InCanto D’Estate: mercoledì 19 il violoncellista Lamberto Curtoni in “Il Discorso delle Comete”

Posted on

Mercoledì 19 settembre, alle ore 21.00, secondo appuntamento con il Festival InCanto d’Estate a cura di A.Gi.Mus. Firenze, parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze (Villa Pozzolini, Viale Guidoni 188, ingresso libero).

Il Festival ospita un giovane ed eclettico talento del violoncello,  Lamberto Curtoni. Classe 1987, allievo di Giovanni Sollima, Curtoni ha all’attivo regolari collaborazioni con Piergiorgio Odifreddi, Concita De Gregorio, Philippe Daverio, ha aperto i concerti di Franco Battiato, ha lavorato con vari registi e coreografi teatrali (Valter Malosti, Federica Fracassi,  Matteo Levaggi).

Affianca alla fortunata attività di violoncellista anche quella di compositore. Le sue opere sono edite da Casa Musicale Sonzogno e tra le ultime commissioni più importanti ci sono il balletto Black Dust (debutto al Festival di Ravello 2017, commissionato ed interpretato da Les Italiens de l’opera, formazione composta dai primi ballerini solisti de L’Opera de Paris), la colonna sonora del film The Broken Key, il brano Ice Flower scritto per la Nazionale Italiana di Pattinaggio ed ascoltato per la prima volta in mondovisione al galà conclusivo dei Mondiali 2018.

Per InCanto D’Estate, Curtoni porta in scena “Il Discorso delle Comete”, uno spettacolo con musiche da lui composte ispirato all’omonimo libro di Mario Guiducci, portavoce di Galileo Galilei, pubblicato a Firenze nel Giugno 1619 a seguito dell’apparizione nel cielo di tre comete, avvenuta un anno prima (e di cui, quindi, nel 2018 ricorre l’anniversario).

Lo spettacolo verrà realizzato nella versione violoncello e live electronicsper la quale Curtoni sarà affiancato dal fonico Federico Pianciola.

Un’immersione nella contemporaneità quindi, che si pone perfettamente in linea con la tematica del Festival. Quest’anno infatti InCanto d’Estate, dal sottotitolo “La Musica delle Sfere”, riflette sul rapporto tra musica e scienze, tra suono e natura, tra universo e uomo, con incursioni nel campo della matematica, della fisica, dell’astronomia.

L’appuntamento successivo, il 26 settembre, vedrà la presenza della pianista Susanna Pagano, autrice del libro “Labirinti e Circolarità”, che terrà un concerto – conferenza per raccontare come la matematica, nel Novecento, sia stata la musa ispiratrice di tanti autori, da Claude Debussy a Bela Bartok, da Olivier Messiaen a Gyorgy Ligeti. Il Festival si concluderà quindi il 3 ottobre con il trio Stefano Agostini (flauto), Filippo Burchietti(violoncello) e Massimo Signorini (fisarmonica) impegnati nel programma “Venere, alle prime ore del giorno”.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

Fortissimissimo Firenze Festival

Posted on

La Stagione Concertistica 2018/19 degli Amici della Musica Firenze dal 20 settembre fino al 7 ottobre ospita in anteprima di stagione fffFortissimissimo Firenze Festival”, rassegna dedicata a solisti e formazioni giovani presentati nella Sala del Buonumore Pietro Grossi del Conservatorio Cherubini di Firenze. Un progetto artistico firmato da Andrea Lucchesini, che vuole esprimere la vitalità e l’eterogeneità della classica declinata al futuro. I musicisti che si esibiranno sono: Francesco Granata, Filippo Gorini, Lavinia Bertulli, Andrea Zanon e Manuel Cini, Gennaro Cardaropoli e Alberto Ferro, Trio Quodlibet, Luca Buratto, Silvia Frigato, Francesco Stefanelli e Nicola Pantani, Quartetto Daidalos.

<<Il successo della prima edizione di fff Fortissimissimo Firenze Festival ci ha confermato che è possibile costruire percorsi d’ascolto mettendo al centro i nuovi interpreti italiani: con grande entusiasmo accolgo perciò l’invito degli Amici della Musica ad impaginare questa seconda serie, che segue le linee già tracciate e si amplia ulteriormente, portando la musica negli spazi della Città Metropolitana grazie alla collaborazione con il Conservatorio Cherubini di Firenze e la Scuola di Musica di Fiesole.

I giovani musicisti “irrompono” di nuovo sulla scena fiorentina, occupando il preludio alla sontuosa stagione concertistica degli Amici, ed il colore della loro presenza è ancora fff: dal 20 settembre al 7 ottobre, quasi ogni sera saranno protagonisti di intense escursioni musicali presso la Sala del Buonumore, grazie alla gentile ospitalità offerta dal Conservatorio, che partecipa anche quest’anno attivamente al ciclo.

Per i programmi dei dieci concerti si è lasciata piena libertà di impaginazione agli interpreti, mantenendo soltanto la richiesta di inserirvi un brano novecentesco o contemporaneo. Nell’intento di promuovere un fecondo contatto tra autori ed esecutori si è rinnovato l’invito a venire a Firenze ad un giovane compositore, che preparerà due suoi lavori con i protagonisti di fff: quest’anno sarà con noi Pasquale Corrado, già allievo di Ivan Fedele all’Accademia di S. Cecilia e tra i nuovi autori più apprezzati.

La prima edizione di fff si è contraddistinta per l’assidua e vivace presenza della classe IIIC del Liceo Classico Galileo di Firenze, guidata dalla valorosa professoressa Margherita Ferro; al di là di ogni più ottimistica previsione, il coinvolgimento degli studenti ha animato gli appuntamenti concertistici e l’organizzazione delle prove: con le loro interviste ed i loro video, postati sui social, i ragazzi del Galileo hanno contribuito al successo dell’iniziativa, ed alcuni si sono talmente appassionati da iniziare a frequentare anche gli altri concerti degli Amici della Musica. La voce dei ragazzi si è fatta sentire anche nel formulare opinioni circa il gradimento di ogni concerto, fino all’individuazione di un “vincitore” – il duo formato dal violinista Gennaro Cardaropoli e dal pianista Alberto Ferro – che torna a fff per il secondo anno consecutivo. L’edizione 2018 segna l’ampliamento di questo spazio di ascolto giovane, con il coinvolgimento degli allievi del Liceo Musicale Dante di Firenze, sempre grazie al meccanismo dell’alternanza scuola-lavoro: la loro preparazione specifica sarà messa a disposizione dei coetanei del liceo classico, durante il pomeriggio che precede il concerto, nello spirito della peer to peer education. Sarà poi interessante confrontare le diverse modalità di fruizione da parte di studenti che seguono indirizzi formativi differenti. La condivisione tra diverse generazioni del patrimonio di bellezza che la musica rappresenta è uno degli obiettivi di ogni proposta artistica che guardi al futuro: i concerti di fff sono un ulteriore passo avanti, nella certezza che il sostegno ai giovani musicisti italiani da parte di una gloriosa istituzione culturale quale gli Amici della Musica di Firenze costituisca un segnale di fiducia che la città saprà accogliere con attenta partecipazione ed il mondo della musica registrare tra le buone notizie>>. Andrea Lucchesini

Fortissimissimo è un festival di giovani e per i giovani, per questo si avvale della presenza di due classi delle scuole superiori, coinvolte attraverso la formula dell’alternanza scuola-lavoro. Gli studenti saranno presenti alle prove – per produrre reportage dell’evento, attraverso foto del backstage, interviste agli artisti e brevi filmati caricati sui social network collegati alla rassegna – ma non solo. Dialogheranno sui programmi della rassegna e, più in generale, sul repertorio classico e contemporaneo attraverso ascolti e lezioni autogestite. Ascolteranno tutti i concerti serali e costituiranno una sorta di “giuria” chiamata a esprimere il proprio gradimento riguardo a ognuno dei concerti ascoltati (programma musicale proposto e interpretazione). I giudizi e i commenti dei giovani giurati saranno un’utile indicazione per gli organizzatori circa le preferenze musicali e le modalità di ascolto delle nuove generazioni. La giuria di quest’anno è formata da due classi del Liceo Classico Galileo e del Liceo Musicale Dante di Firenze.

Informazioni al numero 055/607440 e sul sito www.amicimusicafirenze.it. Ingresso 5 euro

Il #MeltingPot di Lattexplus all’Anfiteatro delle Cascine

Posted on

Dieci ore di musica, all’insegna delle contaminazioni musicali, artistiche e culturali: è il format di Lattexplus Experience #MeltingPot, evento inserito nel cartellone dell’Estate Fiorentina, in programma domenica 9 settembre dalle 4 del pomeriggio fino alle 2 di notte, in un luogo simbolo per Firenze e i fiorentini, l’Anfiteatro delle Cascine.

Tre gli ospiti internazionali che si alterneranno in consolle per questo nuovo appuntamento a cura di Lattexplus, il collettivo che si contraddistingue per il “clubbing differently”: Dixon, DVS1 e Trikk, provenienti da entrambe le sponde dell’Oceano Atlantico, ognuno con il suo carico di popolarità ed esperienza.

lattexplus experience meltingpot

Accreditato da alcuni media tedeschi tra i più autorevoli del settore come colui che “ha cambiato il suono di Berlino”, Dixon ha mosso i suoi primi passi negli anni ’90 nei club berlinesi, per arrivare tra il 2013 e il 2016 ad essere il numero 1 tra i top 100 dj al mondo nella classifica di Resident Advisor, magazine online considerato la bibbia dell’elettronica. Tedesco di nascita e tuttora residente a Berlino, Dixon è conosciuto in tutto il mondo ed è protagonista, oltre che di una pagina Wikipedia, dell’ultima versione di GTA – Grand Theft Auto Online, uno dei game più conosciuti e praticati tra gli appassionati.

lattexplus experience meltingpot

DVS1, al secolo Zak Khutoretsky, nasce a San Pietroburgo ai tempi della Cortina di Ferro per emigrare negli States da giovanissimo. Qui si divide tra NYC e Minneapolis, avvicinandosi alla scena rave negli anni ’90 e acquisendo in seguito una più ampia reputazione grazie alla versatilità, all’energia e alla fisicità che esprime nei suoi set. E’ stato resident dj di alcuni tra i più prestigiosi locali al mondo e ha aperto alcuni tra i festival più importanti sulla scena internazionale, esibendosi insieme ad alcuni pionieri della techno come Jeff Mills e Robert Hood.

lattexplus experience meltingpot

Trikk, invece, è originario di Porto, città che sta emergendo come grande incubatore per il movimento underground e fonte di ispirazione per artisti che si muovono in questo ambito. Riconosciuto come astro nascente del settore, ha collaborato con alcune tra le più importanti etichette e ha scelto, come sfida personale, di trasferirsi a Londra per proseguire la sua attività di dj e producer.

Insieme a loro ci sarà il fiorentino Samuele Pagliai, per una maratona elettronica concepita come un contenitore di stili, ritmi ed espressioni artistiche contemporanee di origini diverse, in grado di stimolare l’incontro e lo scambio tra artisti e pubblico.

“In un momento storico in cui il tema dell’integrazione e la sfida della multiculturalità sono in primo piano – dichiarano gli organizzatori – ed è sempre più evidente la necessità di risolvere le difficoltà della coesistenza all’interno della nostra società contemporanea, dovute alla presenza di molteplici culture, valori e identità, il concept della manifestazione è quello di promuovere, attraverso il linguaggio della musica, un melting pot culturale e diffondere i valori di apertura, integrazione e socialità”. Biglietti a partire da 20 euro, in vendita online su Resident Advisor (http://bit.ly/LA_FRtickets), Ticketone e nei punti vendita autorizzati Box Office.

“Tu me le fai girare a elica”: tra ironia e sonorità bandistiche arriva lo spettacolo dei fratelli Cecchi in Piazza della Signoria

Posted on

Sabato 1 settembre ore 21 in Piazza della Signoria arriva “Tu me le fai girare a elica” lo spettacolo dei fratelli Cecchi insieme all’ensemble Tacito Accordo della Filarmonica Giacomo Puccini di Prato proseguendo il tour estivo cominciato il 16 luglio al Festival delle Colline.

I fratelli Cecchi propongono un repertorio di musica popolare e cantautorale completamente originale in cui si intrecciano sonorità bandistiche, testi curati e raffinato uso del dialetto. Le loro sono canzoni capaci di regalare sorrisi, ma senza mai scendere a patti con la volgarità.

“Tu me le fai girare a elica!” è il titolo del cd che i fratelli Cecchi hanno appena realizzato con l’ensemble Tacito Accordo.

Recentemente i fratelli Cecchi, anche sceneggiatori e compositori di musiche da film, insieme a Tiziana Gacci (arrangiamenti) hanno lavorato a un ciclo di canzoni sui mestieri del cinema, analizzando con poesia e ironia le varie professioni cinematografiche.

FRATELLI CECCHI
Samuele-Luca Cecchi (Voce)
Gabriele Marco Cecchi (Piano)

ENSEMBLE TACITO ACCORDO
Tiziana Gacci (Clarinetto basso)
Roberto Bonvissuto (Clarinetto)
Sebastiano Giordano (Clarinetto)
Matteo Ferraro (Batteria)

Evento fb: https://www.facebook.com/events/321694978377362/

Torna FloReMus il Festival dedicato al Rinascimento Musicale Fiorentino

Posted on

Arriva la seconda edizione di FloReMus (1-9 settembre), Festival Internazionale Rinascimento Musicale Fiorentino (Florence Renaissance Music Festival), a cura dell’associazione l’Homme Armè,  che rappresenta un importante progetto artistico volto a  restituire per la prima volta alla città di Firenze, nota in tutto il mondo per le sue bellezze artistiche, e spesso ricordata come la culla del Rinascimento, il suo ruolo fondamentale anche nello sviluppo del Rinascimento musicale.

Il Festival Rinascimento Musicale Fiorentino intende non solo far conoscere un repertorio sconosciuto alla maggior parte del pubblico, ma anche far riflettere, attraverso l’esplorazione di repertori del passato, sull’importanza della consapevolezza delle proprie radici culturali, frutto di numerose influenze culturali che vanno ben oltre la musica stessa.

Concerti, conferenze ed eventi collaterali sulla musica in Italia tra Quattrocento e Cinquecento. Oltre a L’Homme Armé ci saranno artisti di fama internazionale come l’Ensemble Clément Janequin e L’Ensemble Cinquecento. Negli stessi giorni un corso di musica rinascimentale che si svolge presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Il progetto FloReMus comprende anche Corso Internazionale di Musica Rinascimentale.

Dal 1 al 9 settembre concerti, conversazioni-spettacolo + Corso di Musica Rinascimentale

Date dei concerti:

1 settembre ore 21.15 Auditorium di Sant’Apollonia, L’Homme Armé

2 settembre ore 21.15 Auditorium di Sant’Apollonia, Ensemble Janequin

3 settembre ore 21.15 Basilica della Santissima Annunziata, Andrea Perugi e Andrea Inghisciano

4 settembre ore 21.15 Museo di San Marco, Ensemble Cinquecento

7 settembre ore 21.15 Chiostro di San Marco, La Pifarescha

9 settembre ore 16 Villa Medicea La Petraia Concerti finali del Corso FloReMus con allievi e maestri

Date delle conversazioni musicali con il pubblico:

1 settembre ore 18.30 Biblioteca delle Oblate: 40 anni di musica antica

3 settembre ore 18.30 Biblioteca della Oblate: le meraviglie del cornetto

5 settembre ore 18.30 Biblioteca delle Oblate: musica e arte della memoria

6 settembre ore 18.30 Biblioteca delle Oblate: il liuto nel rinascimento

8 settembre ore 18.30 Biblioteca delle Oblate: musica nell’impero ottomano

Qui tutte le info dettagliate: https://hommearme.it/floremus-2/floremus-festival/ 

Mago Santo di Alice Chiari e Ivo Minuti in concerto al Forte Belvedere

Posted on

Ultimo appuntamento di agosto per la rassegna Jazz al Forte Belvedere, giovedì 30 agosto con Mago Santo di Alice Chiari e Ivo minuti. Il duo fiorentino si esibirà alla 20.30 in un concerto che unisce post punk, la classica, il folk, percorrendo così la via della musica (im)popolare.

Dopo il debutto discografico con ‘Todo Modo’ un disco intimista e minimale, scuro e urbano  il duo fiorentino formato da Alice Chiari e Ivo Minuti pubblica ‘Mago Santo, secondo episodio della tetralogia del santo, o se preferite seconda stagione della serie discografica del santo subito.

Ha dichiarato la band: “Ecco il Mago Santo, ecco l’era multimedievale, ecco il Mago Santo custode dell’ignoto, il solo mago che promette nuova eternità e gloria a dispetto della scienza capace solo di garantire una maggiore longevità piena di bellissimi oggetti acquistabili on line. Ecco il Mago Santo a riportare tutti al punto di partenza, all’Olimpo che tanto è mancato. Dopo aver constatato la morte del talento per mano del pop e aver decretato l’inutilità del genio utile solo per la promozione e vendita di sé, l’unica salvezza è la santità in vita. Santi subito.”

Ingresso gratuito

Ballata in Rosa al Flower al Piazzale, in omaggio alla Balistreri

Posted on

Secondo appuntamento dedicato alla canzone popolare italiana al Flower, lo spazio dell’Estate Fiorentina che anima il piazzale Michelangelo: sabato 25 agosto alle ore 21 Maurizio Sazio e gli ‘Ncurunati porteranno in scena “Ballata in Rosa”, spettacolo musical-teatrale dedicato alla cantautrice e cantastorie Rosa Balistreri, siciliana nel profondo, ma fiorentina d’adozione (è sepolta nel cimitero di Trespiano).

Lo spettacolo scorre come un racconto simbolico sulla Sicilia nella forma del Cuntu dei cantastorie e al tempo stesso rappresenta un’esortazione alla cura e alla difesa dell’identità territoriale e culturale. Il Cuntu incastona come perle i canti della tradizione siciliana che diventano continuazione della prosa, alternando colori, immagini, suoni che parlano d’amore e gioia, di arsura e miseria, di rivolta e protesta, di gioco e corteggiamento, di lamento e liberazione, là dove il sogno si mischia alla realtà, la leggenda alla storia.

Tra le fonti di ispirazione dello spettacolo Alberto Favara, musicologo che ha permesso il recupero di centinaia di canti, ballate, abbanniatine della tradizione siciliana per la maggior parte di autori anonimi, raccolte nel Corpus di Musiche Popolari Siciliane edito a cura di Ottavio Tiby. Molti di questi canti sono poi stai ripresi musicati e interpretati da vari artisti tra cui Rosa Balistreri.

Il gruppo ‘Ncurunati nasce a Firenze nel 2007 ed è composto da Maurizio Sazio, unico siciliano del gruppo, cantante e attore formatosi alla “Bottega teatrale” di Vittorio Gassman, il tedesco Max Jacob, voce e chitarra classica acustica, e il fiorentino polistrumentista attore-autore Gionni Dall’Orto. Gli ‘Ncurunati hanno diffuso le canzoni popolari siciliane in tutta Italia e all’estero: dal Messico alla Costa Rica, da San Francisco in California a Rio de Janeiro in Brasile.

Domenica 26 agosto alle ore 21 nuovo appuntamento con Sunday Night Jazz: sul palco del Flower ci sarà un quartetto di giovani promesse del jazz: Fabio Morgera (tromba), Michelangelo Scandroglio (contrabbasso), Michele Andriola (batteria) e Francesco Zampini (chitarra).

Tutti gli spettacoli del Flower al Piazzale sono a ingresso libero. Lo spazio estivo è aperto tutti i giorni dalle 10 di mattina alle 1 di notte circa per colazioni, pranzi, aperitivi, cene e cocktail nel segno della sostenibilità, grazie alla collaborazione con amblé, tramezzineria fiorentina da sempre attenta all’impatto ambientale.

Is That Folk? Comaneci live a San Salvi

Posted on

Secondo appuntamento della rassegna musicale “Is That Folk?” a cura di Lungarno in collaborazione con La Chute Associazione Culturale e Chille de La Balanza. Mercoledì 22 agosto dalle 21.30 a San Salvi Comaneci in concerto, quindicennale perla dell’underground italiano.

O Comaneci di Glauco Salvo e Francesca Amati, alle prese con la presentazione del nuovo album, quarto della loro carriera, “Rob a Bank”. I Comaneci nascono a metà degli anni duemila, grazie all’incontro tra il chitarrista (e molto altro) Glauco Salvo e la cantante Francesca Amati (anche Amycanbe). Dalla loro formazione a oggi, il duo – adesso diventato trio grazie all’ingresso in formazione del batterista e percussionista Simone Cavina (IOSONOUNCANE, Arto, Ottone Pesante) – ha intrapreso con coerenza un personale percorso tra melodia, canzone folk, blues primitivo e attitudine sperimentale.

Ex ospedale psichiatrico San Salvi – mercoledì 22 agosto

ore 21:30 – ingresso libero

Evento facebook : Comaneci live

Musica popolare al Flower al Piazzale, il programma 14-26 agosto

Posted on

La canzone popolare italiana e le atmosfere del Sud del Paese protagoniste delle prossime serate al Flower al Piazzale, lo spazio dell’Estate Fiorentina all’ombra del David di Michelangelo, con vista sulla città. Domani, martedì 14 agosto, Maurizio Sazio e gli ‘Ncurunati porteranno in scena uno spettacolo tra musica e teatro, intitolato “Dell’Amore e Altri Miti”, viaggio tra le regioni d’Italia con incursioni nell’area mediterranea e Oltreoceano, connesse alla tradizione dell’italico belcanto (ore 21, ingresso libero).

Maurizio Sazio alla voce, Max Jacob alla chitarra classica acustica, Gionni dall’Orto a chitarra e cori, Nicola Pedroni alle percussioni e Lisa Lazzarini alla regia e allestimenti, alterneranno canzoni celebri e brevi citazioni di prosa per parlare della molteplicità del sentimento amoroso. Canti tratti da colonne sonore di film, da grandi autori italiani, dagli anonimi siciliani e pugliesi, in un’alternanza di colori ed emozioni: tra i brani in scaletta Te vurria vasa (Russo), Era de maggio (Di Giacomo), Stranizza d’amuri (Battiato), Canzone per te (Endrigo), Che cosa sono le nuvole (Pasolini/Modugno), Sinno me moro (Germi/Ferri), Canzone Arrabbiata (Melato), Virrineddra(anonimo siciliano).

Il gruppo ‘Ncurunati nasce a Firenze nel 2007 ed è composto da Maurizio Sazio, unico siciliano del gruppo, cantante e attore formatosi alla “Bottega teatrale” di Vittorio Gassman, il tedesco Max Jacob, voce e chitarra classica acustica, e il fiorentino polistrumentista attore-autore Gionni Dall’Orto. Gli ‘Ncurunati hanno diffuso le canzoni popolari siciliane in tutta Italia e all’estero: dal Messico alla Costa Rica, da San Francisco in California a Rio de Janeiro in Brasile.

La settimana del Flower al Piazzale prosegue con i concerti del ciclo “Artisti di strada” giovedì 16 agosto alle ore 20 con Maurizio Piccioli Duo (Jazz e blues), venerdì 17 agosto alle ore 21 con David Vaggelli (folk, pop USA/UK), sabato 18 agosto alle ore 20 con Beatriz Oyarzabal Duo (musica classica/rinascimentale). Tutti i concerti sono a ingresso libero.

Sabato 25 agosto, invece, tornano Maurizio Sazio e gli ‘Ncurunati per lo spettacolo musical-teatrale “Ballata in Rosa”, omaggio a Rosa Balistreri, racconto simbolico sulla Sicilia nella forma del Cuntu dei cantastorie ed esortazione alla cura e alla difesa dell’identità territoriale e culturale. Tra le fonti di ispirazione dello spettacolo Alberto Favara, musicologo che ha permesso il recupero di centinaia di canti, ballate, abbanniatine della tradizione siciliana per la maggior parte di autori anonimi, raccolte nel Corpus di Musiche Popolari Siciliane edito a cura di Ottavio Tiby. Molti si questi canti sono poi stai ripresi musicati e interpretati da vari artisti tra i quali spicca: Rosa Balistreri.

Chiude la settimana, domenica 26 agosto, un nuovo appuntamento con Sunday Night Jazz: sul palco del Flower ci saranno Fabio Morgera (tromba), Michelangelo Scandroglio (contrabbasso), Michele Andriola (batteria) e Francesco Zampini (chitarra). Ingresso libero, ore 21.

 

Musica sul sagrato di Santo Spirito, concerti per tutto agosto

Posted on

Da venerdì 3 agosto alle 21 concerti serali sul sagrato della basilica di Santo Spirito e
aperture straordinarie della Fondazione Salvatore Romano

Si inizia venerdì 3 agosto alle 21 con l’esibizione de I Solisti di Toscana Classica

La vita culturale cittadina nei venerdì e sabato di agosto si arricchisce con nuove iniziative gratuite rivolte agli amanti della musica e dell’arte: a partire dal 3 agosto si terranno 8 concerti serali sul sagrato della basilica di Santo Spirito, ai quali si affiancheranno altrettante giornate di aperture straordinarie del museo civico Fondazione Salvatore Romano con visite libere e guidate con cui ammirare l’affresco trecentesco di Andrea Orcagna e l’importante raccolta di sculture, frammenti di decorazione architettonica, affreschi staccati e arredi, di epoca compresa tra l’antica età romana e il XVII secolo, donate al Comune nel 1946 dal collezionista e antiquario Salvatore Romano: lo ha deciso la giunta, che ha approvato il progetto presentato da MUS.E per valorizzare il sagrato della basilica aumentandone così la fruizione pubblica e la valorizzazione e la promozione del museo.

Sia i concerti che le visite guidate saranno gratuite, così come gli accessi al museo.

Il calendario di iniziative è un fuori programma dell’Estate Fiorentina.

Con i concerti sul sagrato della basilica di Santo Spirito si inizia il 3 agosto alle 21 per poi proseguire nei giorni del 4, 10, 11, 17, 18, 24 e 25 agosto. Venerdì 3 agosto andrà in scena la performance de I Solisti di Toscana Classica (Vivaldi Le Quattro stagioni violino solista Kevin Mukai), mentre sabato 4 agosto sarà la volta del Florence Brass Quintet. Venerdì 10 e sabato 11 agosto spazio alla musica jazz, rispettivamente con Sine Tempo Gruppo Jazz e By Chance Group Jazz.

Per quanto riguarda il museo civico della Fondazione Salvatore Romano, le aperture straordinarie si terranno nelle giornate del 3, 10, 17 e 24 agosto. In questi giorni sono previste visite guidate su prenotazione e ingresso libero dalle 10 alle 22.30. Nelle giornate del 4, dell’11, del 18 e del 25 agosto ci sarà il prolungamento dell’orario di apertura al pubblico del museo con visite guidate su prenotazione e ingresso libero nella fascia oraria 10 – 22.30. Le visite guidate si svolgeranno alle 17.00 e non si terranno il 18 agosto.


Le visite guidate saranno a cura di MUS.E.

Per info e prenotazioni delle viste guidate alla Fondazione Salvatore Romano e alla basilica di Santo Spirito telefonare a: Tel. 055-2768224 e 055-2768558 (da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00-17.00, domenica e festivi 9.30-12.30) oppure inviare una e-mail all’indirizzo info@muse.comune.fi.it