Logo Comune di Firenze

Festival delle Orchestre Giovanili sotto la Loggia dei Lanzi

Festival delle Orchestre Giovanili sotto la Loggia dei Lanzi

20esima edizione per il Festival delle Orchestre Giovanili, kermesse fiorentina e non solo, dedicata ai giovani musicisti dei cinque continenti del pianeta, come ricorda il Direttore Artistico Mario Ruffini, che ogni anno si riuniscono a Firenze. Il Festival ha ottenuto il patrocinio e il contributo dell’Estate Fiorentina 2018 del Comune di Firenze, della Regione Toscana, della Fondazione CR Firenze, ed è realizzato in collaborazione con il MIBACT e le Gallerie degli Uffizi.

Piazza Signoria e la sua Loggia dei Lanzi, cuore della città, sono il palcoscenico deputato alle 14 formazioni giovanili provenienti da Norvegia, Usa, Repubblica Ceca, Australia, Germania, Paesi Bassi, Finlandia, Belgio, Corea del Sud, per 11 appuntamenti musicali estivi.

Passione, musica e giovani sono i tre pilastri fondanti di questa edizione, importante traguardo che trova la sua straordinarietà nella convivenza di diversità culturali e storiche dei complessi coinvolti; diversità che uniscono, ricchezze che generano ricchezze, in luoghi meravigliosi, come afferma il Presidente del Festival, Veronica Del Signore.

Il prossimo appuntamente è lunedì 9 luglio, ore 20.30, la Loggia dei Lanzi sarà il palcoscenico della più giovane formazione orchestrale del Festival: l‘Huntingtower String Orchestra. Giovanissimi strumentisti ad arco australiani, diretti da Lynley Bramble, affronteranno un viaggio musicale che dall’Italia, con Antonio Vivaldi e Antonio Salieri, arriverà fino agli Usa con Gustav Holst e alla Norvegia con Edvard Grieg. Vincitori di numerossissimi premi, ultimo dei quali il primo premio Summa Cum Laude all’International Youth Music Festival di Vienna, l’Huntingtower Orchestra accompagnerà i solisti Prudence Davis, al flauto, e Jeffrey Crellin, all’oboe, entrambi prime parti della Melbourne Symphony Orchestra.

Due orchestre tedesche si divideranno la serata di mercoledì 11 luglio, ore 20.30. Un concerto per due generi musicali: Justus Tennie dirigerà l’Orchestra giovanile di Amburgo in un programma classico con pagine di G. Verdi e R. Schumann per poi passare il testimone alla tromba solista Ingolf Burkhardt, noto solista Jazz, ambasciatore Yamaha, che duetterà con l’Orchestra, e, infine, alla Landesjugendjazzorchester  Hamburg, diretta da Lars Seniuk, con i maggiori standards jazz di G. Marks, S. Simons, S. Nestico, T. Jones.

I concerti e le sinfonie per archi di P. Locatelli, J. S. Bach e D. Shostakovich saranno eseguite, domenica 15 luglio, alle ore 20.30, dalla Haydn Youth String Orchestra. Alla guida Jan-Ype Nota. Violino solista Azra Rustempašič. L’Orchestra ci condurrà per mano, dai Paesi Bassi, attraverso omaggi musicali a Italia, Germania e Russia.

Mercoledì 18 luglio, ore 20.30, l’Orchestra Giovanile di Dortmund, compagine tedesca diretta da Achim Fiedler, condividerà la serata con due realtà finlandesi: la Juvenilia Chamber Orchestra, guidata da Janne Hanhijärvi, e la Käpylä Orchestra Helsinki, diretta da Ahti Valtonen. Una notte di mezza estate all’insegna dei poemi sinfonici di H. Eller, con il suo Crepuscolo del mattino e di Jan Sibelius, con il suo Finlandia, omaggio alla patria. Apre la serata una pagina sublime del repertorio solistico per cello, il Concerto op. 104 di A. Dvorak, interpretato dal solista Matthias Fiedler.

Till Schwarz salirà sul podio fiorentino alla guida della sinfonica Konstanz Youth Orchestra che dalla tardo romantica, seppur shakespeariana, Fantasia su Romeo e Giulietta di P. I. Tchaikovsky, solcherà l’oceano verso il nuovo mondo, per eseguire la memorabile colonna sonora di K. Badelt, Pirati dei Caraibi. Appuntamento previsto per sabato 21 luglio, alle ore 20.30.

La formazione dei Paesi Bassi, Almeer Jeugd Symphonie Orkestre diretta da Hans Welle, si esibirà mercoledì 25 luglio, alle ore 20.30. Il repertorio affronterà le più note pagine sinfoniche e operistiche di P. Mascagni e G. Puccini, danze russe, ungheresi, francesi, spagnole, egizie di D. Shostakovich, J. Brahms, C. Saint-Saëns, A. Márquez, A. Biagini, per poi cimentarsi nelle colonne sonore di Hans Zimmer e Ennio Morricone, con i solisti Joachim van Dijk ,al violino, e Daan Welle, al trombone.

Il penultimo appuntamento del calendario è fissato per martedì 31 luglio, ore 20.30, con l’Harmonieorkest Panta Rei Lenven. Tutto scorre in un intreccio cinematografico e operistico che omaggia l’Italia. La bacchetta è affidata a Jo Schelkens. L’esecuzione della belga orchestra di fiati sarà impreziosita dagli interventi solistici del soprano Emile De Voght.

Chiude la XXª edizione del Festival la Corea del Sud, l’8 agosto 2018, alle ore 20.30. I 60 elementi della Gwangu Ymca ‘Dream’ Youth Orchestra, diretta da Kang Jae Jin, con alcuni sognanti interventi della tromba solista di Kim Shin Hyeok, ci condurranno in un viaggio musicale che dal classico, con W. A. Mozart e L. van Beethoven, passeranno alla musica da film e, infine, alla musica tradizionale coreana.

Tutti i concerti organizzati dal Festival sono gratuiti.

Related Posts