Top

Blog

Firenze Jazz Festival

Dal 14 al 18 settembre in città arriva la musica jazz con la sesta edizione di Firenze Jazz Festival, la manifestazione, tra le più importanti di settore, che fa parte dei 15 grandi festival dell’Estate Fiorentina. Oltre 100 artisti saranno protagonisti di 41 eventi per una rassegna che coinvolge ville storiche, sale da concerto, chiostri rinascimentali e locali diffusi nei vari quartieri della città. Una grande festa musicale che porta il jazz nelle vie, nelle piazze e in alcune delle più belle location dell’Oltrarno e non solo con proposte che spaziano da esperienze più intime a grandi concerti tra jazz, musica elettronica, soul e pop.

Dal 6 al 10 settembre spazio a una speciale anteprima che esplora il genere in tutte le sue forme. Quattro giorni di musica in altrettanti scenari diffusi per la città che ospiteranno i concerti di artisti provenienti da tutto il mondo. Al Forte Belvedere inaugurano le Subconscious Trio con brani originali che uniscono influenze musicali di Taiwan, Bulgaria e Italia (6 settembre ore 20.30). A Villa Strozzi andranno in scena il concerto della vibrafonista taiwanese Yuhan Su (8 settembre ore 19.15) e del sassofonista Roberto Ottaviano insieme agli Eternal Love in “In Spirit of Mingus – The Centenary Tribute” (8 settembre ore 21.30).  Mentre a Villa Bardini appuntamento con Antonello Salis in “Piano Solo Recital” (9 settembre ore 19.00),  il pianista Francesco Maccianti insieme al sassofonista Stefano “Cocco” Cantini (9 settembre ore 21.30) i Botte di Cool Quartet (10 settembre ore 19.00) e Lucy Woodward Quartet (10 settembre ore 21.30).

Appuntamento mattutino anche in Sala Vanni con l’omaggio di Marco Colonna Trio a Charles Mingus per il centenario dalla sua nascita (10 settembre ore 11.00).

Dal 14 settembre il Firenze Jazz Festival entra nel vivo della sua programmazione. Si riparte dalla Sala Vanni con F2, il duetto nato dall’incontro tra la batterista Francesca Remigi ed il clarinettista Federico Calcagno (ore 19.00). Alle 19.15 il festival si sposta al Piazzale Michelangelo – Vip’s Bar con il giovane chitarrista pugliese Simone Basile

Sempre alle 19.15 il Giardino di Villa Strozzi accoglie un’esperienza letteraria con “Stazioni Sonore” il progetto di Claudia Tellini e Nico Vernuccio che propone un repertorio originale nell’intima formula di un duetto tra voce femminile e contrabbasso. La serata continua alle 21.30 all’Anfiteatro di Villa Strozzi con Rosa Brunello che presenterà “Sounds Like Freedom”, il nuovo progetto internazionale che la vede a fianco  della trombettista Yazz Ahmed, alle sperimentazioni di sapore arabo del chitarrista egiziano Maurice Louca ed il drumming innovativo di Marco Frattini

Alle 19.30 e alle 22.00, The Stellar ospita invece un quartetto di eccellenze della nuova generazione di musicisti jazz italiani: Michelangelo Scandroglio, Manuel Magrini, Bernardo Guerra e Cosimo Boni.

Giovedì 15 settembre, il musicteller Federico Sacchi omaggia l’artista Judy Garland con una delle sue esperienze d’ascolto che fondono musica, teatro, storytelling e video (Sala Vanni ore 20.45) per un evento in collaborazione con il Florence Queer Festival. 
Alle 18.30 e di nuovo alle 21.15, Michele Tino e Sophia Tomelleri Quartet propongono al Santarosa Bistrot un insieme di composizioni per sassofoni.  

Il festival si sposta poi di nuovo in Piazzale Michelangelo – Vip’s Bar con Dimitri Grechi Espinosa. Ad accompagnarlo in questo concerto Mc Nikke & Fabulous Brothers (ore 19.15 e 21.15). 
Nel Giardino di Villa Strozzi alle 19.15 arriva anche il Nazareno Caputo Phylum Trio, a presentare l’omonimo album d’esordio del vibrafonista insieme al contrabbassista Ferdinando Romano e al batterista Mattia Galeotti. A seguire Hamid Drake & Pasquale Mirra si esibiscono all’Anfiteatro di Villa Strozzi per un viaggio sonoro tra suggestioni e innovazione. Chiude la giornatan Romano/Burgoyne/Magrini Trio, con una jam session dalle 22.30 presso l’Ostello Tasso.

Venerdì 16 settembre alle 19.00 in Sala Vanni arriva Lilac for People l’ottetto guidato dalla cantante e compositrice Francesca Gaza, mentre alle 18.30 e alle 21.30 la fanfara Bandaradan si esibisce al Santarosa Bistrot con le loro sonorità balcan-gipsy insieme a originari sapori latino-americani. Al Piazzale Michelangelo – Vip’s Bar arriva il SeZam Trio composto da Manrico Seghi, Vladimiro Carboni e Francesco Zampini (ore 19.15 e 21.15). La programmazione prosegue al giardino di Villa Strozzi con MAG Collective, il progetto guidato dalla cantante Giulia Galliani con gli arrangiamenti della cantautrice canadese Joni Mitchell (ore 19.15). Alle 21.30, all’Anfiteatro di Villa Strozzi Barbara Casini presenta “Hermanos”, un viaggio nel variopinto panorama musicale dell’America Latina. Al suo fianco Roberto Taufic (chitarra), Seby Burgio (piano), e il sax dell’argentino Javier Girotto. 
Nel frattempo, alle 19.15 e poi alle 21.15, il Circolo La Rondinella ospita la cantautrice Marianne Mirage che, insieme alle tastiere di Marquis, al basso di Francesco Giampaoli e alla batteria di Pietro Gregori, porta la sua visione spirituale della musica tra groove anni ‘60 e melodie di chitarra e voce sognati. 

Uno degli appuntamenti più attesi è il concerto dei Calibro 35 con il loro speciale tributo ad Ennio Morricone, in programma venerdì 16 settembre alle 21.30 a Ultravox Anfiteatro Ernesto De Pascale. L’idea dei Calibro 35 è quella di ispirarsi allo sperimentalismo del maestro per omaggiare la sua infinita creatività. L’evento è realizzato da Le Nozze di Figaro e Ultravox Firenze in collaborazione con il Firenze Jazz Festival.

Sabato 17 settembre il Festival riparte alle 10.30 dalla Sala Vanni con l’incontro musicale tra Flavio Boltro, tromba di riferimento del jazz italiano ed europeo, in coppia con Fabio Giachino, tra i più virtuosi giovani pianisti italiani. Alle 12.00, sempre in Sala Vanni, un nuovo omaggio a Charles Mingus con Stefano Zenni che racconta “Il trionfo del bastardo”.  Al Circolo del Torrino alle 18.00 il trio Cherubini/ Volo/ Spitilli affronterà invece la reinterpretazione di alcuni standard jazz, basandosi sui propri background, mentre all’ Ultravox Firenze appuntamento con la grande festa del Firenze Jazz Festival che a partire dalle 18.00 vedrà in programma il dj set di Daddy G (Massive Attack) più i live di Meg, Joan Thiele, Mop Mop e l’apertura del collettivo Fvtvra. Un serata che riunisce i più grandi nomi della scena contemporanea, tra musica jazz, evoluzioni e contaminazioni di generi diversi. 

Il Festival si chiude domenica 18 settembre alle 12.30 a Poggio Casciano Le Tre Rane con il concerto di Ghost Horse la band composta da Dan Kinzelman e Joe Rehmer e dal batterista Stefano Tamborrino.

Infine, al Circolo della Rondinella alle 18.00 il concerto dei Guano Padano: un gruppo nato dall’incontro di tre grandi talenti della musica italiana, fondendo il jazz con country, blues, rock e tex-mex. A comporlo: Alessandro “Asso” Stefana, Danilo Gallo e Zeno De Rossi.

La rassegna è organizzata da Centro Spettacolo Network Soc. Coop. con la direzione artistica di Francesco Astore, il coordinamento di Enrico Romero e con Music Pool e Musicus Concentus.

Aggiungi commento