Festival au Désert Firenze

Posted on

Dal 30 giugno al 3 luglio alla Manifattura Tabacchi

Dal 30 giugno al 3 luglio il Festival au Désert porta a Firenze, quest’anno per la prima volta negli splendidi spazi della Manifattura Tabacchi, la magia dell’incontro in musica tra culture lontane, per quattro giorni di ritmi, riflessioni e socialità.
Oltre ai concerti dei protagonisti della musica del Mediterraneo e della cultura tuareg e berbera, il progetto si svilupperà attraverso dj set, incontri, attività per le famiglie, proiezioni, percorsi gastronomici, reading, all’insegna del tema del transito e della migrazione.
Il Festival au Désert di Firenze è un progetto musicale multiculturale che dal 2010 ha realizzato una rete per la creazione contemporanea tra Africa, Mediterraneo ed Europa, a partire dalla collaborazione tra il Festival au Désert di Essakane (Mali) e la Fondazione Fabbrica Europa.
Tra gli artisti ospiti della nona edizione: Baba Sissoko (Mali), Ibaaku (Senegal), Ballaké Sissoko (Mali), Clap Clap (Italia), Les Filles de Illighadad (Niger), Acid Arab (Francia).

Il Festival au Désert di Firenze è un progetto musicale multiculturale nato nel 2010 dalla collaborazione tra il Festival au Désert di Essakane (Mali) e Fondazione Fabbrica Europa.

Un progetto di Fondazione Fabbrica Europa con il sostegno di  Comune di Firenze / Estate Fiorentina

>>  ingresso gratuito

https://www.festivalaudesertfirenze.com/

PROGRAMMA

SAB 30 GIUGNO, dalle 19
VOCABOLARIO MONDO
EYO 'NLE BRASS BAND (Benin)
a seguire DJ SET

DOM 1 LUGLIO, dalle 19
incontri, workshop, cibo, visual, artigianato
BABA SISSOKO (Mali) | IBAAKU dj set (Senegal)

LUN 2 LUGLIO dalle 19
incontri, workshop, cibo, visual, artigianato
BALLAKE SISSOKO (Mali) | CLAP CLAP dj set (Italia)

MAR 3 LUGLIO dalle 19
incontri, workshop, cibo, visual, artigianato
LES FILLES DE ILLIGHADAD (Niger) | ACID ARAB (Francia)

Voci lontane, voci sorelle. Festival internazionale di poesia

Posted on

Voci Lontane, Voci Sorelle è una rassegna che vede la partecipazione di importanti poeti stranieri (Catherine Barnett, Alexander Chee, Kathy Engel, Richard Harrison, Mihaela Moscaliuc) e italiani (come Enzo Frungillo, Andrea Inglese, Marco Simonelli, Ida Travi. Il festival, oltre alle letture dei poeti ospiti, include incontri con essi, presentazione di libri, dibattiti critici, spazi dedicati alla poesia emergente e momenti di rilettura di poeti importanti della tradizione moderna (in una prospettiva di avvicinamento di un pubblico più ampio al linguaggio della poesia).

Lunedì 4 giugno, h 17, Sala Ferri, Gabinetto Vieusseux, Palazzo Strozzi

Poesia italiana degli ultimi decenni. A partire dai volumi di Maria Borio, Poetiche e individui. La poesia italiana dal 1970 al 2000

(Marsilio, 2018) e di Paolo Giovannetti, La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura (Carocci, 2017).
Partecipano, con gli autori, Stefano Giovannuzzi e Cecilia Bello

 

Martedì 5 giugno, h. 17.30, Sala Ketty La Rocca, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate

Presentazione del libro di Riccardo Donati, La musica muta delle immagini, Sondaggi critici su poeti d’oggi e arti della visione (duetredue 2017). Partecipano, con l’autore, Cecilia Bello, Francesco Galluzzi e Andrea Mecacci

 

Mercoledì 6 giugno, h .15, Teatro Ottavio Rinuccini, Liceo Machiavelli, via di Santo Spirito 39

Gli studenti partecipanti al progetto di Alternanza Scuola Lavoro 2017-18, legato al percorso di avvicinamento alla poesia moderna
Perché poeti in tempo di povertà?, presentano la loro esperienza leggendo e commentando testi da loro scelti

 

Giovedi 7 giugno, h. 18, Biblioteca delle Oblate, Sala Storica

Preparare una lettura collettiva di poesia: come e perché. Coordina Vittorio Biagini

 

Venerdì 8 giugno

h17, Sala Ferri, Gabinetto Vieusseux, Palazzo Strozzi

Presentazione della raccolta di Richard Harrison, Sul non perdere le ceneri di mio padre nell’alluvione, trad. di Riccardo Frolloni  (‘roundmidnightedizioni, 2018). Partecipano, con l’autore, Riccardo Frolloni e Stefano Colangelo. Coordina Claudia D’Aliasi

h 21, Biblioteca delle Oblate, Sala Conferenze

Nuova Generazione? Poeti nati tra gli anni 80 e 90, a cura di Francesco Vasarri, 2° ed.

Lettura e conversazione con i poeti Marco Corsi, Manuel Giacometti, Anita Guarino, Giulia Martini e Stefano Redjepovic

 

Martedì 12 giugno

h 17.30, Caffè Letterario Le Murate

Presentazione della raccolta di Marco Simonelli, Le buone maniere, Valigie Rosse Poesia, 2018

Partecipano, con l’autore, Elisa Biagini e Valerio Nardoni

 h 21, Biblioteca delle Oblate, Sala Conferenze

Lettura dei poeti Mihaela Moscaliuc e Enzo Frungillo, con presentazione e conversazione. Traduzione simultanea.

Coordina Jacopo Ninni

 

Mercoledì 13 giugno, h. 21, Biblioteca delle Oblate, Sala Conferenze

Lettura dei poeti Kathy Engel e Ida Travi, con presentazione e conversazione. Traduzione simultanea

Coordina Marco Simonelli

 

Giovedì 14 giugno, NYU Florence. Villa la Pietra, via Bolognese 120 (prenotazione obbligatoria a lapietra.dialogues@nyu.edu)

h 18.30. Dialogo dei poeti Catherine Barnett e Andrea Inglese e dei narratori Alexander Chee e Andrea Bajani.

h 20.30. Lettura dei quattro scrittori.

Presenta e coordina Elisa Biagini. Traduzione simultanea

 

Lunedì 18 giugno, h. 19, NYU Florence. Villa la Pietra (prenotazione obbligatoria a lapietra.dialogues@nyu.edu)

   Lettura della poetessa americana Kimiko Hahn (solo in inglese)

 

Martedì 19 giugno, h. 18, galleria Cartavetra, Via Maggio 64 r

Mostra di libri d’artista e lettura di Lyall Harris e Patricia de Silva

 

Mercoledì 20 giugno, h. 18, Fondazione Giovanni Michelucci, Via Angelico, 15, Fiesole

La casa: poeti leggono loro testi ispirati a La poetica dello spazio di Gaston Bachelard.

Coordina Elisa Biagini. Accompagnamento musicale a cura di Davide Valecchi

 

Giovedì 21 giugno, h 17.30, Cimitero degli Inglesi, Piazzale Donatello 38

(in collaborazione con Cimitero Evangelico Porta a’ Pinti e con l’associaziane Aureo Anello)

Lettura collettiva dai Sonetti a Orfeo di Rainer Maria Rilke

 

Sito Web

L’Eredità delle Donne, aperta la call per gli eventi correlati

Posted on

C’è tempo fino al 30 giugno per candidare il proprio evento per il calendario OFF de L’Eredità delle Donne, il festival diretto da Serena Dandini, che si svolgerà dal 21 al 23 settembre a Firenze, nell’ambito dell’Estate Fiorentina.

Il festival, dedicato al contributo della donna al progresso dell’umanità, si articolerà su tre giorni di approfondimento e di spettacolo e con ospiti di portata nazionale e internazionale. “Ispiratrice” de L’Eredità delle Donne è Anna Maria Luisa de’ Medici, nota come l’Elettrice Palatina, la prima ‘Madre della Patria’ e madre della cultura italiana ed europea ante litteram: grazie al suo contributo, infatti, è stato possibile mantenere intatto e integro l’intero patrimonio culturale e artistico della città di Firenze.

Tutti sono invitati a contribuire con propri progetti: il festival si apre al territorio con un programma OFF che vuole coinvolgere tutte le realtà culturali, creative e produttive della città, fino ai singoli cittadini, per proporre idee, attività e progetti ed entrare così nel cartellone della manifestazione.

Le proposte potranno essere presentate esclusivamente online, info www.ereditadelledonne.eu, attraverso l’apposito form di partecipazione, entro il 30 giugno. Le idee avanzate saranno soggette ad approvazione da parte dell’organizzazione che verificherà l’attinenza con le tematiche e i valori del festival. La valutazione avverrà ad insindacabile giudizio dell’organizzazione. Non sono previsti contributi economici. Tutte le attività approvate saranno inserite all’interno della comunicazione del festival e saranno diffuse a livello nazionale attraverso i canali ufficiali della manifestazione, con la possibilità di utilizzarne il logo.

Il Festival è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Comune di Firenze, con la partnership di Gucci e con il contributo di Poste Italiane e Banca CR Firenze del Gruppo Intesa San Paolo, in gemellaggio con HF Ile-de-France e con l’Associazione MèMO, le associazioni che promuovono l’evento a Parigi.

Festival della legalità

Posted on

La seconda edizione del festival vuole rendere omaggio alla qualità di donne straordinarie che hanno fatto della loro vita e professione l’esempio da seguire per le giovani generazioni. Con caparbietà e determinazione hanno deciso di non voltare la faccia dall’altra parte, hanno deciso di fare ciò che si deve: resistere e combattere.

PROGRAMMA

Venerdì 25 Maggio

Ore 16:30 Passeggiata sui luoghi della Giustizia a Firenze con Annalisa Marraccini Partenza da Piazza delle Murate

Ore 18:30 Apertura mostra fotografica Beni confiscati in Toscana Zago-Bennati-Bianchi

Ore 19:30 Federica Angeli Testimonial giornalista di Repubblica che vive sotto scorta Intervista: Mimma Dardano, Pres. Il Gomitolo Perduto Con la partecipazione del Fumettista Antonio Federico

Ore 21:30 Concerto di Letizia Fuochi e Francesco Cusumano Canzoni di donne innamorate e coraggiose

Sabato 26 Maggio

Ore 17:30 Passeggiata sui luoghi della Giustizia a Firenze con Annalisa Marraccini Partenza da Piazza delle Murate

Ore 19:30 Rosaria Capacchione Testimonial senatrice e giornalista autrice del libro “L’oro della Camorra” Intervista: Stefania Piacquadio, Ass. Il Gomitolo Perduto Con la partecipazione del Fumettista Antonio Federico

Ore 21:30 Concerto di Ginevra di Marco

La serata proseguirà con la commemorazione della strage dei georgofili alle ore 1:04

 

A cura di Associazione il Gomitolo Perduto

Copula Mundi Festival

Posted on

Da giovedì 7 a domenica 10 giugno nel Parco di Villa Favard a cura di Icché ci Vah Ci Vole.

Copula Mundi è un festival culturale fiorentino gratuito, itinerante, contenitore di performance di arte, musica, teatro, danza, workshop e laboratori aperti a tutti. Nasce dalla convinzione che fosse necessario creare uno spazio di espressione per tutte quelle realtà giovanili emergenti attive sul territorio fiorentino e non, nel tentativo di proporre un modo alternativo di vedere la cultura e di vivere la città. Un immaginario nuovo, ricco di sperimentazione e contaminazioni, frutto di un più ampio progetto di partecipazione e condivisione collettiva delle esperienze e delle realtà cittadine.

Il nome “Copula Mundi” prende spunto da un concetto elaborato da Marsilio Ficino durante il Rinascimento, stravolgendone il punto di vista e l’interpretazione: quando i differenti universi culturali e i creatori dei loro contenuti, si ritrovano in uno stesso ambiente fondendosi tra di loro, possono dar luogo ad un movimento circolare che “tutto connette in unità”, generando così un mondo di significato nuovo, qualcosa di più della semplice somma delle parti. Un concetto che si adatta perfettamente ad un festival culturale che abbraccia ed esalta l’eterogeneità dei linguaggi espressivi, creando uno spazio nuovo dove possano coesistere ed interagire in modi nuovi e differenti. Pensandoci un attimo, quale altro gesto ha il potenziale creativo di una copula? Che sia l’unione di due persone, o di due parole, crea sempre qualcosa di impossibile senza di essa.

Copula Mundi vuole essere un momento di sintesi e di confronto, teatro di artisticità affermate, nascoste o che non hanno mai avuto la possibilità di esprimersi; collaborazione tra temi e realtà diverse che permettono l’incontro di nuovi modi di vedere la realtà e di rapportarsi con essa, coinvolgendo soggetti provenienti da altre regioni, città o addirittura paesi.

Apertura verso l’esterno e verso il diverso come possibilità di espressione e crescita personale e collettiva, anche tra generazioni differenti. Questo vuole esprimere il festival.

Attraverso il coordinamento di artisti, performer e attività interattive e il coinvolgimento diretto della cittadinanza è nato un evento all’insegna della partecipazione sociale, fortemente legato al territorio: rivolto agli abitanti della città nella micro scala del quartiere, con l’intento di restituire loro questi luoghi trasformati, migliorati e vissuti in maniera diversa. Un nuovo scenario che possa portare nel futuro ad una visione differente di questi spazi, non come vuoti ma come aree ricche di potenziale e soprattutto di vita.

 

PROGRAMMA

giovedì 7 giugno
Una giornata di sonorità nuove ed emergenti, un viaggio nel panorama delle band musicali indipendentI.

////MAIN STAGE////
BARO DROM Orkestar (ITA) live
Dust & the Dukes (ITA) live
SoulTroubles (ITA) live

////KNOWLEDGE AREA////
Incontro Paradigma dell’immaginario: iconografia e significato dei trionfi. Interventi a cura di: Terrae Di Serena – Francesca Matteoni – Vanni Santoni – Enrico Francese
Performance live: Danza indiana a cura di Giulia Marchetti
Performance live: Spettacolo teatrale a cura di Ciro Masella
Three Faces presenta il’ottavo numero della rivista StreetBook Magazinededicato al tema del Festival

venerdì 8 giugno
Il meglio della scena Bass con produttori e dj da tutta Europa.

////MUSICA////
O.B.F Sound System (FR) feat. Charlie P (ENG)
FLeCK (GRE) b2b Selecta J-Man (ENG)
NUMA CREW (ITA)
DJ Ardi (ITA)
Francisca (ITA)

sabato 9 GIUGNO
Musica elettronica in tutte le sue sfumature, con live e dj-set.

////MUSICA////
The Analog Session feat. Alexander Robotnick & Ludus Pinsky
Fabio Della Torre (ITA) dj-set
Funk Rimini (ITA) live
Claudio Capitoni (ITA) dj-set

domenica 10 giugno
////MUSICA////
ROC BEATS aka DJ SHOCCA + MACRO MARCO + TURI Special Show (ITA) live/dj-set
Aliendee – The Humanoid Beatbox Musician (ITA) live
Pezzone, Herrera, Fennec, Mengamega, Filtro, Toni Mannaja, Sodaboi, Taipan Project (ITA) live/dj-set

Firenze Rocks ancora di più

Posted on

Firenze Rocks ancora più forte: dopo la prima edizione dell’anno scorso, che ha richiamato oltre 140mila persone alla Visarno Arena, il festival più rock dell’Estate Fiorentina si preannuncia ancor più carico di adrenalina. Ecco il programma nel dettaglio, accanto ai preannunciati big Foo Fighters, Guns n’ Roses, Iron Maiden, Ozzy Osbourne.

14 GIUGNO

Ad aprire Firenze Rocks 2018 saranno i Foo Fighters, a Firenze per il loro unico concerto italiano, introdotti da altri tre grandi nomi: il duo indie rock The Kills (Alison Mosshart e Jamie Hince), il giovane gruppo britannico Wolf Alice, e il punk rock dei Frank Carter & The Rattlesnakes, formazione nata nel 2015 dall’ex frontman dei Gallows e dei Pure Love. Ore 21.

15 GIUGNO

Venerdì 15 giugno saliranno sul palco della Visarno Arena i Guns N’ Roses (il concerto è in programma alle ore 20.00), un’altra esclusiva italiana, introdotti dai danesi Volbeat, dagli statunitensi Baroness, band sludge-heavy metal che in passato ha aperto anche i concerti di Deftones e Metallica, e The Pink Slips direttamente da Los Angeles con il loro synth-punk.

16 GIUGNO

Protagonisti della terza data di Firenze Rocks, sabato 16 giugno alle ore 21, un altro mostro sacro del metal internazionale, gli Iron Maiden. Nello stesso giorno si esibiranno anche i tedeschi Helloween, il leader dei Korn, Jonathan Davis con il suo progetto solista e infine la band statunitense Shinedown.

17 GIUGNO

Firenze Rocks non poteva chiudere che con l’incredibile voce di Ozzy Osbourne, domenica 17 giugno ore 21, per l’unica data italiana del tour che sancisce l’addio alle scene dell’ex frontman dei Black Sabbath. A fare da apripista gli Avenged Sevenfold e un altro mito dell’heavy metal, i Judas Priest, oltre 50 milioni di dischi venduti in quasi mezzo secolo di carriera.

Biglietti: diverse date sold out, tranne pacchetti con pernottamento. Tutte le info sul sito: www.firenzerocks.it

Torna Musart Festival, con Baustelle, Roberto Bolle, De Gregori, Ermal Meta, Ort in piazza SS. Annunziata

Posted on

Dal 17 al 28 luglio piazza Santissima Annunziata si trasforma in uno scenografico palcoscenico per Musart Festival 2018, rassegna dedicata a musica, danza, arte e spettacolo. Per il terzo anno consecutivo alcuni tra i più grandi nomi della scena italiana e internazionale, tra cui Roberto Bolle, Baustelle, Francesco De Gregori, Chick Corea, Jethro Tull, Ermal Meta, le Orchestre della Toscana e del Maggio Musicale Fiorentino, si esibiranno sul palco all’aperto, mentre prima degli spettacoli chi sarà in possesso del biglietto potrà visitare gratuitamente alcuni dei luoghi d’arte più significativi che si affacciano sulla piazza: la Basilica di SS. Annunziata, i chiostri dell’Istituto degli Innocenti, la Mensa della Caritas Diocesana di S. Francesco, la Chiesa di S. Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Chiesa di S. Maria degli Innocenti, la Biblioteca Umanistica della Facoltà di Lettere in Piazza Brunelleschi e quest’anno per la prima volta,l’Istituto Geografico Militare

In programma anche 3 concerti gratuiti: sabato 21 luglio “Remo Anzovino. Musiche per il film The Cameraman” , domenica 22 luglio “Lezioni di rock di Assante e Castaldo” e il concerto all’alba di sabato 28 luglio nel cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti con il pianista Roberto Cacciapaglia.

Si comincia martedì 17 luglio con i Baustelle. Il tour “L’amore e la violenza vol. 2” prosegue. Il tour estivo prevede una scaletta diversa rispetto a quella presentata nei club, con l’inserimento di alcune novità e sorprese. Accanto alle canzoni dell’ultimo album troveremo sequel di successo de “L’amore e la violenza” uscito lo scorso anno. Sfileranno inoltre i classici del repertorio che ha da tempo reso i Baustelle una delle band di riferimento nel panorama nazionale

mercoledì 18 luglio l’Orchestra della Toscana, su due note pagine di George Gershwin, “Rhapsody in blue” e “West Side Story”. La direzione sarà affidata a Timothy Brock, gran cultore del repertorio novecentesco e in particolare della musica da film.

Venerdì 20 luglio Roberto Bolle presenterà “Roberto Bolle and Friends – special event” – Gala di danza di cui non è solo interprete, ma anche direttore artistico: un appuntamento speciale pensato per una città che da sempre ama l’“Étoile dei due mondi” (biglietti da 40 a 115 euro).

Sabato 21 luglio Remo Anzovino musiche per il film the cameraman. Considerato da critica e pubblico uno dei più originali e innovativi compositori in circolazione, Remo Anzovino è uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana. Ha composto le musiche per i maggiori capolavori del cinema muto collaborando con le più prestigiose cineteche e partecipando ai principali festival internazionali.

Domenica 22 luglio  Lezioni di rock di Assante e Castaldo. Da critici i due hanno seguito le cronache musicali degli ultimi quattro decenni, intervistando i protagonisti italiani e non, recensendo dischi, concerti e raduni epocali, anticipando le tendenze della scena nostrana e internazionale. Ora storia e cronaca si fondano nelle Lezioni di rock, un percorso guidato tra ascolti, video e parole, condotto dai due giornalisti e show men i quali faranno così entrare il pubblico in una sorta di macchina del tempo che permette di viaggiare a ritroso e riscoprire, in una serie di ascolti selezionati e commentati, l’evoluzione del rock. Il format è sempre quello, due ore di lezione ricche di canzoni memorabili e episodi indimenticabili.

Lunedì 23 luglio spazio a Chick Corea, mito vivente di quel jazz che affonda le radici nel ritmo latino e nella fusion: dopo venti anni, sarà l’occasione per vedere di nuovo sul palco la sua Akoustic Band, che allinea Corea con John Patitucci e Dave Weckl, straordinari musicisti e amici di lunga data (biglietti 50/43/30 euro).

Martedì 24 luglio si celebreranno i 50 anni dei Jethro Tull, altra leggenda della musica, versante rock-progressive: da “This Was” a “Aqualung”, da “Thick As A Brick” al sequel “TAAB2”, Ian Anderson e band attingeranno ai grandi successi della loro storia, in scena sfileranno anche special guest virtuali (biglietti da 30 a 60 euro).

Mercoledì 25 luglio Francesco De Gregori. Si chiama semplicemente “TOUR 2018”, il nuovo tour di Francesco De Gregori che lo vedrà impegnato sui palcoscenici delle più belle e prestigiose località italiane.
De Gregori sarà accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti al contrabbasso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte, una formazione già sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano.

Giovedì 26 luglio salirà sul palco Ermal Meta, nell’ambito del Non Abbiamo Armi Tour: canzoni – tra cui “Non mi avete fatto niente” cantata con Fabrizio Moro, vincitrice dell’ultimo Sanremo – intrise di sincerità e amore che scorrono attraverso ritmi incalzanti e momenti di grande intimità (biglietti 43/35/27 euro).

Venerdì 27 luglio Musart aprirà alla lirica, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e una serata dal titolo “Tutti all’Opera”: in programma brani e arie dai più amati melodrammi. Biglietto posto unico al prezzo speciale di 10 euro.

Il festival si chiuderà con il concerto all’alba di sabato 28 luglio (ore 4,45), nell’incantevole cortile degli Uomini, all’interno dell’Istituto degli Innocenti con il pianista Roberto Cacciapaglia. Qui, nel salone Borghini, per tutta la durata del Festival, sarà esposta la terza tranche della mostra fotografica “Because the night”: curata dall’agenzia New Press Photo, la mostra ripercorrerà i grandi concerti svoltisi a Firenze e in Italia negli anni 70/80 (ingresso libero).

I biglietti per gli spettacoli di Musart Festival 2018 sono disponibili in prevendita nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.ticketone.it.

Per chi lo desidera è disponibile il biglietto Gold Package che abbina ai primi posti di platea una cena a buffet e un ingresso al Museo degli Innocenti.

Musart Festival è una produzione Prg Firenze realizzata con il contributo di Comune di Firenze/Estate Fiorentina 2018, Città Metropolitana di Firenze, Toscana Promozione Turistica, Fondazione CR Firenze. Partners: Trenitalia, Destination Florence. Con il patrocinio dell’Istituto degli Innocenti. Main sponsor Publiacqua. Sostengono il festival Unicoop Firenze, Sammontana, Prinz, Ruffino, Caffè Cesare Magnelli, Findomestic Banca, Engie. C.A.R.  

Info Musart Festival Firenze

Piazza della Santissima Annunziata – Firenze

Info tel. 055.667566 – www.musartfestival.it

Facebook: MusArt-Festival

 

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel. 055.210804) –

TicketOne www.ticketone.it (tel. 892.101)