Top

Blog

Florence Dance Festival

La danza come promotrice di un ritorno alla vita e alla condivisione. È questo l’obiettivo della 33° edizione del Florence Dance Festival, la manifestazione di Performing Arts tra danza, musica, opera e attività didattica per artisti e pubblico in programma dal 22 giugno al 24 luglio nel Chiostro Grande della Basilica di Santa Maria Novella che, per l’occasione, si trasformerà in anfiteatro davanti ad un palcoscenico circolare altamente tecnologico. 

Indossare l’Arte (Wear Art) è il titolo scelto dai direttori artistici del Festival Marga Nativo e Keith Ferrone che fa da filo conduttore ai numerosi eventi in programma, per vivere un’esperienza immersiva e tornare ad abbracciare lo spettacolo dal vivo. 

Ad inaugurare la manifestazione, mercoledì 22 giugno alle ore 21.00, “Il ritorno di Ulisse in patria” prima assoluta realizzata dall’Ensemble San Felice in collaborazione con Konzert Opera Festival, su musica di Claudio Monteverdi con un cast artistico di più di quaranta persone tra musicisti, cantanti e danzatori. 

Domenica 26 ore 18.30 Open Day “Music and Dance” con il “Florence Dance Platform”, vetrina per tantissimi giovani di talento che possono mettere in mostra tutte le proprie capacità di fronte a un pubblico di professionisti del settore; a seguire, alle ore 21.00 “Life & Dance” lo spettacolo cura dei maestri e degli allievi del Florence Dance Center, con la direzione artistica di Marga Nativo

Martedì 28 alle ore 21.30 la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, presenta due spettacoli in un’unica serata “Shoot Me” su coreografia di Diego Tortelli e “Bliss” del coreografo svedese Johan Inger

Dal 30 giugno al 8 luglio torna invece “Twilight in the Round”: la serie di cinque spettacoli con protagoniste 40 tra le migliori compagnie emergenti internazionali. Il 30 giugno, 5 e 7 luglio gli spettacoli dedicati al crepuscolo che giocano, a partire dalle ore 20.00, con la luce naturale rinforzata dalla scenografia luminosa del palco circolare. Altre due serate completano l’esperienza della Call for Artists 2022. Il 3 luglio alle ore 21.30 è il turno di “Sunshine Revérénce” spettacolo riservato alle compagnie presenti al Festival durante la scorsa edizione. 

Conclude il ciclo, l’8 luglio alle 21.30, “Moonlight” che privilegia alcune coreografie che idealmente trovano la loro ambientazione ideale sul palco abbellite dall’illuminazione teatrale. 

Le compagnie coinvolte sono: LESG’ARTS (Costa D’Avorio), James Pett & Travis Clausen-Knight (Londra), Dance Vision di Shang-Yen Juan (Austria) Lewis Major (Australia), KID A Performing Arts (Romania), National Theatre Brno (Repubblica Ceca), Ocram Dance Movement con Damiano Scavo (Sicilia), Le Lokart (Svizzera), Susan Koper (USA). 

Il 9 luglio, alle ore 21.00 una grande serata riservata alla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer ONLUS e La Milanesiana introdotta da Elisabetta Sgarbi con una lectio di Gianpaolo Donzelli e, a seguire, il concerto di Extraliscio con Orchestra Maderna e Peter Pichler

L’11 e il 12 luglio, alle ore 21.30 il Florence Dance Festival ha l’onore di ospitare Israel Galván, considerato uno dei più grandi interpreti di flamenco al mondo che presenta il pluripremiato spettacolo “L’età d’oro”, accompagnato dalla musica dal vivo di bravissimi musicisti, il cantante David Lagos che custodisce con cura i canti dei secoli d’oro, e Alfredo Lagos, un chitarrista di Jerez, città natale del flamenco. 

Dopo il grande successo al festival dell’anno scorso, il 14 luglio alle ore 21.00, l’emergente Equilibrio Dinamico Dance Company presenterà lo spettacolo “Suite Escape – Fuga dal passo a due” che sulla musica del più riconoscibile repertorio classico dialogherà visivamente con il pubblico in una versione contemporanea firmata dal pluripremiato coreografo Riccardo Buscarini, con la musica dal vivo eseguita da Benedetto Boccuzzi

Il 16 luglio, invece, la Mystes Dance Company, presenta il nuovo lavoro di urban dance firmato da Gigi Nieddu dal titolo “Deprivation” legato al tema della femminilità in tutte le sue sfumature, seguito dallo spettacolo del coreografo israeliano più richiesto del momento Lior Tavori, con “You Love It” e dalla produzione di FloDance2.0Introspezione”. 

FloDance2.0 la compagnia di giovani danzatori in residenza al Florence Dance sarà di nuovo protagonista il 19 luglio, alle ore 21.00 con una produzione inedita della coreografa Marga Nativo dal titolo “1943” che percorre la storia dei soldati italiani mandati in guerra. La serata si completa con la compagnia parigina Cie Rue Serendip di Prunelle Bry e Tristan Bénon che presentano il balletto “Pièce de Poche” un incontro tra due personaggi che riflettono sul proprio ruolo nel mondo. La serata sarà arricchita Andrea Marino, siciliano d’origine attualmente solista al Teatro di Monaco di Baviera, stella della nuova generazione di danzatori, che si cimenterà in una Variazione da Lago dei Cigni e dalla coreografia di Keith FerroneGioia (723)” con musica del pluripremiato compositore Andrea Portera

Il 21 luglio la compagnia toscana Kinesis CDC, costituita nel 2012 da Angelo Egarese ed Elena Salvestrini, porta sul palco del Festival la prima assoluta di “Who’s next? – Ask yourself!” che indaga su alcuni concetti esistenziali della nostra società. 

Completa e conclude la manifestazione l’Orchestra da Camera Fiorentina: 36 elementi diretti dal Maestro Giuseppe Lanzetta che presentano sul palco “Viva la Vida” un tributo ai Coldplay insieme al formidabile pianista Fernando Diaz

Tra le novità di questa edizione anche “Looking for…Wear Art Groups!” L’iniziativa promossa per offrire l’opportunità di conoscere i protagonisti del Festival da vicino, invitando il pubblico a incontrare gli artisti, i coreografi e i danzatori di persona poco prima dell’inizio di ogni spettacolo.Per maggiori informazioni sul programma: www.florencedancefestival.org/

Aggiungi commento