesso tempo intessuto di tenerezza per quel miracolo irripetibile che è stato Barbiana, e con tutta la sorpresa negli occhi di quei ragazzi dimenticati che, un giorno, videro un cammello volare sulle loro teste.

_____________________________________________

Spettacoli ad ingresso libero | consumazioni a pagamento
infoline: 055 331449 – info@catalyst.itwww.catalyst.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone