Logo Comune di Firenze

Metropolitania – Ciclo di Letture

Metropolitania – Ciclo di Letture

A cura di Teatro dell’Elce

Spazi aperti alla riflessione collettiva

Oggi, nel mondo, la popolazione urbana è più numerosa di quella insediata nelle campagne. Il contesto metropolitano è il paesaggio prevalente che circonda l’essere umano contemporaneo: un habitat dai tratti caotici, ingarbugliati, multiformi. Specchio, se si vuole, della forma di pensiero che abita il civis contemporaneo. A quali principî possono attingere la singola cittadina o il singolo cittadino di fronte alle sfide della contemporaneità? Come possono contribuire a modellare con umanità ed equità la nascente “Metropolitania”? Sette biblioteche e un museo fiorentini ospiteranno un ciclo di letture legate alla cultura civile. Gli ascoltatori, in una sorta di “intimità pubblica”, saranno invitati a raccogliersi intorno al tavolo da cui la lettura sarà diffusa. Attori e ascoltatori vi saranno immersi.

Programma Letture:

24 Luglio ore 21 – Biblioteca Mario Luzi LETTERA A EICHMANN
25 luglio ore 21 – Biblioteca Villa Bandini UNDER FIRE
26 Luglio ore 21 – Biblioteca delle Oblate NOI RITORNEREMO!
27 Luglio ore 21 e 22 – Museo Casa Siviero UNDER FIRE
30 Luglio ore 21 – Biblioteca Pietro Thouar UNDER FIRE
31 Luglio ore 17.30 – Biblioteca del Galluzzo UNDER FIRE
1 Agosto ore 21 – Biblioteca Filippo Buonarroti LETTERA A EICHMANN
2 Agosto ore 21 – BiblioteCaNova Isolotto NOI RITORNEREMO!
3 Agosto ore 21 e 22 – Museo Casa Siviero UNDER FIRE

 

  • NOI RITORNEREMO!
    da La Resistenza a Firenze di C. Francovich
    “Noi ritorneremo!” è l’intestazione di un manifesto affisso dai soldati tedeschi il 6 agosto 1944 per le strade di Firenze, pochi giorni prima di lasciare la città, scacciati dall’insurrezione dei fiorentini e dall’incalzare degli alleati. Se è vero che la Storia non consentì ai nazisti di dar seguito a quella minaccia, la sua eco sinistra risuona come monito per tutti coloro che pensano che la libertà sia uno stato acquisito e permanente. La vicenda della liberazione di Firenze tra il ‘43 e il ‘44 è il racconto della presa di coscienza, da parte di un popolo, della propria dignità e della scelta di combattere per ottenerla.
  • LETTERA A EICHMANN
    da Noi figli di Eichmann di G. Anders
    All’indomani della condanna di Adolf Eichmann, uno dei principali esecutori materiali dell’Olocausto, processato in Israele tra il 1961 e il 1962, il filosofo tedesco Gunther Anders scrive una lettera al figlio, Klaus Eichmann, esortandolo a fare i conti con la sua eredità morale. Con lo scorrere delle pagine emerge un dubbio: l’eredità di Klaus non è forse la stessa di tutti noi? Siamo forse tutti figli di Eichmann?
  • UNDERFIRE
    da L’arte fiorentina sotto tiro di F. Hartt
    Pubblicato nel 1949 con il titolo originale “Florentine Art Under Fire”, il libro è la cronaca delle vicende vissute in prima persona dall’autore, allora giovane storico dell’arte, nelle file dell’e- sercito americano durante la Seconda Guerra Mondiale come parte della commissione oggi conosciuta come “Monuments Men”. Hartt fu uno dei due responsabili della protezione delle opere d’arte per la Toscana: il suo resoconto, costituisce uno stimolo alla riflessione sulla vulnerabilità e il ruolo dell’arte in relazione ai conflitti tra i popoli.

 

Per info: www.teatrodellelce.it

Related Posts