Logo Comune di Firenze

“La libertà è terapeutica” torna l’Estate a San Salvi

“La libertà è terapeutica” torna l’Estate a San Salvi

L’estate dei Chille de la balanza ha come titolo “La libertà è terapeutica”, forse il più noto tra gli slogan attribuito allo psichiatra che chiuse i manicomi in Italia, e il cui nome è legato alla legge 180, di cui quest’anno ricorre il quarantesimo anniversario.

Teatro, musica (anche in collaborazione con il progetto SalviAMO LA MUSICA firmato La Chute e Max Larocca), danza, cinema. Sono quasi 80 gli appuntamenti nell’ex-città manicomio, con molti eventi da non perdere assolutamente.

Tra essi, dopo l’immancabile apertura martedì 12 giugno con l’ennesima replica già tutto esaurito della Passeggiata “C’era una volta…il manicomio”  di e con Claudio Ascoli –  la n. 593 con ad oggi quasi 60.000 spettatori! –  ecco appunto “Dialoghi di profughi” di Bertolt Brecht. Da mercoledì 20 a venerdì 22 giugno i Chille mettono in scena con un lungo percorso di Laboratorio questo scritto che Brecht, esule, scrisse durante il soggiorno in Finlandia nel 1940 dopo la fuga dalla Germania nazista. I Dialoghi, pubblicati solo postumi nel 1962, sono ad oggi uno dei testi brechtiani meno frequentati.

Nella scrittura scenica dei Chille, un’intera compagnia teatrale con 13 attori (6 coppie + un singolo!) gioca a mettere in scena i due soli personaggi del testo: l’intellettuale e l’operaio. Nascono così infinite variazioni! I due parlano, parlano… anche perché, dice Brecht, ogni cosa contiene il suo contrario; tra loro il dissidio è appena accennato, forse perché non sono mai impegnati nell’azione; ma così facendo, le contraddizioni galleggiano senza mai esplodere sino a quando…

“Dialoghi di profughi” è un testo di impressionante attualità, un’amara e divertente riflessione su potere e populismo. In scena, in ordine alfabetico, Federico Carotenuto, Alessandro Casini, Giulia Ciccarelli, Ginevra Emeri, Francesca Gaza, Francesco Gori, Anna Laffi, Julie Marcie, Beatrice Massaro, Umberto Moretti, Matteo Pecorini, Giulio Piumelli, Rosario Terrone. Musiche originali di Alessio Rinaldi, luci e suono di Gabriele Ramazzotti, immagini di Paolo Lauri, scrittura scenica di Claudio Ascoli e Sissi Abbondanza.

Nell’Estate a San Salvi da segnalare mercoledì 27 giugno l’immancabile presenza di Gaia Scuderi e del suo evento speciale Raksa Kayriya,  organizzato con Martina Filippi. Il ricavato verrà devoluto fra il canile-gattile del Termine e l’associazione El rayo verde che si occupa dei levrieri spagnoli. Lo spettacolo sarà dedicato all’effimero, perfettamente rappresentato dalla danza, che si dissolve lasciando il ricordo delle sensazioni vissute.
Da non perdere poi  la presenza di una giovane compagnia teatrale toscana, Pilar Ternera di Livorno, con il delizioso “Ho un vizio al cuore”, di Francesco Cortoni liberamente tratto da testi di Anton Cechov, in scena giovedì 28 giugno.

Nell’ex-città manicomio il mese di giugno è caratterizzato dalla significativa presenza del progetto “SalviAMO LA MUSICA”, curata dall’associazione La Chute, con la direzione artistica di Max Larocca. Ben 4 i concerti da non perdere. Si inizia mercoledì 13 con Thalia Zedek and a band called “E”, una leggenda femminile della musica indipendente americana, per la prima volta a Firenze! Si prosegue sabato 23 con il primo evento speciale, ospite Paolo Benvegnù, con “H3+ – dai primordi della terra al mondo vegetale”: un teatrino di marionette, una stanza delle meraviglie ed un concerto con le canzoni di H3+. Venerdì 29 in scena Alessia Arena in “Alda canta ancora”: uno spettacolo omaggio alla poetessa Alda Merini, con alla chitarra Francesco Catalucci.  Ultimo appuntamento firmato La Chute e ancora evento speciale,  sabato 30 con i Dirtmusic. Il gruppo vede la presenza di Hugo Race (Australia), Chris Eckman (Usa) che,  con il loro blues oscuro, incontrano le visioni musicali di Murat Erfet del gruppo Baba Zula (Turchia). Dirtmusic è un progetto di contaminazione musicale straordinaria, anch’esso per la prima volta in assoluto in Italia!

 

Impossibile elencare poi i tanti eventi speciali che proseguiranno da luglio a settembre: Tanto Teatro (Diesis, Mascarà, Accademia Amiata…),  Musica (Riccardo Tesi e Banditaliana nel concerto di Ferragosto, Massimo Bubola, il giovane e premiatissimo gruppo jazz Lilac for people, Marco Parente..) e last but not least il Festival Storie differenti  (da venerdì 31 agosto a lunedì 10 settembre) che, dopo l’inaugurazione con Nada (Parole che si cantano anche) presenta compagnie storiche del teatro italiano, tra cui Teatro Miela, Teatro delle Selve,  Lemming, Teatro Invito, Stalker, Periferico, Aria Teatro, Potlach e Nata.


 

Gli spettacoli iniziano alle ore 21.30; a settembre alle ore 21. L’ingresso costa solo 10 €, tranne che per gli eventi speciali con biglietto a 12 €. Poiché i posti sono limitati, è sempre consigliabile la prenotazione.

Ulteriori informazioni e prenotazioni allo 055-6236195, whatsapp 335-6270739, mail info@chille.it, sito www.chille.it

Related Posts