La prima settimana di Settembre al Molo

Posted on

Dai talk sul mondo dell’arte fino ai reading in riva all’Arno: prosegue con un ricco programma di eventi la settimana dal 3 all’8 settembre al Molo, in Lungarno Colombo, 27 (ingresso libero), che presenta ogni sera una proposta diversa da accompagnare a food e drink di qualità.

La settimana si aprirà martedì 3 alle 19 con “Maldifiume”, di Simona Baldanzi, un racconto denso, appassionato e poetico sul fiume Arno e sulle sue comunità, con la voce recitante di Federica Miniati.
L’evento, curato dall’associazione culturale La Nottola di Minerva, sarà anche occasione di dialogare con Tommaso Pucci, istruttore di sup, gli esploratori dell’Arno Arniani e Arnesi, e la cooperativa In Quiete col progetto dell’acquacoltura di Mulin di Bucchio in un dialogo su cosa è diventato l’Arno. Un viaggio di ricerca, di ascolto e di scoperte, fatto a piedi, in bici, in barca, in auto. Un viaggio lento e popolato di domande che cambiano passo passo e onda dopo onda. L’evento è curato dall’associazione culturale La Nottola di Minerva. Alle 19.30 Martina Francone di Wave Laboratorio del movimento terrà una lezione di gyrokinesis, allenamento basato su sequenze di movimenti fluidi e ritmici, coordinati alla respirazione.

Alle 20 per la rassegna 4×4, curata da Andrea Mi, il Molo ospiterà la storica dell’arte Daria Filardo che dialogherà con Martino Margheri, di Fondazione Palazzo Strozzi per parlare dei workshop e delle attività educative della Fondazione, principalmente finalizzati alla valorizzazione dell’arte come esperienza di condivisione e apprendimento. Alle19.30 Martina Francone di Wave Laboratorio del movimento terrà una lezione di gyrokinesis, allenamento basato su sequenze di movimenti fluidi e ritmici, coordinati alla respirazione.

Mercoledì 4 alle ore 18, in collaborazione con l’associazione Run X You e Ploggers World, il Molo propone l’Aperiplogging: attività che unisce impegno per l’ambiente e wellness, grazie alla raccolta dei rifiuti da terramentre si corre e si cammina. Dopo una piccola introduzione, ognuno partirà secondo il grado di allenamento per “ploggare” al passo di jogging o di walking. Il Molo fornirà ai partecipanti guanti monouso e sacchetti per raccolta. Alle 19 lo chef Francesco Bucciarelli incontrerà la consigliera comunale Antonella Bundu, attivista per i diritti civili per parlare del cibo-spazzatura che, sempre più spesso, viene propinato ai turisti a Firenze. A seguire, il dj set di Ennio Colaci.

Le tecnologie digitali saranno le protagoniste del talk di giovedì 5 dove la performer e docente di LABA Cecilia Lentini, incontra Rossella Catanese, docente di “Italian Cinema and Society” all’università Lorenzo de’ Medici Institute di Firenze per parlare di cinema d’avanguardia. A seguire, dalle 20 spazio alla musica black col big party “Molo in Black” e la selezione musicale di Junior P.

La musica sarà comunque protagonista del fine settimana al Molo con i dj set di Leo Martera (venerdì 6), Calafuria (sabato 7) e John Holys dj (domenica 8).

Parallelamente, sabato 7 e domenica 8 settembre appuntamento con “Pedagogia nel cuore al Molo!” un laboratorio gratuito dedicato ai più piccoli a cura della prof. Giulia Lensi, dove l’educatrice Carolina accoglierà i bambini con musica e giochi (ore 16.30).

Sono inoltre sempre attivi i corsi di Rafting, in compagnia dell’associazione T-Rafting, per una discesa sul fiume con bollicine. Per info e prenotazioni (lorenzo@t-rafting.com – t 3491780823) – www.t-rafting.com.

La proposta culturale è affiancata da quella gastronomica con le varie specialità del Molo: dal caratteristico lampredotto fiorentino della Ditta Eredi L. Nigro, alla pizza biologica a Km 0 di SimBIOsi, dalle ricette di mare del Polpaio dell’Elba fino alle due novità di quest’anno, i gustosi sapori mediterranei di Italian Tapas e la tradizione artigianale della Gelateria Vivaldi. Alla cocktail list sulle rive dell’Arno ci pensa lo staff dello storico locale Rex Firenze, che quest’anno compie 30 anni.

Tutti gli eventi della prima settimana di settembre al Molo

Posted on

Fiabe musicate, laboratori di gyrokinesis e reading in riva d’Arno: sono solo alcuni degli eventi in programma al Molo, lo spazio estivo in riva d’Arno, nella prima settimana di settembre, dall’1 all’8, che presenta ogni sera una proposta diversa da accompagnare a food e drink di qualità.

Si parte domenica 1 settembre con la musica, protagonista del concerto curato da Groovin’Rex feat. Accademia Europea di Firenze (ore 20.00).

Si prosegue lunedì 2 con “Fiabe jazz”, un format/spettacolo di teatro e musica ideato da Roberto Caccavo Francesco Giorgi con Marco Natalucci che trasporta bambini e adulti nel mondo della fantasia partendo ogni volta da una celebre fiaba (questa volta sarà Aladino) in un mix tra invenzione teatrale e incursione musicale. L’evento, una produzione Teatro popolare d’arte, attraverso musica e racconto coinvolgerà il pubblico senza però perdere di vista il tema principale della fiaba (alle 18.30, ingresso gratuito).

Martedì 3 si aprirà alle 18.30 con “Maldifiume”, di Simona Baldanzi, un racconto denso, appassionato e poetico sul fiume Arno e sulle sue comunità, con la voce recitante di Federica Miniati.
L’evento, curato dall’associazione culturale La Nottola di Minerva, sarà anche occasione di dialogare con Tommaso Pucci, istruttore di sup, gli esploratori dell’Arno Arniani e Arnesi, e la cooperativa In Quiete col progetto dell’acquacoltura di Mulin di Bucchio in un dialogo su cosa è diventato l’Arno. Un viaggio di ricerca, di ascolto e di scoperte, fatto a piedi, in bici, in barca, in auto. Un viaggio lento e popolato di domande che cambiano passo passo e onda dopo onda. L’evento è curato dall’associazione culturale La Nottola di Minerva. Alle 19.30 Martina Francone di Wave Laboratorio del movimento terrà una lezione di gyrokinesis, allenamento basato su sequenze di movimenti fluidi e ritmici, coordinati alla respirazione.

Mercoledì 4 alle ore 18, in collaborazione con l’associazione Run X You e Ploggers World, il Molo propone l’Aperiplogging: attività che unisce impegno per l’ambiente e wellness, grazie alla raccolta dei rifiuti da terra

mentre si corre e si cammina. Dopo una piccola introduzione, ognuno partirà secondo il grado di allenamento per “ploggare” al passo di jogging o di walking. Il Molo fornirà ai partecipanti guanti monouso e sacchetti per raccolta. A seguire, il dj set di Ennio Colaci.

Giovedì 5, spazio alla musica black col big party “Molo in Black” e la selezione musicale di Junior P.

La musica sarà comunque protagonista del fine settimana al Molo con i dj set di Leo Martera (venerdì 6), Calafuria (sabato 7) e John Holys dj (domenica 8).

Parallelamente sabato 7 e domenica 8 settembre appuntamento con “Pedagogia nel cuore al Molo!” un laboratorio gratuito dedicato ai più piccoli a cura della prof. Giulia Lensi, dove l’educatrice Carolina accoglierà i bambini con musica e giochi (ore 16.30).

Sono inoltre sempre attivi i corsi di Rafting, in compagnia dell’associazione T-Rafting, per una discesa sul fiume con bollicine. Per info e prenotazioni (lorenzo@t-rafting.com – t 3491780823) – www.t-rafting.com.

La proposta culturale è affiancata da quella gastronomica con le varie specialità del Molo: dal caratteristico lampredotto fiorentino della Ditta Eredi L. Nigro, alla pizza biologica a Km 0 di SimBIOsi, dalle ricette di mare del Polpaio dell’Elba fino alle due novità di quest’anno, i gustosi sapori mediterranei di Italian Tapas e la tradizione artigianale della Gelateria Vivaldi. Alla cocktail list sulle rive dell’Arno ci pensa lo staff dello storico locale Rex Firenze, che quest’anno compie 30 anni.

Ferragosto a Firenze: musei, piscine e concerti per chi è in città

Posted on

Chi l’ha detto che a Ferragosto a Firenze non c’è niente da fare? Se per caso, per lavoro o per scelta avete deciso di passare Ferragosto a Firenze, non vi mancheranno le alternative. Ecco una breve carrellata tra musei, mostre, piscine ed eventi da segnare in agenda.

2.MUSEI

ferragosto firenze

Palazzo Vecchio sarà aperto dalle 9 alle 23 e la Torre di Arnolfo fino alle 21 (la biglietteria chiude un’ora prima del museo). Aperto anche il Forte di Belvedere, dove è in corso la mostra di Eliseo Mattiacci ‘Gong’, dalle 11 alle 20 (ultimo ingresso ore 19). Dalle 11 alle 20 aperto anche il Museo Novecento (la biglietteria chiude un’ora prima del museo) mentre la basilica di Santa Maria Novella sarà visitabile dalle 12 alle 18.30 (chiusura biglietteria 45 minuti prima). Aperto anche il museo del Bigallo dalle 10 alle 12, con visite accompagnate su prenotazione (055288496).

2. CONCERTI

 

Nel Parco di San Salvi alle ore 21.30 appuntamento con Riccardo Tesi e Banditaliana per l’ormai tradizionale concerto di Ferragosto. Quest’anno l’appuntamento ha un significato particolare in quanto Banditaliana festeggia i suoi 25 anni di attività e lo fa presentando un nuovo disco intitolato “Argento”. Passione, ironia, impegno: queste e molte altre le qualità di un gruppo che ha fatto della musica tradizionale e popolare, contaminata con le musiche dal mondo. In scena a San Salvi, con Riccardo Tesi, Claudio Carboni, Maurizio Geri e Gigi Biolcati. L’ingresso al concerto di Ferragosto costa solo 12 €, la prenotazione è vivamente consigliata, dato il limitato numero di posti disponibili.

Per la rassegna Tuttappostoaferragosto, Il Giardino dell’Artecultura ospita invece la performance di Alyen Roy Band, tra jazz, swing, bossa nova e fusion.

3. DJ SET E COCOMERO PARTY

ferragosto firenze

Ferragosto alla Limonaia di Villa Strozzi, in cima alla verde collina di via Pisana, significa cocomerata di gruppo accompagnata da sound di festa e gran divertimento. In consolle Gianni Frati Dj.

Dj set, aperitivo e dance music di casa anche in riva d’Arno, nel rinnovato spazio della River Urban Beach.

Light – Il Giardino di Marte, nei pressi dello Stadio Franchi, vi aspetta invece con Light Dj Set a partire dalle 21.30.

4. PISCINE

ferragosto firenze

Per chi trascorre il Ferragosto in città sarà possibile inoltre rinfrescarsi nelle piscine comunali, aperte anche il 15 agosto. La piscina Costoli a Campo di Marte (viale Paoli 9) offre una vasca per i tuffi, una vasca per il nuoto libero e una grande vasca per i più piccoli, con altezze diverse che partono da zero. Sono possibili abbonamenti e tariffe famiglia (http://servizi.comune.fi.it/servizi/scheda-servizio/piscina-costoli-estiva). A Bellariva c’è la piscina Nannini, con vasche ad altezze diverse e vari eventi di musica e fitness (https://www.facebook.com/piscinabellariva/). Anche in questo caso possibili abbonamenti e tariffe famiglia. Nel Parco delle Cascine è aperta la piscina delle Pavoniere con anche tanti eventi serali (http://www.uisp.it/firenze/piscinalepavoniere).

Pasta al sugo e cocomero per San Lorenzo, Firenze festeggia il suo copatrono

Posted on

Pasta al sugo, cocomero, yogurt e panna: Firenze festeggia il suo co-patrono con una cena in piazza, accompagnata da concerto e balli a seguire. E’ il programma di venerdì 10 agosto, San Lorenzo. E’ la notte delle stelle cadenti ed in piazza San Lorenzo, sul lato del Canto dei Nelli, grazie agli operatori del mercato centrale, degli ambulanti e grazie al contributo della Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze sarà festa per i cittadini.

“E’ la festa della comunità – annuncia il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – che inizia alle ore 20 col tradizionale concerto bandistico organizzato da don Marco Viola, parroco di San Lorenzo e prosegue, intorno alle ore 21, con la distribuzione della pasta al sugo, del cocomero e di panna e yogurt. Si ride, si scherza e poi si balla. E’ un appuntamento cittadino che lega il tessuto commerciale della zona e l’amministrazione comunale”.

L’evento è stato presentato in Palazzo Vecchio dal presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci insieme a Claudio Bianchi, presidente Confesercenti Firenze, Massimo Ciucchi di Conad Tirreno, Aldo Corsano, presidente Confcommercio Firenze, Antonio Petrucci dei Cuochi Fiorentini.

“E’ una delle feste popolari della città assieme a San Giovanni ed alla Rificolona. Viene realizzata – aggiunge il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci – grazie al volontariato ed alle tante persone che offrono un importante contributo per la buona riuscita della festa. Vorrei citare il presidente del mercato centrale Massimo Manetti che offrirà il cocomero e la carne per il ragù e Andreina Sieni, commerciante della piazza, il Pastificio Toscano per la pasta, la Conad Tirreno per il pomodoro, l’associazione Cuochi Fiorentini che cuoceranno gratuitamente, sul momento, la pasta, la Confesercenti e la Confcommercio, le Botteghe storiche di San Lorenzo, la Mukki Latte che proporrà panna e yogurt, l’Opera medicea Laurenziana ed il il priore di San Lorenzo, monsignor Marco Domenico Viola e la Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze che anche quest’anno ha offerto un contributo per la festa di San Lorenzo. Siamo sicuri – conclude il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – che, come negli anni passati, la festa avrà grande successo”.

La festa in onore di San Lorenzo inizierà nella Basilica alle 8 ed alle 9 con due Messe.

Alle 9,30 ufficiatura corale; alle 10,45 accoglienza dei Ceri votivi offerti dal Comune; alle 11concelebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Arcivescovo Giuseppe Betori; alle 17 Secondi Vespri e venerazione della reliquia di San Lorenzo; alle 18 Santa Messa; alle 20 Concerto bandistico ed inizio della festa in piazza con distribuzione gratuita di penne al ragù, cocomero, panna e yogurt.

 

LONTANO DA DOVE | Terre di mezzo 2018

Posted on

Teatro, musica, arte: un progetto multidisciplinare che indaga la periferia con particolare attenzione alle problematiche dell’immigrazione e dell’integrazione nella società contemporanea. Una rassegna “itinerante” di spettacoli teatrali e musicali che tra luglio, settembre e ottobre coinvolgeranno diverse discipline e generazioni di pubblico con produzioni originali della compagnia CATALYST e il coinvolgimento di artisti impegnati da tempo sui temi della multiculturalità, delle migrazioni, della diversità e dell’inclusione, come l’attore albanese Aleksandros Memetaj e Benedetta Manfriani fondatrice del Coro multietnico CONfusion, nato all’interno del Progetto Accoglienza di Borgo San Lorenzo. In quest’ottica rientrano anche il seminario di produzione PASSEGGERI DEL MONDO realizzato da TEATRO OFFICINA DEL PANE e gli spettacoli musicali per ragazzi VERDEMENTA e FIABE DAL MONDO.

Progamma:

BIBLIOTECA FILIPPO BUONARROTI

Viale Guidoni, 188 Novoli Firenze

 

mercoledì 4 luglio 2018 ore 21.00

ALBANIA CASA MIA

di e con Aleksandros Memetaj

produzione Argot

La storia di un figlio che cresce lontano dalla sua terra natia, in Veneto, luogo che non gli darà mai un pieno senso di appartenenza. E’ anche la storia di un padre, dei sacrifici fatti, dei pericoli corsi per evitare di crescere suo figlio nella miseria di uno Stato che non esiste più

dalle ore 20.00 Aperitivo

 

martedì 11 settembre 2018 ore 18.00

Coro CONfusion in concerto

diretto da Benedetta Manfriani

a seguire

MEDITERRANEA
installazione sonora a cura di Benedetta Manfriani in collaborazione con Tempo Reale

Il progetto ConFusion ha creato un coro multietnico formato da un gruppo di rifugiati provenienti da diversi Paesi del mondo e membri della popolazione locale, che insieme lavorano sul repertorio popolare delle diverse tradizioni musicali e non solo, e periodicamente si esibiscono in concerti pubblici che coinvolgono le varie comunità del territorio.

L’obiettivo principale del progetto è favorire l’inclusione dei rifugiati nel tessuto sociale del territorio utilizzando i canti popolari tradizionali delle diverse culture come strumento di facilitazione dei rapporti e della conoscenza tra le persone alla scoperta dei caratteri e degli aspetti tematici comuni.

 

BIBLIOTECA FABRIZIO DE ANDRE’

Via delle Carra, 2 Zona San Jacopino Firenze

 

martedì 18 settembre ore 18.00

INVASIONI TEATRALI & CONfusion in concerto

un progetto Catalyst in collaborazione con Benedetta Manfriani

Un’incursione fra i lettori della Biblioteca tra monologhi e canti della tradizione popolare per riflettere su accoglienza e integrazione.

 

martedì 25 settembre ore 18.00

VERDEMENTA E LE FIABE DAL MONDO

lettura musicale dalla fiaba di Elisabetta Jankovic

con Giorgia Calandrini

Alle porte di una città abitata da un popolo chiuso in se stesso, viene lasciata una neonata dalla pelle verde e, per giunta, con le antenne. Si decide di accogliere la piccola, a cui viene dato il nome di Verdementa. Passano gli anni e la bambina cresce e con lei gli Ottuasi, che riescono così ad accogliere una persona “diversa” da loro e addirittura a modellarsi su di essa…

 

 

BIBLIOTECANOVA ISOLOTTO

Via Chiusi, 4/3 A Isolotto Firenze

 

giovedì 4 ottobre ore 18.30

CLANDESTINO

testo e regia di Riccardo Rombi

con Aleksandros Memetaj, Rosario Campisi, Virginia Billi

produzione Catalyst

Uno spettacolo di prosa di nostra produzione che ribalta completamente il concetto che spesso si lega a questa parola. Nel nostro caso chi vuole darsi alla clandestinità è un anziano signore che piuttosto che finire i suoi anni in un ospizio, preferisce darsi alla “clandestinità” e scappare in Africa assieme al suo compagno di stanza, un professore senegalese.  In scena tre personaggi e un allestimento tecnico molto semplice.

 

sabato 13 ottobre ore 11.00

CONfusion.2 in concerto

diretto da Benedetta Manfriani

Sull’onda del Progetto interculturale nato all’interno del Villaggio La Brocchi di Borgo San Lorenzo, a Firenze nasce CONfusion.2, il nuovo percorso etnomusicale diretto da Benedetta Manfriani in collaborazione con SPRAR Firenze.

 

venerdì 26 ottobre

LONTANO DA DOVE 2017

Presentazione del Documentario finalista del Bando Migrarti 2017

Con la partecipazione del Coro CONfusion

In occasione della presentazione dei Corsi di Italiano per stranieri

ottobre 2018

PASSEGGERI DEL MONDO
Laboratorio di Produzione

in collaborazione con Teatro Officina del Pane

Un laboratorio intensivo rivolto ad un minimo di dieci partecipanti, di ogni fascia di età, da realizzarsi nel mese di ottobre con almeno 8 incontri (giorno della messa in scena compresa) finalizzato alla realizzazione della performance “Passeggeri del mondo”

Il percorso laboratoriale si pone l’obiettivo di lavorare a un itinerario visionario che ripercorre l’esperienza degli immigrati italiani del secolo scorso per raccontare al pubblico l’eccitazione della partenza e la speranza, ma anche lo spaesamento, le barriere, i luoghi comuni e la paura del diverso, per riportare alla memoria la storia che abbiamo in comune con molti altri popoli.

 

 

Tutte le iniziative si svolgeranno a ingresso libero.

Per info: www.catalyst.it

Facebook: www.facebook.com/compagnia.catalyst

Arrivano i ‘Fochi’ di San Giovanni 2018

Posted on

Quest’anno la serata si aprirà sul Lungarno della Zecca Vecchia alle ore 20:30 con un concerto tenuto dall’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole: oltre 90 musicisti, diretti dal Maestro Edoardo Rosadini che dalle 20.30 accenderanno i “fochi” di S. Giovanni, in un’atmosfera senz’altro speciale.

Alle ore 22:00, dopo i saluti delle Autorità, partirà la pioggia di “fochi” da Piazzale Michelangelo.

Il Presidente della Società di San Giovanni Battista avv. Franco Puccioni dichiara: “L’organizzazione e gestione dei Fochi per il Santo Patrono della Città di Firenze è per la Società di San Giovanni Battista il più duro ma gradito compito: con gioia annunciamo che anche quest’anno potremo offrire il tradizionale spettacolo tanto amato da cittadini e turisti. Un ringraziamento speciale va alla Fondazione CR Firenze, che, particolarmente attenta alle preoccupazioni per la realizzazione dei Fochi, ha deciso di offrire un contributo sostanziale e determinante sottolineando ancora una volta la vicinanza tra la Fondazione e la Società di San Giovanni Battista. Da menzionare anche la vicinanza dell’Amministrazione comunale che ci ha accompagnati durante tutte le fasi organizzative al fine di rispettare tutte le norme di sicurezza necessarie per il sereno svolgimento della serata’’.

‘’Come avevamo già annunciato – sottolinea sua volta il Direttore di Fondazione CR Firenze Gabriele Gori – quest’anno sosteniamo interamente il costo dei “fochi” del 24 giugno per sottolineare il nostro forte e costante sostegno alla Società di San Giovanni Battista e la nostra grande attenzione alle tradizioni di Firenze. Una ricorrenza particolarmente cara alla città come testimoniato dall’affluenza, davvero considerevole, al progetto ‘Aspettando i Fochi’ che il 24 di ogni mese ha visto a Villa Bardini centinaia di fiorentini assistere agli incontri culturali e al piccolo ‘assaggio’ dello spettacolo che ci attende domenica prossima’’.

La Scuola di Musica di Fiesole renderà gradevole l’attesa dei Fochi con il concerto dei suoi ragazzi sul Lungarno della Zecca Vecchia.

Durante la conferenza stampa è stata presentata in anteprima dal maestro orafo Paolo Penco la Croce di San Giovanni 2018 (realizzata da lui in collaborazione col figlio Riccardo): come ogni anno dal 2004, l’opera riproduce una delle Croci con le quali è stato raffigurato San Giovanni Battista. Quest’anno l’ispirazione è tratta dalla Croce rappresentata sulla tavola a fondo oro del XIV Secolo conservata nel Museo di Arte Sacra di San Casciano Val di Pesa e verrà donata al Cardinale, al Sindaco e, in riconoscimento all’impegno straordinario, non solo di quest’anno, per la realizzazione dei Fochi, anche, in rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, al Presidente Umberto Tombari.

Quest’anno i Fochi saranno finanziati interamente finanziati dalla Fondazione CR Firenze 

Notturno Europeo

Posted on

Concerti, proiezioni, incontri con personalità del mondo della cultura per provare a raccontare questo nostro tempo senza tempo.
Nell’anno del cinquantenario del Sessantotto, le parole chiave di questa edizione sono Desiderio e Rivoluzione. Il Notturno europeo si svolge al Forte di Belvedere e al Museo Novecento.
Per l’occasione sarà composto ed eseguito il concerto Notturno Elettrico a cura di Tempo Reale.
Progetto ideato e curato da Pinangelo Marino nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2018 in collaborazione con Museo Novecento.

Primo appuntamento:

Lectio Magistralis di MASSIMO RECALCATI
Vita e morte del desiderio”
Il Sessantotto ha affermato il diritto al desiderio. Una nuova generazione ha rivendicato il diritto alla parola.
Quale destino conosce il diritto al desiderio nel nostro tempo? È desiderio di vita o desiderio di morte?

Segue

Notturno Elettrico a cura di Tempo Reale

Sonorizzazione dal vivo di alcune sequenze d’archivio, immagini esclusive girate durante i momenti più rappresentativi della rivoluzione studentesca del 1968.

 

ZUMTRIO

Francesco Canavese, chitarra elettrica

Francesco Giomi, sintetizzatori

Stefano Rapicavoli, batteria

A cavallo tra struttura e improvvisazione, il progetto di Tempo Reale (Centro di ricerca produzione e formazione musicale) si cimenta con la relazione con immagini particolari in grado di stimolare una ricerca musicale ispirata a temi di libertà espressiva, accoglienza e riflessione politica.

Gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

Sito Web

L’Affratellamento all’Anconella

Posted on

La Società Ricreativa L’Affratellamento di Ricorboli, da oltre 140 anni è ben radicata nel territorio del quartiere Colonna-Gavinana e continua il suo impegno nel promuovere le proprie attività all’insegna di Cultura è Solidarietà.

Con un programma di temi e di arti varie per l’Estate Fiorentina 2018, con sette eventi in Giugno, in Luglio e in Settembre, porta le attività dalla propria sede di via G. Orsini al Parco dell’Anconella e in altri luoghi, proponendo ai cittadini del Quartiere 3 e della città, vari appuntamenti con piacevoli e interessanti eventi culturali e spettacoli.

La proposta intende incentivare e qualificare la fruizione del Parco dell’Anconella e la sua valorizzazione (dopo i gravi danni subiti nell’Agosto 2015, ancora) e consolidare la presenza dell’offerta di Cultura nell’area fiorentina in cui l’Affratellamento da anni svolge un ruolo centrale.

Anche in questa edizione il programma è il frutto della stabile collaborazione con le associazioni del territorio a cui vanno i nostri ringraziamenti.

PROGRAMMA:

14 GIUGNO 2018 – ORE 21:30

(a causa di problemi tecnici) c/o Parrocchia Santa Maria a Ricorboli, via Marsuppini, 7 – Firenze

Amore e poesia nel canto XXVI del Purgatorio di Dante
Lorenzo Bastida

legge e commenta il Purgatorio di Dante in memoria di Vittorio Sermonti

È l’ultima cornice, quella dei lussuriosi, le cui fiamme Dante stesso dovrà attraversare per ritrovare Beatrice nel Paradiso Terrestre, luogo di origine della specie umana. Due dei poeti d’amore che più hanno influito nella formazione culturale dell’Alighieri (Guido Guinizzelli e Arnaut Daniel) prendono la parola: e il secondo parla la sua lingua (il provenzale) in quello che è il più lungo, e senza dubbio il più emozionante, inserto linguistico della Commedia.
Da notare il fatto che i lussuriosi omosessuali siano puniti esattamente come gli eterosessuali: senza altra distinzione che la direzione di marcia; senza aggravanti né afflizioni aggiuntive. La parola poetica, fuoco che in eterno consuma le anime di Paolo e Francesca, può e deve trasformarsi in fiamma purificatrice.

21 GIUGNO 2018, dalle ORE 17:30

c/o “Casina Rosa”, via Villamagna, 140 – Firenze
in collaborazione con l’Associazione culturale Studio Rosai

Lo studio di Ottone Rosai in via Villamagna

Apertura al pubblico nel pomeriggio della “Casina rosa”, luogo simbolo della attività svolta negli anni trenta da Ottone Rosai nello studio di Via Villamagna.
Performance di giovani artisti e, dopo cena (ore 21:30), incontro con esperti di Rosai, proiezione di immagini dei suoi quadri, letture di testi, testimonianze orali sull’Artista.

con la partecipazione di
Fabio Norcini dello Studio Rosai di Via Toscanella
Luciana Somigli
e con la partecipazione delle nipoti di Ottone Rosai.

Coordina l’incontro Laura Bocciolini
All’evento aderisce la Rivista Pegaso, quadrimestrale di Cultura, Arte, Costume

Negli anni ’30 Ottone Rosai, già pittore affermato si trasferisce nello studio di via Villamagna (ex casotto del dazio), intorno al 1931-32, estremamente fecondo, che lascia una traccia profonda nel quartiere, tanto è vero che ancora all’inizio degli anni Settanta si parlava della “Casa dei pittori”, comunemente identificata con la “casina rosa”, attuale sede dell’associazione Cambiamusica.

28 GIUGNO 2018, ORE 21:30

c/o Parco dell’Anconella – Firenze

Odoardo Spadaro, lo chansonnier di Firenze

Percorso narrativo, Prof.ssa Elena Giannarelli
Percorso musicale, chitarra e voce, Maestro Luigi Gagliardi
Il percorso narrativo e musicale sarà accompagnato da proiezioni di immagini e video.

Omaggio a Odoardo Spadaro (1893-1965), sulla base dei suoi scritti autobiografici e delle sue canzoni, note perché ricostruiscono le vicende del primo artista di varietà internazionale, che mai tradì la sua identità di fiorentino.


5 LUGLIO 2018, ORE 21:30

c/o Parco dell’Anconella – Firenze

Abbracciare l’arpa
Antonella Natangelo

Concerto di arpa e canto

ll concerto di Antonella Natangelo oltre a far conoscere le musiche della compositrice, arpista, maestra d’arpa e soprano, propone la condivisione con il pubblico di un momento magico con lo strumento degli “angeli”, che si concretizza in un abbraccio con lo strumento musicale, invitando il pubblico ad avvicinarsi all’arpa e ad abbracciarla.
Da qui il titolo dell’evento, “Abbracciare l’Arpa”. L’abbraccio dopo un concerto potrebbe diventare un’esperienza unica e indimenticabile. Il momento finale, dedicato ad “abbracciare l’arpa”, intende coinvolgere il pubblico che potrà porre domande all’artista su questo particolare e affascinante strumento, sulla sua storia.

12 LUGLIO 2018, dalle ORE 17:30

c/o Parco dell’Anconella – Firenze
in collaborazione con l’Associazione Culturale Comarimaggio

Lab giovani: amicizia e ambiente nella creatività dei giovanissimi
Laboratorio per una fiaba da rappresentare al termine della giornata.

Le mani, la voce e il cuore
Laboratorio Artistico Multidisciplinare

Realizzazione di bacchette magiche, filtri e pozioni

Spettacolo: Nel bosco incantato

fiaba magica per gnomi, fate e folletti
con la partecipazione di 10 attori

13 LUGLIO 2018 – Venerdì – ORE 21:30

c/o Parrocchia Santa Maria a Ricorboli, via Marsuppini, 7 – Firenze

Donne dentro
Donne Senza Tempo

letture dal libro di Monica Lanfranco
sulla condizione di Detenute e Agenti di Polizia Penitenziaria nelle carceri femminili italiane.
A cura di Roberto Mazzi e del gruppo Donne senza Tempo


13 SETTEMBRE 2018, ORE 21:15

c/o Parco dell’Anconella – Firenze
in collaborazione con l’Associazione Musicale Fiorentina

Ray Bepi Big Band, in concerto

direttore Mirco Rabitti
Musiche Jazz e Swing

La prima Big Band nasce a Prato negli anni 70 e prende il nome dal suo primo direttore (Rainone) e dalla sua prima “prima” tromba (… si chiamava Beppe). Nel 1992 rinasce presso l’Associazione Musicale Fiorentina mantenendo il nome originario. L’organico riproduce quello “classico” dei jazzisti americani storici. Esegue un repertorio che spazia dai classici della “swing era“ ai ritmi latini. Attualmente è diretta da Mirco Rabitti.

20 SETTEMBRE 2018, ORE 21:15

c/o Parco dell’Anconella – Firenze
in collaborazione con l’Associazione Musicale Fiorentina

Concerto del Complesso Bandistico

diretto dal Maestro Marco Mangani

 

Sito Web

Facebook

Tornano i giovedì al Balagan Cafè del giardino della Sinagoga

Posted on

Balagan Cafè: giovedì 7, 14, 21, 28 giugno; 5 e 26 luglio; 2 e 30 agosto, 2 settembre – Giardino della Sinagoga di Firenze – apericena dalle 19.30, conferenza alle 20.30, concerto 21.30

Il Balagan va in città: mercoledì 13 giugno, ore 20.30 e martedì 3 luglio, ore 17.30 – Murate PAC

a cura della Comunità ebraica di Firenze

Anche quest’anno il Giardino della Sinagoga torna ad aprirsi alla città con la quarta stagione di Balagan Cafè che proporrà una serie di incontri, concerti e appuntamenti enogastronomici, nei giovedì sera estivi. A completare la rassegna anche due eventi collaterali “Il Balagan va in città” in cui i cinema e teatro israeliano saranno l’occasione per parlare del contemporaneo.

Il tema del Balagan Cafè 2018 è lo “Storytelling”; la comunità ebraica ha scelto di interpretarlo nel senso del racconto della vita ebraica in Italia e in Europa nel ‘900, attraverso la narrazione dei tanti anniversari che si celebrano nel 2018. Il titolo della rassegna di questo anno  è: 18: il racconto della vita, giocando sul fatto che nella tradizione cabalistica che lega le parole ai numeri tramite l’interpretazione matematica dell’alfabeto ebraico, 18 è un numero celebre e significativo, corrispondente alla parola chai, vita.

Gli appuntamenti partiranno dalla narrazione di grandi momenti della vita italiana ed europea legati al 2018 da un anniversario: dal 1938, anno delle leggi razziali, al 1948, anno della Costituzione italiana, e al contempo anno della nascita di Israele; ma arrivando anche al ’68, e ad altri compleanni meno noti. Di seguito alcune delle tracce previste, che animeranno le serate del Balagan, consolidando ed espandendo la grande esperienza di questi anni.

La Comunità Ebraica di Firenze uscirà anche dal giardino della Sinagoga di via Farini e si sposterà alle Murate Pac,  con due incontri per parlare di teatro e cinema israeliano, aprendo così le porte a una prospettiva nuova e moderna per comprendere le dinamiche della contemporaneità.

Parlare di teatro e di cinema israeliani significa parlare della società, della cultura, della storia e della politica di Israele. Un focus su questi argomenti in Europa risulta indispensabile: far conoscere da vicino la società israeliana è il modo migliore per abbattere pregiudizi e stereotipi, spesso veicolati dai media. In Israele non esiste chiusura o preclusione al dialogo, rifiuto di affrontare problemi o tematiche complesse, il dibattito è aperto su moltissimi temi che riguardano la collettività, dalla politica, alla convivenza, all’immigrazione, al linguaggio, alla religione; il teatro e il cinema si fanno naturalmente portavoce di queste istanze, collaborando quindi a questa continua elaborazione “civile”. Ma, soprattutto, cercare un confronto per noi Europei è fondamentale per un altro motivo: i temi citati – tolleranza, coabitazione, multicultura, rapporto con la propria memoria, politica e identità – non riguardano solo Israele, riguardano tutto il mondo, in continua trasformazione e rinnovamento identitario.

Sito

Facebook

 

Fiorente 2018: la terza edizione della magnifica cavalcata urbana fiorentina

Posted on

Domenica 3 Giugno 2018 si terrà la terza edizione di Fiorente, la magnifica cavalcata urbana per le strade e le piazze del centro storico di Firenze, grazie all’organizzazione dell’Arciconfraternita di Parte Guelfa e la collaborazione di Comune di Firenze, Federazione Italiana Sport Equestri, Ippodromo del Visarno, Class Horse TV, Cooperativa Agricola di Legnaia e Arciconfraternita della Misericordia.

Fiorente affonda le proprie radici storiche nelle parate a cavallo che attraversavano il monumentale centro storico di Firenze in occasione delle visite di teste coronate e altre importanti personalità. La prima edizione ha riportato un significativo successo con settanta tra cavalieri ed amazzoni che hanno sfilato nel centro cittadino di Firenze. Il costo di iscrizione è di 50 euro e comprende per i partecipanti l’alloggio e il vitto per il cavallo nonché la partecipazione a pranzo a buffet che sarà realizzato sempre presso l’impianto del Visarno.

La manifestazione sarà aperta a cavalieri ed amazzoni con patente FISE A e superiori – ed eventuali eccezioni autorizzate – con età minima di anni 14 compiuti se accompagnati da persona maggiorenne. I cavalli degli iscritti dovranno essere muniti di documenti sanitari e assicurazioni federali o private in corso di validità. Ogni iscritto avrà diritto ad un contrassegno senza il quale non sarà possibile partecipare alla manifestazione che sarà organizzata in una sfilata di gruppi di cavalieri distanziati e composti ciascuno da non più di 10 cavalieri condotti da guide a cavallo. Ogni iscritto è tenuto a rispettare tutte le norme di sicurezza federali.

La partenza della passeggiata è prevista per le ore 9.30 con registrazione tassativa entro le ore 8.30 e il buffet alle ore 13.30. L’itinerario prevede il seguente percorso: Ippodromo Visarno, Porta a Prato, Lungarno Vespucci‎, Lungarno Corsini, Via Tornabuoni, Via Strozzi, Piazza della Repubblica, Piazza Signoria (con schieramento e saluto autorità civili), Via de’ Neri, Piazza Santa Croce, Piazza San Firenze, Via Calzaiuoli, Piazza Duomo (con giro piazza in senso orario e saluto alle autorità religiose), Via Cerretani, Piazza Santa Maria Novella (con schieramento e saluto autorità sportive), Piazza Goldoni, Corso Italia, Piazzale Vittorio Veneto e attraversamento dell’intero Parco delle Cascine con rientro sul Viale del Visarno e circuito del trotto dell’Ippodromo del Visarno.

Il ritrovo, la partenza, il buffet ed il convegno saranno realizzati presso gli ambienti interni ed esterni dell’ippodromo del Visarno con accesso da via delle Cascine.

 

Sito Web