Logo Comune di Firenze

La settimana del Flower tra libri e musica

La settimana del Flower tra libri e musica

Letteratura e musica saranno le costanti di questa settimana al Flower, spazio dell’Estate Fiorentina al piazzale Michelangelo. Si comincia domani, martedì 18 settembre, con la presentazione del libro “L’orrore” (Feltrinelli), alla presenza dell’autore Pietro Grossi, con musiche dal vivo tratte da The Doors. La penna inquieta e precisa come un bisturi di Grossi vira stavolta verso l’horror, tratteggiando le atmosfere di un romanzo al limite del possibile. L’appuntamento fa parte del ciclo “Book Flower” in collaborazione con La Nottola di Minerva (ore 19, ingresso libero).

Mercoledì 19, per il ciclo “Contro il logorio della vita moderna”, al Flower arriva Leonardo Previ, autore di “Zainocrazia. Teoria e pratica di un futuro preferibile” (LSWR). La zainocrazia è un fenomeno emergente che offre una risposta costruttiva alle trasformazioni del nostro tempo, in opposizione alla forza distruttiva della burocrazia. Al centro del libro campeggia la figura dello zainocrate, una persona capace di chiudere nello zaino tutto quello che serve per affrontare qualsiasi ostacolo: i profondi cambiamenti del mondo del lavoro, le incertezze dell’economia, le trasformazioni radicali che la rivoluzione digitale sta imponendo a ogni aspetto della nostra civiltà. Si esce dal libro riconoscendosi nella zainocrazia e ottenendo suggerimenti molto concreti per affrontare il futuro con maggiore fiducia ed efficacia. Insieme all’autore interverrà Riccardo Ventrella (ore 18.45, ingresso libero).

Finale di settimana sulle note jazz: venerdì 21 settembre arriva il Cosimo Marchese Jazz Trio (ore 19.30), con Marchese alla batteria, affiancato dai due giovani talenti Federico Calabretta (al piano) e Bernardo Sacconi (contrabbasso/basso elettrico), per un repertorio tra improvvisazione tipicamente jazz e contaminazioni funk e rock; sabato 22 (ore 19.30) è la volta di un altro trio, capitanato da Max Calderai, uno dei più affermati pianisti jazz toscani, insieme a Bernardo Sacconi al contrabbasso e Cosimo Marchese di nuovo alla batteria, pronti ad esplorare le sonorità afro-americane e linguaggi più innovativi. Chiude la settimana domenica 23 la Sunday Night Jazz, con un trio di big: Titta Nesti alla voce, Franco Santarnecchi al piano/organo e Piero Borri alla batteria (ore 21). Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

 

 

Related Posts