Logo Comune di Firenze

Limonaia di Villa Strozzi tutti gli eventi di settembre

Limonaia di Villa Strozzi tutti gli eventi di settembre

Continuano gli eventi alla Limonaia di Villa Strozzi, prossimo evento che si svolgerà sempre all’interno della Limonaia dal 2 al 6 settembre sarà la mostra conclusiva degli artisti vincitori del Secondo Premio Factory Athena Per le Arti Contemporanee, svoltosi l’anno scorso presso gli impianti sportivi dell’ Ippodromo del Visarno sito all’interno delle Cascine di Firenze, evento che alla sua seconda edizione ha fatto sfidare artisti di diverse nazionalità sul tema del cavallo, trasformando l’ippodromo per circa un mese in una galleria d’arte contemporanea, svolgendo a pieno  gli intenti di Factory Athena come contenitore di divulgazione d arte in ambienti inusuali e decontestualizzati per rendere più pubblica e fruibile possibile la visone dell’arte e della contemporaneità, nelle sue diverse sfaccettature. Non mancherà il consueto appuntamento con Tempo Reale (19 – 30 settembre) e la novità del Teatro delle Donne (14 – 16 settembre). Ma tante ancora le serate con gruppi emergenti (11 settembre) o di musica popolare del Sud (12 settembre), serate di Tango curate da Graciela Rostom (domenica 2 9 settembre), il cinema per una serata di beneficenza (10 settembre) e il teatro danza di Chiara Burgio (5 settembre).

SABATO 01 SETTEMBRE

Evento in Limonaia

SALSODROMO VS LATINPHOP

DOMENICA 02 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia – Inaugurazione

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

Dalle 21.30     Teatro

BUENOS AIRES TANGO

Serata di tango con Graciela Rostom

 

LUNEDÌ  03 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

MARTEDÌ 04 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

MERCOLEDÌ 05 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

18.00   Teatro / Rito teatrale

VESPRI

immagini in azione e quadri in movimento

ideazione e coreografia di Chiara Clara Burgio

GIOVEDÌ  06 SETTEMBRE

18.00   Limonaia – Finissage

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura DI Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

VENERDÌ 07 SETTEMBRE o SABATO 08 SETTEMBRE

Evento in Limonaia

FESTA DI INIZIÒ ANNO SCOLASTICO GAY FRIENDLY

DOMENICA 09 SETTEMBRE

Dalle 21.30     Teatro

BUENOS AIRES TANGO

Serata di tango con Graciela Rostom

 

LUNEDÌ 10 SETTEMBRE

h 21:30 Cinema al fresco

SARANNO FAMOSI?

Di Alessandro Sarti. Serata di beneficenza a sostegno della Fondazione Tommasino Bacciotti Onlus. Saranno presenti, oltre al regista, alcuni attori tra cui il mitico Sergio Forconi.

Con il contributo della Regione Toscana e il patrocinio del Comune di Firenze

“Saranno famosi?” è una commedia brillante che racconta la storia di un grande ballerino che si trova in disaccordo con il Sindaco del suo paese. L’Amministrazione Comunale intende trasformare i locali della sua antica e amata scuola da ballo in un centro di grande distribuzione commerciale gestito da un imprenditore cinese. La trama del soggetto mette in risalto anche le differenze generazionali tra i vari protagonisti della storia ma, allo stesso tempo, la capacità di unire le forze per combattere quando si scopre un sentire comune e, il tutto, sempre con lo sguardo vigile alla legalità. Il film è stato girato con attori professionisti, che hanno lavorato gratuitamente, e più di 700 comparse. Il progetto ha ottenuto il sostegno e la collaborazione del Comando della Guardia di Finanza di Roma e tutti i patrocini citati nella locandina allegata. Per la cronaca, l’attore protagonista,  Sergio Forconi, era presente nel Film “Il ciclone” nella parte del padre di Pieraccioni. Il film è stato oggetto, da subito, di grande interesse da parte delle Istituzioni, tanto che il giorno del primo Ciak, sul Ponte Vecchio a Firenze, ha visto la presenza del Presidente della regione Toscana Eugenio Giani. Tutti i comuni toccati dalle riprese hanno sostenuto e patrocinato l’opera.

Il film, uscito in prima nazionale il 16 febbraio 2018 al cinema della Compagnia di Firenze, sta ottenendo buoni risultati. Si tratta di una produzione dal basso, voluta così perché tutti i proventi ottenuti dalle proiezioni, con ingresso libero a donazione saranno devoluti alla Fondazione Tommasino Bacciotti, Onlus di Firenze che collabora con l’ospedale pediatrico Mayer.

 

MARTEDÌ 11 SETTEMBRE

Dalle 18:00

D.I.Y. FIRENZE FEST

Conferenza sui migranti, con Aboubakar Soumahoro come relatore (daconfermare)

Live painting di tre artisti ( Miles, Mono_Graff e Nian)

Esibizioni artistiche di 6 artisti (Camilla Pietrarelli, Giulio Noccesi, Ferdinando Andreozzi, Insane, Mono_graff )

Concerto con 4 band (La Notte, Handlogic, Addio Proust, la quarta a breve)

dj set musica ambient

MERCOLEDÌ 12 SETTEMBRE

21.00 Concerto

MEDITERRANEAN TRIO

Paolo Casu | percussioni

Luca Imperatore | chitarra classica

Enzo Mileo | chitarra e voce

Il gruppo si esibirà in musiche e canzoni popolari cubane, con ritmi di rumba, bolero, beguine, bossa nova, ma anche pezzi tradizionali del Sud Italia invitando tutti a lasciarsi trasportare dai ritmi della pizzica, della taranta o di qualche struggente canzone d’amore. Anche ballando.

GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE

18.00 Presentazione libro

Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato introdotti da Cristina Vernizzi

LA VIA DEL SILENZIO

A Walnut Creek, tranquilla cittadina della California, una studentessa viene ritrovata sgozzata, la lingua tagliata e le labbra cucite con del filo da sutura. Il capitano Jeffrey Coleman del dipartimento di San Francisco, poliziotto tenace e ostinato, credente in Dio e nel suo intervento salvifico, sarà chiamato a fare i conti con altre morti atroci, che lo getteranno in uno stato di profonda prostrazione fino a fargli smarrire la via della fede. Una via che si intreccerà fatalmente con un’altra: la via del silenzio. Una lunga scia di sangue ad opera di uno spietato serial killer che pratica mutilazioni post mortem sui corpi delle vittime, attraverso un rituale dal significato criptico che affonda le radici in un passato lontano. Chi è il mostro che riduce al silenzio delle giovani donne senza lasciare tracce? E qual è la pulsione che lo spinge a uccidere? Domande senza risposta, perché è impossibile catturare uno spettro.

21.00 Stage di danza e spettacolo

DANZE POPOLARI DEL SUD

A cura di Annalisa Prota

VENERDÌ 14 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE – EF

Il teatro delle donne nasce nel 1991 da un’idea di Maria Cristina Ghelli. L’Associazione Culturale Il Teatro delle Donne è formata da autrici, attrici, registe, operatrici e studiose del settore, fra cui Dacia Maraini, Barbara Nativi, Laura Caretti, Lucia Poli, Athina Cenci, Valeria Moretti, Donatella Diamanti, Lia Lapini; è un centro di produzione drammaturgica contemporanea all’avanguardia. In venticinque anni di attività, in linea con le analoghe iniziative europee, ha messo in piedi il Centro Nazionale di Drammaturgia, ha raccolto in un archivio (consultabile anche sul sito www.teatrodelledonne.com) e catalogato circa mille testi di autrici italiane di teatro, ha prodotto e diffuso spettacoli innovativi, ha collaborato con quasi tutte le autrici nazionali, prima fra tutte Dacia Maraini, che ha dato un importante contributo alla nostra attività scegliendo nel 2004 il Teatro Manzoni di Calenzano come sede della Scuola Nazionale di Scrittura Teatrale. Dopo aver diretto vari teatri in Toscana, il Teatro delle Donne gestisce dal 2002 il Teatro Manzoni, splendida struttura della fine dell’800 ristrutturata dal Comune di Calenzano. È una fra le sale più vivaci dell’area metropolitana fiorentina, la programmazione dà centralità alla funzione civile del teatro in particolare delle donne, alla pluralità dei linguaggi e al valore delle differenze, presenta una stagione che è punto di riferimento italiano per la drammaturgia contemporanea. Ha dato vita negli ultimi anni al festival AVAMPOSTI dedicato alla drammaturgia contemporanea che è già un appuntamento di rilievo nazionale. (055 8877213 / teatro.donne@libero.it)

Evento in Limonaia

DISCO_NNECT 10 YEARS (DECIMO ANNIVERSARIO DELL’ORGANIZZAZIONE)

SABATO 15 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE- EF

Evento in Limonaia

BACK TO THE ’90S

evento di chiusura a cura di Bluemotion

DOMENICA 16 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE – EF

MARTEDÌ 18 SETTEMBRE

18.00 Presentazione libro

Manuela Della Corte introdotta da Maria Rosaria Perilli.

SU IL SIPARIO

Nove amici riuniti in una villa sulla riviera ligure per ritrovare il cameratismo dei tempi dell’università. L’allegra rimpatriata è soltanto una messa in scena, però, e l’omicidio di uno dei protagonisti porta alla

luce i veri motivi che sono alla base dell’incontro. Il commissario Bonelli si trova così catapultato in una spirale di intrighi e menzogne che complicano un caso già di per sé difficile, con un piano che prevede il delitto perfetto. Bonelli non delude il lettore neanche questa volta e un incontro, forse importante, non scalfisce la grinta e l’intuito che lo hanno caratterizzato ne Le tessere mancanti.

MERCOLEDÌ 19 SETTEMBRE

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE nell’ambito del bando ‘Sillumina’, della Città Metropolitana di Firenze e con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Montespertoli e dell’Istituto Francese di Firenze.

21.30 Teatro

SATYERICON

La musica di Satierikon è un arrangiamento di tre brani orchestrali del compositore francese Erik Satie vissuto tra il 1866 e il 1925 a Parigi. Precisamente si tratta di una commistione tra i balletti Parade e Relâche e la musica per Entr’acte, un film di René Clair che originalmente costituiva l’intermezzo tra i due atti di Relâche. La musica dello spettacolo è integrata con alcune chanson dello stesso compositore (Allons-y Chochotte, Chanson, Je Te Veux, Trois Poèmes d’Amour, Danseuse, La Diva de l’Empire, Air du Poète, Air du Rat, Adieu, Spleen.

All’interno dello spettacolo verranno proiettati il film Entr’acte e alcune scene di battaglia riprese dalla Grande Guerra in considerazione del fatto che la prima rappresentazione di Parade si è avuta nel 1917 a Parigi. Il ruolo delle proiezioni è quello di commentare le azioni che avvengono sul palco, suggerendo allo spettatore un nuovo punto di vista da cui osservare le scene. Si vuole riuscire ad instaurare un rapporto diretto tra immagine, azione e significato.

SatiErikon è parte di un progetto socio-culturale formativo che affianca giovani studenti e tirocinanti e professionisti di grande rilievo, sia nel team di produzione che fra gli artisti e musicisti, che coinvolge anche i richiedenti asilo del CAS di Montespertoli e valorizza le loro competenze utili per il supporto dello spettacolo.

VENERDÌ 21 SETTEMBRE

Ore 19 > 21

KLANG MUSICA SPERIMENTALE #11

A cura di Tempo Reale

1.Alessandro Olla IMBYA (I am because you are)

performance audiovisiva

2. Julia Mihály LA RINASCITA DI MARLENE

per voce, performance e live electronics

prima esecuzione italiana

3. Minus ROUND #2

Sintetizzatore Simone Faraci, Marco Giampieretti

No-input mixer e live electronics Matteo Pastorello

Basso elettrico e live electronics Federico Pipia

Chitarra elettrica e live electronics Niccolò Salvi

Tre visioni diverse del suono e della musica aprono la sezione Y, all’insegna di una diversità che è anche cifra stilistica del Tempo Reale Festival. Un impianto di interesse verso il soundscape africano testimonia il lavoro di ricerca di Olla, compositore sardo da molto tempo impegnato nell’esplorazione e nella ricontestualizzazione di paesaggi sonori inediti e originali. Julia Mihály è una emergente performer tedesca, con un carattere artistico difficilmente etichettabile: porta per la prima volta in Italia un suo breve lavoro di teatro musicale in grado di proiettarci tanto in una dimensione virtuosistica quanto verso la ricerca di ciò che è più avanzato in questo ambito. Infine musica pura, l’improvvisazione elettroacustica “strutturata” e polifonica di una giovanissima formazione bolognese reduce dal trionfante esordio nella rassegna Martini Elettrico (Bologna): occasione per sgombrare l’ascolto da cliché e riscoprire la gioia del suonare insieme.

Biglietto €5

SABATO 22 SETTEMBRE

ore 16.30 e 21.30

AUDIOVISIONI SOUNDSCAPE

A cura di Tempo Reale

Opere audiovisive con paesaggi sonori

Ore 17 WORKSHOP

“Il paesaggio sonoro nel cinema”

Con Lelio Camilleri, Andrea Gozzi

Ingresso gratuito

Ore 21.30 CONCERTO

Fragile (Luca Perciballi suono Mattia Scappini pittura), Another Dream in town

Alberto Madrigali suono Edoardo Colombani video, Natura_Urbano

Emil Bruscolini suono e video, Porto

Mattia Loris Siboni suono e video Francesca Longhi video, Ex.No Novo

e-cor ensemble suono Salvatore Insana concept, film, editing, Questo piacere di inciampare e di spaccarci la testa contro la terra e il cielo

Njordzitrone (Davide Baldazzi e Andrej Cebski) suono Caterina Appignani video, Dissolve/Collide

Con il supporto di SIAE / Progetto SIAE – Classici di Oggi

Comitato di selezione: Lelio Camilleri, Carla Chiti, Francesco Giomi, Andrea Gozzi

Ad un gruppo di giovani artisti visivi e musicisti elettronici italiani è stata data la possibilità di presentare una loro opera audiovisiva sul tema del paesaggio: opere audiovisive che propongono soundscape immaginari, una città, un luogo, un territorio; oppure opere audiovisive ispirate a paesaggi sonori immaginari, inventati o virtuali. Tra i molti progetti presentati ne sono stati scelti sei, diversi per approccio, estetica e modalità tecniche di realizzazione. A testimonianza di uno straordinario momento di vivacità creativa che l’Italia sta vivendo sul piano della ricerca artistica.

Biglietto €5

MARTEDÌ 25 SETTEMBRE

ore 19 > 22:30

MARATONA SOUNDSCAPE

A cura di Tempo Reale

I. ITALIA

Regia del suono Francesco Giomi

Francesco Giomi, Menù (1999)

Salvatore Miele, DSM (2018), prima esecuzione assoluta

Fabio Monni, Sospeso su una città di pietra II/a (2018)*

Manfredi Clemente, Isole (2018), prima esecuzione assoluta

II. GRECIA

Regia del suono Apostolos Loufopoulos

Katerina Tzedaki, Reverberations (2018)

Filippos Theocharidis, Interactive Soundwalk (2018)

Apostolos Loufopoulos, Icarus (2006)

III. FRANCIA

Regia del suono Bernard Fort

Bernard Fort, Brain Fever (2018), Commissione GRM

Bernard Fort, Crépuscule sur l’île d’Elbe (2014)

Bernard Fort, Allegro Assai (2018)

Primo movimento da Thèmes et Variations, prima esecuzione assoluta

IV. PORTOGALLO

Regia del suono Jaime Reis

José Luís Ferreira, Le bruit d’une porte qui… (2004)

José Carlos Sousa, Souks (2018)

Jaime Reis, Fluxus, pas trop haut dans le ciel (2017)

V. CANADA/ARGENTINA/ITALIA

Regia del suono Lelio Camilleri

Hildegard Westerkamp, Gently Penetrating Beneath the Sounding Surfaces of Another Place (1998)

Raul Minsburg, Paisajes ocultos (2009)

Lelio Camilleri, Summer 2018 (2018), prima esecuzione assoluta

Protagonista di questa lunga maratona concertistica è l’incontro di culture sonore differenti, interpretate da cinque registi del suono internazionalmente impegnati nell’opera di diffusione e valorizzazione del paesaggio sonoro. L’evento sollecita dunque l’ascolto e il confronto della comunità creativa italiana sul tema del soundscape, costituendo un profondo momento di attrazione per questo tema. Si intersecano esperienze squisitamente territoriali (come i progetti di Fort sull’Isola d’Elba o i vari lavori italiani realizzati sul sound di Firenze) con ricerche spiccatamente esotiche (due sul paesaggio indiano per esempio), in grado di proiettarci consapevolmente in un universo espressivo ormai talmente diffuso e praticato da essere divenuto uno dei mainstream della produzione musicale e formativa. Compito di Maratona Soundscape è quindi quello di costituire un riferimento, l’indicazione di possibili finestre di sviluppo e di indagine nel campo della musica elettroacustica.

Nell’ambito del progetto “Il paesaggio sonoro in cui viviamo” finanziato dal programma Erasmus+ (2016-2019)

In collaborazione con Istituto Francese di Firenze, GMVL (Francia), AFEA/ Festival DEM (Portogallo), EPHMEE (Grecia), Amici della Musica di Cagliari (Italia)

Biglietto €5

 

GIOVEDÌ  27 SETTEMBRE

ore 17 > 19

LISTENING ROOM FKL | SUONARE L’ASCOLTO

A cura di Tempo Reale

VENERDÌ 28 SETTEMBRE

ore 17 > 19

LISTENING ROOM FKL | SUONARE L’ASCOLTO

ore 19 > 21

KLANG MUSICA SPERIMENTALE #12

A cura di Tempo Reale

1.Lucio Garau MUSICA OGGI

musica acusmatica

Sei studi acusmatici op. 68  (2014)  prima esecuzione italiana

Cosa è il paesaggio sonoro? (2018) prima esecuzione assoluta

  1. Zimmerfrei SAFARI

Live set Massimo Carozzi

  1. Theodoros Lotis DUST SCENES

musica acusmatica

Arioso Dolente / Beethoven Op. 110 (2002)

Winter Landscape 1: Brussels (2016)

Portrait d’une Manifestante (2014)

La musica acusmatica è proiettata nello spazio attraverso altoparlanti ed è capace di suggerire e stimolare “immagini uditive”. In questa chiave due compositori (il primo italiano il secondo greco) presentano uno spaccato della loro opera. Garau, compositore e interprete a 360 gradi, propone una prospettiva della sua produzione presentando l’ultimo lavoro al confine tra teatro sonoro e riflessione estetica. Lotis, uno degli artisti più interessanti dell’elettronica greca, incentra il suo percorso su una personale idea di paesaggio musicale, alternando la rilettura di Beethoven

a composizioni che attingono da materiali di field recording registrato in contesti del tutto particolari. In mezzo a loro la performance live di Massimo Carozzi, membro del collettivo bolognese Zimmerfrei, che per la prima volta a Firenze propone il suo incessante viaggio tra i suoni e le atmosfere di mezzo mondo.

Biglietto €5

SABATO 29 SETTEMBRE

ore 17 > 19

ore 21.30

ERIKM + ANTHONY PATERAS

eRikm Dispositivi elettronici

Anthony Pateras Campionatori e sintetizzatori

Cosa succede se uno dei più straordinari “suonatori di dischi” incontra il pianista e compositore australiano Pateras? Che tipo di strumenti suoneranno? Quale percorso sorprendente e innovativo potremo ascoltare? Il francese eRikm, già ospite del Tempo Reale Festival in uno straordinario concerto del 2011, ritorna a Firenze in coppia con le esperienze elettroniche di un musicista affermato, poliedrico polistrumentista e capace di rigenerarsi in tutta la sua carriera musicale. Improvvisazione, ritmo, elettronica: questi gli ingredienti di un concerto esclusivo che chiude gli appuntamenti alla Limonaia con una proiezione verso dimensioni prive di confini, sia in senso geografico che linguistico.

In collaborazione con Istituto Francese Firenze

Progetto ideato in collaborazione con Carla Chiti

Biglietto €10

 

Related Posts