Top

Blog

Top Seven: 22 – 28 agosto

Comincia un’altra settimana dell’Estate Fiorentina 2022 tra musica, cinema, teatro ed esperienze di ogni tipo in giro per Firenze.

Si parte lunedì 22 alle ore 21.15 nell’Anfiteatro di Villa Strozzi con un nuovo spettacolo di “Anteprima – Avamposti Teatro Festival”, la rassegna teatrale dedicata alla drammaturgia contemporanea realizzata da dodici anni da Il Teatro Delle Donne.

Questo nuovo progetto estivo, che fa da anteprima all’edizione 2022 del Festival, vuole sfruttare un diverso periodo dell’anno per dar vita a qualcosa che sia ancor più legato al gioco e al tempo libero in spazi verdi della città.

Il 22 è il turno di “All’alba perderò” performance di e con Andrea Muzzi. Raccontando una comicissima serie di “perdenti illustri”, lo spettacolo affronta con ironia e leggerezza l’ultimo tabù della nostra società: il fallimento. Considerato come un semplice fatto negativo, il “perdere” è in realtà la chiave per affrontare le sfide e preparare le vittorie del proprio futuro. 

Martedì 23 alle ore 18.00 nella sale del Museo Marino Marini, invece, si parla di musica e ricordi con l’incontro “Le radio degli anni 80” un talk show dedicato alle due radio storiche fiorentine: Controradio e Radio Cento Fiori che ripercorre un viaggio attraverso gli eventi speciali che hanno firmato in questo decennio. Protagonisti della serata ospiti d’eccezione come Stefano Fabbri, Roberto Nistri, Andrea Sbandati, Gianni Pini, Benedetto Ferrara e Sara Maggi

L’incontro fa parte del calendario di “Anni Hottanta Remix” la manifestazione, tra i grandi eventi tematici dell’Estate Fiorentina, che ripercorre il decennio simbolo della rinascita creativa della città curata da Bruno Casini in collaborazione con Confservizi Cispel Toscana.

Gli eventi proseguono mercoledì 24 alle ore 19.00 alla Biblioteca Buonarroti con la nuova edizione di “Poesia nella città – Ascoltare Sguardi”, la rassegna diffusa per la città realizzata da Versiliadanza che propone tre nuove produzioni di poesia, musica e danza in un itinerario interdisciplinare di poesia, musica e danza dedicato al tema delle abilità differenti, dell’inclusione e delle pari opportunità che comporranno un’indagine basata sull’ascolto del proprio e altrui corpo e della percezione visiva del paesaggio che ci circonda.

Ad aprire la manifestazione  “Riflesso Schubert”. Una performance con audiodescrizione poetica in cui pianoforte e danza indagano le diverse poetiche del linguaggio schubertiano, qui proposto nel repertorio originale per pianoforte a quattro mani. La drammaticità e la sehnsucht del Romanticismo tedesco si fondono così con la dimensione familiare della hausmusik e la ‘pittura musicale’ della tradizione popolare, richiamate dal Divertissement à la hongroise. Una riflessione sulle infinite ispirazioni dell’invenzione musicale e della varietà timbrica e stilistica di Schubert, proposte attraverso l’inedita trasfigurazione nel corpo danzante. A danzare: Angela Torriani Evangelisti accompagnata dal duo pianistico composto da Caterina Pagnini e Marta Poggesi.

Giovedì 25 alle ore 21.30 debutta il primo appuntamento della mini tournée cittadina di “Brividi d’estate. Severino – una storia vera” lo spettacolo realizzato dall’Associazione Culturale Tri-boo scritto e interpretato da Irene Barbugli. Prima tappa il Parco di Villa Vogel nel Quartiere 4.

“Severino” narra dell’atroce delitto di Severino Bonini, avvenuto l’11 aprile 1951 nei boschi della Tassinaia. Colpevole del delitto si scoprirà essere niente meno che Pietro Pacciani, meglio conosciuto in seguito come “il Mostro di Firenze”. Il racconto viene portato in scena attraverso l’interpretazione di quattro personaggi femminili, una storia che diventa l’affresco di un’epoca, una realtà contadina della Toscana subito dopo la guerra, una narrazione corale sapientemente orchestrata dall’autrice.

Il Parco di Villa Vogel torna protagonista anche venerdì 26 agosto alle 21.30 con “Firenze Improvvisata” lo spettacolo di improvvisazione realizzato dall’Associazione culturale Sine Qua Non in collaborazione con LIF – Lega Improvvisazione Firenze, incentrato sulla storia della città. Sette attori professionisti (Mauro Monni, Giovanni Palanza, Gila Manetti, Jacopo Cini, Niccolò Nocentini, Alessio Bartoli e Martina Bocelli) racconteranno con la tecnica dell’improvvisazione teatrale e con le indicazioni estemporanee proposte dal pubblico, 11 episodi (famosi o meno) della storia di Firenze. Ne uscirà una gara tra due squadre di attori che si sfideranno a colpi di gag improvvisate ingraziandosi il pubblico che alla fine di ogni improvvisazione decreterà il vincitore della prova.

Uno spettacolo originale, divertente e inaspettato grazie anche all’aiuto fondamentale del pubblico che renderà unica la serata.

Sabato 27 agosto, invece, al Circolo Arci Le Panche – Il Campino è il turno dell’inaugurazione della mostra “Piazze creative e linguaggi comunicativi. Movimenti giovanili a confronto” a cura dell’Archivio Storico Il Sessantotto. 

20 pannelli dove viene proposto al pubblico un repertorio bibliografico e iconografico dell’archivio insieme a una mostra fotografica delle piazze fiorentine degli anni settanta. 

Le piazze, in quegli anni, divennero teatro di nuove forme di partecipazione collettiva in cui si affacciavano i diritti dei giovani, delle donne, delle minoranze, ma anche luoghi dove si esprimeva un nuovo tipo di creatività. Piazze fiorentine, profondamente legate ad altre piazze d’Europa, che divennero terreno di scambio, di confronto e di socializzazione per una varietà di soggetti che esprimevano nuovi bisogni e nuovi sogni. 

La mostra al Circolo sarà visitabile fino al 4 settembre.

Termina la settimana di eventi, domenica 28 agosto alle ore 21.30 un nuovo appuntamento con il Cinema nel Chiostro del Museo Novecento di Firenze con la proiezione, in anteprima, del film “La Nuit du 12” del regista Dominik Moll con Bouli Lanners, Anouk Grinberg, Bastien Bouillon, Mouna Soualem, Pauline Serieysm (thriller, 114 minuti, Francia 2022). La trama: si dice che ogni investigatore abbia un crimine che lo perseguita, un caso che lo ferisce più degli altri, senza che lui ne sappia necessariamente il motivo. Per Yohan quel caso è l’omicidio di Clara.

La proiezione fa parte della rassegna realizzata dallo Spazio Alfieri in collaborazione con M.Arte a.p.s. in programma fino al 6 settembre.

Ma sono tanti altri ancora gli eventi in programma per l’Estate Fiorentina 2022.

Scopri sul sito il calendario completo della manifestazione.

Aggiungi commento