Logo Comune di Firenze

Il Club Tenco, Sergio Staino e Piero Fassino protagonisti al Flower al Piazzale

Il Club Tenco, Sergio Staino e Piero Fassino protagonisti al Flower al Piazzale

Il legame tra padre e figlio raccontato attraverso tutte le forme dell’arte: la settimana del Flower, lo spazio dell’Estate Fiorentina al piazzale Michelangelo, si apre domani, martedì 11 settembre, con la presentazione di “Multifilter”, volume che include 2 cd, a cura di Sergio Secondiano Sacchi, presidente del rinato Club Tenco. Oltre all’autore saranno presenti numerosi ospiti, tra cui Sergio Staino, Lu Colombo, cantautrice che ha scritto importanti capitoli della storia della canzone italiana, dalla collaborazione con gli Stormy Six al celebre brano Maracaibo, i due romani Angelo Pelini e Andrea Satta, fondatori delle Têtes de Bois, il chitarrista jazz Marco Poggiolesi, l’artista Peppe Voltarelli, sulla scena musicale dall’inizio degli anni Novanta.  Ad accompagnare le riflessioni e le canzoni l’interpretazione dei testi a cura di Gaia Nanni, attrice fiorentina che da diversi anni ormai presta la propria voce a Radio Toscana, mentre Michele Staino, contrabbassista jazz che vanta innumerevoli collaborazioni nazionali e internazionali, porta nell’incontro la concretezza del rapporto padre/figlio, essendo figlio appunto di Sergio. L’appuntamento è alle ore 19, con ingresso libero.

Mercoledì 12 settembre si prosegue con la presentazione di un altro libro, “Zainocrazia”, di Leonardo Previ (LSWR). Gli studiosi Giorgio Nardone e Simone Tani con Riccardo Ventrella intervengono su uno dei temi più discussi e controversi dei nostri giorni, muovendosi al confine tra psicologia ed economia, cercando di fare luce sul processo per cui il nostro bagaglio di condizionamenti emotivi, sociali e culturali, incide sul processo decisionali quando ci troviamo a compiere delle scelte che riguardano i nostri profitti o le nostre perdite (ore 18.45, ingresso libero).

A seguire, sempre mercoledì 12, “Come quando fuori pioveva e tu mi domandavi”, concerto live per il ciclo “Ed io tra voi”: Federico Maremmi e Riccardo Ventrella suonano Francesco De Gregori. Da una parte Federico Maremmi, chitarrista e produttore, tra i massimi conoscitori italiani dei Pink Floyd, già compagno di palco di David Gilmour. Dall’altra Riccardo Ventrella, che di mestiere fa tutt’altro ma che alla musica ha dedicato una carriera da dilettante di talento. Metà della scaletta sarà dedicata all’album De Gregori, l’altra metà al classico Rimmel lasciando all’auspicabile bis il compito di ospitare altri brani (ore 21).

Giovedì 13 settembre spazio a un altro pezzo di storia contemporanea: Piero Fassino presenta il saggio “Pd davvero”, per la rassegna STORIA VISIONE ATTESA, ciclo di incontri curati e presentati da Raffaele Palumbo in collaborazione con La Nave di Teseo. In politica dagli anni Sessanta, leader dei Ds negli anni 2000, Fassino è stato tra i fondatori del Partito Democratico ed è attualmente Presidente del Gruppo Socialista al Congresso dei Poteri Locali del Consiglio d’Europa e membro della Presidenza del Partito Socialista Europeo e della Global Progressive Alliance (ore 18.30). Il talk show è trasmesso in diretta radiofonica su Controradio e in web TV sulla pagina Facebook Controradio Firenze, in streaming sul sito www.controradio.it e sulla app Controradio.

Venerdì 14 settembre torna protagonista la musica con il live di Tommaso Talarico, cantautore di origini calabresi, affermatosi sulla scena fiorentina dal 2006. E’ della scorsa primavera il suo primo album, “Viandanti”, progetto che si muove tra sonorità rock e canzoni d’autore, si avvale della produzione artistica di Gianfilippo Boni e della collaborazione di numerosi musicisti tra cui Riccardo Tesi Giuseppe Scarpato, Riccardo Galardini, Lorenzo Forti, Fabrizio Morganti, Vanni Breschi e Claudio Giovagnoli (ore 21).

Finale di settimana in jazz con Dr Jobby & friends sabato 15 settembre (ore 19.30) e il Quiet Quartet, progetto musicale originale di Giulia Bartolini alla voce, Alessio Falcone al pianoforte, Luca Giachi al basso elettrico e Simone Brilli alla batteria, per la consueta Sunday Night Jazz, domenica 16 settembre (ore 21).

Related Posts