Un grande enigma da risolvere al Forte Belvedere: il 6 ottobre arriva Mysterion, dedicato agli under30

Posted on

Da due anni ormai i Musei Civici Fiorentini vengono periodicamente visitati da numerosi gruppi di giovani Under 30, attratti dalle iniziative e dagli eventi progettati da loro pari: il gruppo Giovani e Musei, infatti, composto di giovani provenienti da tutte le facoltà dell’ateneo fiorentino e coordinato da MUS.E, ha dato vita alla fortunata saga di Mysterion, che ha visto fra il 2017 e il 2018 centinaia di ragazzi interessarsi e appassionarsi al patrimonio civico. La formula è senza dubbio accattivante: a partire da opere, luoghi e vicende dei diversi musei i giovani creativi dello staff hanno dato vita a incredibili misteri, tutti da scoprire e da svelare grazie a un attento e impegnativo lavoro di squadra: ecco perché al museo si viene con il proprio gruppetto di amici, pronti a sfidare le altre squadre fino all’ultima data o all’ultimo dettaglio. Mysterion – un po’ rito, un po’ mistero, un po’ segreto – ha così portato tantissimi giovani (che gli addetti ai lavori definiscono tipicamente il “non-pubblico” dei musei) a visitare e conoscere i chiostri di Santa Maria Novella, le sale del Museo Novecento e di Palazzo Vecchio, le opere del Museo Bardini.

Per arrivare al gran finale: l’ultimo Mysterion avrà luogo infatti al Forte di Belvedere sabato prossimo 6 ottobre. Qui, tra le pieghe della fortezza medicea e le opere astrali di Eliseo Mattiaci, i giovani saranno chiamati a scoprire l’ultimo “mistero da museo”, che gravita intorno ai cieli, alle stelle e ai pianeti. Ispiratore è infatti il lavoro dell’artista Eliseo Mattiacci, che presso il Forte Belvedere espone le sue opere più celebri, capaci di interrogare gli spazi siderali sopra di noi e dentro di noi, così infiniti, profondi e stratosferici: “è quell’infinito che mi attrae, è quel mistero che mi tiene legato al mio lavoro, rivolto verso il cielo; il cosmo fa volare la fantasia e i fa concretizzare opere che sono rivolte verso quella dimensione imprendibile.”
I giovani partecipanti saranno così chiamati a sondare un universo artistico misterico e misterioso, indagandone i risvolti e interpretandone gli arcani. E come sempre, per la squadra vincitrice, il meritato premio: un aperitivo di gruppo sulla meravigliosa terrazza del Forte Belvedere.

Grazie a Unicoop Firenze

Per chi: per giovani under 30

Dove: Forte Belvedere

Quando: sabato 6 ottobre h14.30/19.30 (partenze ogni ora fino alle h18.30, squadre da 4/6 partecipanti)

Durata: 1h circa per ciascuna squadra

Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 055-2768224

Mail info@muse.comune.fi.it

www.musefirenze.it

Tre appuntamenti tra musica, cinema e buon cibo per celebrare Rossini

Posted on

Anno rossiniano questo 2018, che celebra il 150° dalla morte di Gioachino Rossini, l’artista più famoso e osannato di ogni tempo già nel corso della sua esistenza. Anche Firenze è città di Rossini, dove il compositore abitò e trova sepoltura con i grandi d’Italia in Santa Croce. Amatissimo dai fiorentini, che dopo la sua morte a Parigi (1868) imposero al governo di riportarlo in patria (1887), si tassarono per il suo monumento fra le “urne de’ forti” (1902), gli intitolarono la Banda della città che ancora oggi porta orgogliosamente il suo nome, la Filarmonica Rossini appunto, che si propone come motore di iniziative in onore del grande maestro, declinate tra il colto e il popolare.

Eventi speciali di cultura – musicale, cinematografica, di costume, gastronomica –nei luoghi fiorentini che oggi lo ricordano, un disegno urbano targato ROSSINIMANIA. Diversi gli appuntamenti in programma sul finire dell’estate: due concerti, uno spettacolo di strada, cinema biografico d’autore, un piccolo percorso del gusto, tutti a ingresso libero.

Ecco il programma dettagliato dei tre APPUNTAMENTI Rossiniani:

30 settembre ore 18.00
Listen to Classic !

Bella occasione d’incontro con la musica da camera, visitata da un virtuoso e giovane ensemble della Filarmonica fiorentina (Clarinetto, Voce, Pianoforte) che unisce professionalità e freschezza.

Nell’anno di Rossini un appassionante viaggio nell’Ottocento europeo attraverso pagine scelte, sospeso tra brio, introspezione e lirismo.

Musiche di Schumann, Puccini, Grieg, Bizet, Schubert, Strauss e Rossini, naturalmente !

Suono delicato ed elegante, intimo e rispettoso della preziosità del luogo: la Sala Capitolare del Paradiso degli Alberti. Una cornice storica d’eccezione, una meraviglia segreta della cultura pittorica del Trecento fiorentino restituita al suo splendore, visita e ascolto da non mancare.
Dove: Paradiso degli Alberti, Sala Capitolare. Via del Paradiso 13, Quartiere 3. La Rossini “gioca in casa”. Meglio prenotare 055 6533084  info@filarmonicarossini.it

 

14 ottobre ore 18.15
Soirée Rossini Concerto lirico – da camera all’accademia Centro Studi Musica Arte.   Il pianoforte gran coda con Elisabetta Sepe accompagna il famoso soprano Paola Cigna nelle più brillanti arie rossiniane, prima fra tutte la “cavatina di Rosina” dal Barbiere.

Intrigante la parte strumentale del concerto, che prevede l’esecuzione degli originali quartetti per fiati di Rossini  (il n. 4 e il n. 6 Andante, Tema e Variazioni).

Fagotto: Leonardo Percival Paoli, Clarinetto: Tazio Borgognoni, Flauto: Niccolò Landi; Corno: Andrea Graziani, tutti prime parti della Filarmonica Fiorentina.
Dove: CSMA Centro Studi Musica e Arte – Salone. Via Pietrapiana 32 Firenze

Prenotazione consigliata 055 6533084  info@filarmonicarossini.it

 

20 ottobre 2018 ore 15.00-19.30
Rossini 150! Hommage au compositeur. Musica, Cinema & Degustazioni in sol maggiore
E’ la giornata più intensa e articolata del programma celebrativo, nei luoghi rossiniani della città cari ai fiorentini e più ancora alla Filarmonica. Tre appuntamenti in un giorno, in rapida sequenza.
Musica
In perfetto assetto da Banda ottocentesca la Rossini rende omaggio al compositore sul sagrato della Basilica Santa Croce (marce brillanti, d’epoca, musica di tradizione fiorentina, senza leggii ma con spartiti al braccio). Precede il concerto un devoto e ordinato pellegrinaggio al monumento-sepolcro di Rossini all’interno della Basilica con offerta ai Frati Conventuali Francescani che hanno espresso il loro plauso all’iniziativa musicale.
Cinema
L’intera banda con pubblico al seguito si sposta al vicinissimo Spazio Alfieri in via dell’Ulivo. Pomeriggio con proiezione del grande e dimenticato film biografico ROSSINI ROSSINI, un cult movie del grande e toscanissimo regista Monicelli (1991, sceneggiatura di Suso Cecchi d’Amico, cast d’eccezione: P. Noiret, S. Castellitto, G. Gaber, J. Bisset, V. Gassmann).
Degustazioni
Come gran finale non può mancare il tributo all’altra passione di Gioachino: il culto del cibo, il sapore della musica! Citazioni da gran gourmet rossiniano, brindisi d’onore a cura dei Ragazzi di Sipario-Alfieri Bistrò

Libri, poesia e arte del suono nella settimana del Flower. Domani Vanni Santoni al piazzale Michelangelo

Posted on

Lo scrittore fiorentino Vanni Santoni è il protagonista del nuovo appuntamento della rassegna Book Flower, a cura della Nottola di Minerva, martedì 25 settembre, nello spazio estivo Flower al piazzale Michelangelo. L’autore presenterà il suo ultimo romanzo, “L’impero del sogno” (Mondadori) accompagnato dalle sonorizzazioni dal vivo a cura di Renato Cantini, trasportando il pubblico in un’atmosfera sospesa tra la Toscana e il mondo onirico, tra gli anni Ottanta e i videogame (ore 19, ingresso libero).

La settimana prosegue mercoledì 26 settembre con la performance live di Nemoria, Collettivo per l’Arte del Suono, con Domenico Luca Longo a piano e sintetizzatori, Basilio Ruggiero a basso elettrico ed effetti sonori, Cosimo Marchese alla batteria e alle percussioni. Nato con l’intento di unire musicisti di generi diversi e differenti percorsi culturali, facendo coesistere sonorità lontane attraverso l’improvvisazione, il collettivo ha scelto il nome di una farfalla (Nemoria) per simboleggiare la trasformazione sonora che avviene durante le varie esibizioni in totale libertà espressiva, talvolta anche con il coinvolgimento di ballerini, pittori, poeti, teatranti. L’appuntamento è alle 19.30.

Giovedì 27 settembre alle ore 21 sarà la poesia la protagonista, con Alba Donati per la presentazione del libro “Tu, paesaggio dell’infanzia”. Con lei dialogherà Padre Bernardo, Priore di San Miniato al Monte. L’incontro fa parte del ciclo “Storia, visione, attesa”, a cura di Raffaele Palumbo in collaborazione con La Nave di Teseo. Alba Donati vive tra Fiorenze e Lucignana. Ha pubblicato: “La Repubblica contadina (1997, Premio Mondello Opera Prima e Premio Sibilla Aleramo), “Non in mio nome” (2004, Premio Diego Valeri, Premio Cassola), “Idillio con cagnolino (2013, Premio Dessì, Premio Ceppo). Ha fondato “Fenysia” la prima scuola dei linguaggi della cultura ed è presidente del Gabinetto Scientifico Letterario “G. P. Vieusseux”. L’incontro sarà trasmesso in diretta su Controradio e in web tv sui canali social, sul sito e sulla app dell’emittente radiofonica.

Il finale della settimana è affidato al jazz, colonna portante di questa estate al Flower al Piazzale. Venerdì 28 settembre alle ore 19.30 sarà la volta di Dr. Jobby & friends, sabato 29 settembre, sempre alle ore 19.30, si esibiranno Denise Lembo alla voce e Umberto Quattrone alla chitarra, attraverso un sentiero acustico volto all’improvvisazione, ricreando atmosfere intime e malinconiche. Domenica 30 settembre la chiusura della rassegna Sunday Night Jazz, con jam session e ospiti a sorpresa (ore 21). Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero. Flower al Piazzale è aperto tutti i giorni dalle 10 di mattina alle 01 di notte.

Oltre 64 mila presenze nei cinema sotto le stelle di Firenze!

Posted on

Oltre 64 mila presenze nei cinema sotto le stelle di Firenze questa estate. Il fascino del grande schermo non ha perso smalto nei mesi estivi e complice il caldo e la quantità e la qualità dell’offerta in tantissimi hanno affollato le varie arene all’aperto diffuse per Firenze, dal centro alla periferia.

Qualche numero: in centro è stato attivo per 47 serate ‘Apriti cinema’, il grande schermo nel piazzale degli Uffizi, con oltre 13 mila persone e gradinate sempre piene. Arene di Marte, il cinema al Mandela Forum, ha registrato oltre 32 mila persone. L’arena Chiar di luna ha conquistato 11.500 persone. Il Puccini, che quest’anno ha sperimentato il nuovo spazio della Manifattura Tabacchi, ha visto la presenza di oltre 6300 persone. Bene anche le rassegne più periferiche: La luna e i falò, cinque serate alle Piagge, ha visto circa 100 spettatori a sera, mentre il Cinema Tascabile, ovvero lo schermo itinerante nei quartieri ha registrato oltre un migliaio di cittadini per 16 serate.

“Un grande successo – dichiara il sindaco Dario Nardella – che da un lato segnala il feeling mai sopito tra fiorentini e grande schermo, e dall’altro premia la nostra volontà di portare l’Estate Fiorentina in tutta la città, dal centro alla periferia. La cultura, gli spettacoli di qualità, la musica, il cinema: questi gli ingredienti della nostra lunga Estate che abbiamo cercato di rendere il più possibile diffusi in tutti i quartieri. Vedere fiorentini e turisti gomito a gomito per i film d’autore agli Uffizi, le famiglie al Mandela Forum o chi si portava la sedia da casa per assistere agli spettacoli del Cinema Tascabile nelle zone meno centrali mi ha davvero emozionato”.

“Il cinema all’aperto fiorentino gode di ottima salute – rileva Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina – e la città ha vissuto un’estate ricchissima. Grazie agli investimenti fatti negli anni, anche attraverso l’Estate, gli operatori culturali hanno potuto predisporre tanti grandi schermi in città che hanno portato in poco tempo a moltiplicarsi le arene cinematografiche e le visioni del cinema d’autore. Senza dimenticare che il cinema all’aperto rappresenta, anche nel mese di agosto, un’opportunità per i tanti che non possono lasciare Firenze e che possono scegliere tra un’ampia offerta di spettacoli a ingresso gratuito o a prezzi assolutamente calmierati”.

La settimana del Flower tra libri e musica

Posted on

Letteratura e musica saranno le costanti di questa settimana al Flower, spazio dell’Estate Fiorentina al piazzale Michelangelo. Si comincia domani, martedì 18 settembre, con la presentazione del libro “L’orrore” (Feltrinelli), alla presenza dell’autore Pietro Grossi, con musiche dal vivo tratte da The Doors. La penna inquieta e precisa come un bisturi di Grossi vira stavolta verso l’horror, tratteggiando le atmosfere di un romanzo al limite del possibile. L’appuntamento fa parte del ciclo “Book Flower” in collaborazione con La Nottola di Minerva (ore 19, ingresso libero).

Mercoledì 19, per il ciclo “Contro il logorio della vita moderna”, al Flower arriva Leonardo Previ, autore di “Zainocrazia. Teoria e pratica di un futuro preferibile” (LSWR). La zainocrazia è un fenomeno emergente che offre una risposta costruttiva alle trasformazioni del nostro tempo, in opposizione alla forza distruttiva della burocrazia. Al centro del libro campeggia la figura dello zainocrate, una persona capace di chiudere nello zaino tutto quello che serve per affrontare qualsiasi ostacolo: i profondi cambiamenti del mondo del lavoro, le incertezze dell’economia, le trasformazioni radicali che la rivoluzione digitale sta imponendo a ogni aspetto della nostra civiltà. Si esce dal libro riconoscendosi nella zainocrazia e ottenendo suggerimenti molto concreti per affrontare il futuro con maggiore fiducia ed efficacia. Insieme all’autore interverrà Riccardo Ventrella (ore 18.45, ingresso libero).

Finale di settimana sulle note jazz: venerdì 21 settembre arriva il Cosimo Marchese Jazz Trio (ore 19.30), con Marchese alla batteria, affiancato dai due giovani talenti Federico Calabretta (al piano) e Bernardo Sacconi (contrabbasso/basso elettrico), per un repertorio tra improvvisazione tipicamente jazz e contaminazioni funk e rock; sabato 22 (ore 19.30) è la volta di un altro trio, capitanato da Max Calderai, uno dei più affermati pianisti jazz toscani, insieme a Bernardo Sacconi al contrabbasso e Cosimo Marchese di nuovo alla batteria, pronti ad esplorare le sonorità afro-americane e linguaggi più innovativi. Chiude la settimana domenica 23 la Sunday Night Jazz, con un trio di big: Titta Nesti alla voce, Franco Santarnecchi al piano/organo e Piero Borri alla batteria (ore 21). Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

 

 

Reading in the tram: incursioni musicali e poetiche in tramvia al mattino

Posted on

Dall’11 al 19 settembre “Reading in the tram” pillole di poesia e di musica per iniziare bene la giornata, un’incursione sui treni che percorrono il nuovo tratto della tramvia dalla fermata Fortezza a Piazza Dalmazia. Dalle 9.30 alle 11, ogni mattina letture sceniche e performance diverse per continuare a leggere anche al ritorno, in regalo infatti il nuovo numero speciale di Ro.Ro.Ro di Clichy dedicato alla poesia. A cura de La Nottola di Minerva.

PROGRAMMA

Martedì 11 settembre 

RICCARDO ROMBI | voce recitante

ALBA GRIGATTI | voce recitante

PASQUALE RIMOLO | fisarmonica

GABRIELE SAVARESE | violino

Mercoledì 12 settembre

ROSARIO CAMPISI | voce recitante

MICHELE STAINO | contrabbasso

Giovedì 13 settembre

GAIA NANNI | voce recitante

LETIZIA FUOCHI | chitarra

Martedì 18 settembre

GAIA NANNI | voce recitante

LETIZIA FUOCHI | chitarra

Mercoledì 19 settembre

GAIA NANNI | voce recitante

RENATO CANTINI | tromba

 

 

Inaugura la nuova Piazza dei Ciompi

Posted on

Venerdì 7 settembre dalle 17 festa con Cirk Fantastik e Scuola di musica di Fiesole, a seguire taglio del nastro con il sindaco Nardella

Una nuova piazza-giardino con area verde centrale e postazioni non fisse per ospitare fiere e mercati temporanei lungo il perimetro. È il nuovo volto di piazza dei Ciompi che sarà svelato venerdì 7 settembre alla presenza del sindaco Dario Nardella e degli assessori allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e all’Ambiente Alessia Bettini. A partire dalle 17, appuntamento con gli artisti del Cirk Fantastik e la Scuola di musica di Fiesole per festeggiare con i cittadini il completamento dei lavori di riqualificazione complessiva della piazza. Il nuovo disegno ha previsto la realizzazione di un’area verde centrale delimitata da siepi, con alberature laterali e un’aiuola a contornare il grande pino. Viene mantenuta la funzione mercatale con la collocazione di postazioni temporanee di vendita lungo le fasce perimetrali per realizzare fiere e mercati non alimentari con frequenza settimanale o mensile, a partire dalle prossime mostre di fiori e libri.

“Un passo importante nel quadro di una complessiva riqualificazione di una parte di città densamente abitata – ha detto l’assessore Del Re – Una piazza rinnovata che restituisce alla città uno spazio verde e si propone di creare un’area mercatale contigua tra l’area dei Ciompi e quella di piazza Annigoni, dove saranno realizzate le strutture permanenti del mercato delle pulci. Un’impostazione che consente di alleggerire piazza dei Ciompi, rendendola più fruibile dai cittadini attraverso la nuova area verde e il mantenimento della funzione mercatale per fiere e mercati saltuari con postazioni non fisse”.

«Grazie a questo intervento – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini – una piazza degradata è tornata ad essere un luogo urbano di qualità. Restituiamo più bella e, soprattutto, più verde, una piazza molto amata dai fiorentini».

L’intervento di riqualificazione ha riguardato la realizzazione della pavimentazione lapidea in pietra forte tipo Alberese, rifinita con punzecchiatura; i cordoli esterni lungo la piazza sono stati realizzati in granito mentre per i cordoli interni è stata utilizzata la stessa pietra forte alberese di tipo fiammato. I marciapiedi di Borgo Allegri sono anch’essi stati realizzati in pietra forte Alberese, rifinita con rigatura a spina e cordoli in granito. Si è proceduto inoltre alla riqualificazione della pavimentazione stradale tra via Martiri del Popolo e via Buonarroti con sostituzione della vecchia pavimentazione in cls con materiale lapideo montato in ‘opera incerta’. Nell’ambito dell’intervento, i gestori dei sottoservizi hanno colto l’occasione per la riqualificazione delle reti con particolare riferimento a fognature, acquedotto e linee telefoniche. Per una migliore vivibilità da parte dei cittadini la piazza è stata dotata di un giardino di estensione superiore a 500 mq, realizzato con percorsi pedonali in calcestruzzo architettonico e finiture in acciaio. Incrementato anche il livello di illuminazione della piazza con installazione di nove nuovi punti luce a led.

Come previsto da progetto, è stata realizzata un’area verde recintata centrale che si articola lungo percorsi che la attraversano longitudinalmente, bordati da aiuole fiorite di liriope muscari (liriope muscari), iperico (hypericum ‘Hidcote’), cisto (cistus ‘Alan Fradd’), salvia (salvia Microphylla), circondata peritralmente da una doppia siepe di rose bianche (Rosa ‘White Meidiland’) all’interno e tasso (Taxus Baccata) all’esterno della recinzione. Al centro dell’area recintata è stato mantenuto il preesistente esemplare isolato di Pino domestico. Il resto dell’arredo verde è costituito da 12 alberi di aranci amari (Citrus aurantium) posti sui bordi della piazza (sui fronti lungo Borgo Allegri e via Buonarroti) sei per lato, in aiuole inserite nella pavimentazione con alla base una siepe di Mirto (Mirtus communis) da potare in forma obbligata.

La piazza conserva la sua tradizionale vocazione per fiere e mercati: a tal fine sono state installate delle infrastrutture per l’alimentazione elettrica per una fruizione anche durante il periodo invernale. La realizzazione dell’area centrale della piazza è stata sviluppata sotto il coordinamento e la direzione scientifica della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Firenze visto anche il ritrovamento di reperti archeologici di epoca moderna, e in misura più limitata di epoca tardo medioevale, rinascimentale e romana. In collaborazione con la stessa Soprintendenza, è in fase di sviluppo un progetto pilota per la realizzazione di un sistema di comunicazione e diffusione multimediale, a testimonianza della storia della piazza, partendo dalle analisi archeologiche svolte in occasione del cantiere. (sc)

Libri, dibattiti e tanta musica nella settimana del Flower

Posted on

Con l’autrice Caterina Bonvicini, in dialogo con la giornalista Chiara Dino, prosegue martedì 4 settembre il ciclo “Book Flower”, in collaborazione con l’associazione Nottola di Minerva, al Flower al Piazzale, spazio dell’Estate Fiorentina con uno degli affacci più scenografici sulla città, ai piedi del David di Michelangelo. L’autrice presenterà il suo ultimo libro “Fancy Red”, a metà strada tra thriller e storia d’amore (ingresso libero, ore 19).


Mercoledì 5 settembre nuovo concerto per la rassegna “Ed io tra voi”, che porta i protagonisti della scena cantautoriale fiorentina sul palco del Flower in una atmosfera intimistica. Protagonista della nuova data Liana Marino, voce limpida e pulita, accompagnata dal suono di una chitarra acustica. Nata a Campobasso, ma fiorentina d’adozione, Liana Marino ha spaziato tra vari generi musicali, prima di delineare la propria linea stilistica ed essere premiata in diversi concorsi nazionali. La sua è una musica elegante e delicata, che spazia tra canzone d’autore e musica popolare, intrecciando in modo naturale ritmi rock e folk a sonorità jazz e sudamericane (ingresso libero, ore 21).

Giovedì 6 settembre incontro con i protagonisti del progetto di Controradio “MAI IN SILENZIO: la musica contro la violenza di genere”, con il sostegno di Regione Toscana e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e con la sponsorizzazione di Unipol, per un nuovo Talk (Radio) Show trasmesso in diretta radiofonica su Controradio e in web Tv sul sito e sulla pagina Facebook dell’emittente fiorentina. Conduce Giustina Terenzi, intervengono Lorenzo Cipriani (tra i curatori e tutor del progetto) con FrigoDiari della Fine e Gio Mannucci, band vincitrici del concorso che proporranno “live” i brani presentati (ore 21, ingresso libero).

Il weekend del Flower al Piazzale è tutto all’insegna del jazz. Si comincia venerdì 7 settembre con il Cifa’s Combo Duo, composto da Giovanni Cifariello alla chitarra ed Emiliano Deglinnocenti al contrabbasso (ore 19.30, ingresso libero). Il duo si esprime con un interplay accattivante e mai scontato, i due strumenti si inseguono, dialogano, a volte “combattono”, ma sempre col gusto della scoperta e con un effetto sempre soft, dalla bossanova al funk, dallo swing alla world music. Sabato 8 settembre è la volta di Francesco Gabrielli Quartet, con Gabrielli alla chitarra, Daniele Innocenti al sax, Nicola Del Lungo al contrabbasso e Marco Mazzoni alla batteria, per un concerto tra brani standard jazz rivisitati e inediti in grado di sovvertire i canoni classici (ore 20, ingresso libero). Infine domenica 9 settembre per il ciclo “Sunday Night Jazz” si esibisce un quintetto composto da quattro giovani talenti (Daniele Innocenti al sax tenore, Giovanni Matticari al pianoforte, Antonello Giacomi alla chitarra, Nicola Del Lungo al contrabbasso, Marco Mazzoni alla batteria) più il big Nicola Cellai alla tromba (ore 21, ingresso libero).

Anche la settimana successiva si aprirà nel segno del jazz, lunedì 10 con Bruno e Ciolli combo chitarre duo per un concerto a base di brani originali nel segno della tradizione swing bob & latin (ore 19.30, ingresso libero).

 

La settimana del River Urban Beach dal 3 al 9 settembre

Posted on

FLUIDAMENTE, PROGRAMMA 3-9 SETTEMBRE

Musica, Teatro, cinema, arte, letteratura, dj set… il RIVER URBAN BEACH compie il giro di boa di questo 2018 targato FLUIDAMENTE, con numerosi eventi a cura del CENTRO DI TEATRO INTERNAZIONALE di Olga Melnik in collaborazione con l’Estate Fiorentina.

Da segnalare il ritorno di Luca Giannelli con la rassegna Raccont’Arno e la special night musicale, sabato 8 Settembre con il FRINGE FESTIVAL. Inoltre ampio spazio allo sport con il Summer Sunset – Arno Beach Rugby, evento speciale organizzato dalla squadra Old Rugby Ribolliti Firenze, senza dimenticare gli appuntamenti fissi con il Beach volley (tutti i giorni) lo Yoga (mercoledì alle 18) e i Pony Games (tutte le domeniche). Venerdì e domenica ampio spazio al dj set e la dance party rispettivamente con Tenax Beach e il party brasiliano.

Lunedì 3 settembre ore 20.00 A PORTRAIT IN FOUR COLORS (Giulio Ottanelli – alto sax, Sergio Aloisio Rizzo – chitarra, Marco Benedetti – contrabbasso, Simone Brilli – batteria) Tributo al “Barone” Charles Mingus”. Il quartetto esplora le composizioni più e meno note del leggendario contrabbassista, con la sfida di reinterpretarle in una formazione atipica e di filtrarle attraverso la propria musicalità ed il proprio sentire.

Martedì 4 settembre ore 20.00 “Solo Per Voice” il coro vocale diretto da Lucia Sergenti e Federico Piras che sulla scia di famosi gruppi vocali come King’s Singers e Pentatonix, eseguono un repertorio pop/rock dai Beatles ai Daft Punk, passando per Supertramp e Britney Spears, senza disdegnare qualche incursione nell’improvvisazione corale (le cosiddette “circle song”). L’esecuzione dei brani è affidata ad un affiatato coro di una ventina di elementi.

Mercoledì 5 settembre grande giornata di sport e cultura, con la V edizione del Summer Sunset – Arno Beach Rugby, con la partita a cui parteciperanno le Medicee, squadra femminile del Rugby Club ed “I Medicei”, per una dimostrazione di beach rugby giovanile la Under 14 e la Under 12 del Firenze Rugby 1931. Alle ore 19.00 in Terrazza Luca Giannelli ci racconta i segreti dell’Arno con l’evento “L’Arno dipinto”, subito dopo dj set

Giovedì 6 Settembre ancora una puntata di Raccont’Arno con le Edizioni Medice Fiorentina, per la presentazione del libro illustrato “Le Acque del chianti” con Fabrizio Nucci.

Venerdi 7 settembre consueto appuntamento con il Tenax Beach, Sabato 8 la special night fiorentina, per la quarta tappa del FRINGE FESTIVAL. Dall’alto delle Night Towers, tre palcoscenici a otto metri di altezza, che affondano i piedi nella sabbia della spiaggetta in piazza Poggi, scenderà la performance 2.0 Vertical Stage Session, un omaggio al Messico. Un progetto in cui arte, socialità, cultura, spettacolarità e riqualificazione urbana convivono. Dalle Night Towers il rapper e cantante torinese Willie Peyote che si esibirà in un live show tutto Modern Mexican. Vertical Stage Session è un format ideato e diretto da Stefano Pesca e dalla factory creativa Eggers 2.0.

Domenica 9 settembre PARTY BRASILIANO

Limonaia di Villa Strozzi tutti gli eventi di settembre

Posted on

Continuano gli eventi alla Limonaia di Villa Strozzi, prossimo evento che si svolgerà sempre all’interno della Limonaia dal 2 al 6 settembre sarà la mostra conclusiva degli artisti vincitori del Secondo Premio Factory Athena Per le Arti Contemporanee, svoltosi l’anno scorso presso gli impianti sportivi dell’ Ippodromo del Visarno sito all’interno delle Cascine di Firenze, evento che alla sua seconda edizione ha fatto sfidare artisti di diverse nazionalità sul tema del cavallo, trasformando l’ippodromo per circa un mese in una galleria d’arte contemporanea, svolgendo a pieno  gli intenti di Factory Athena come contenitore di divulgazione d arte in ambienti inusuali e decontestualizzati per rendere più pubblica e fruibile possibile la visone dell’arte e della contemporaneità, nelle sue diverse sfaccettature. Non mancherà il consueto appuntamento con Tempo Reale (19 – 30 settembre) e la novità del Teatro delle Donne (14 – 16 settembre). Ma tante ancora le serate con gruppi emergenti (11 settembre) o di musica popolare del Sud (12 settembre), serate di Tango curate da Graciela Rostom (domenica 2 9 settembre), il cinema per una serata di beneficenza (10 settembre) e il teatro danza di Chiara Burgio (5 settembre).

SABATO 01 SETTEMBRE

Evento in Limonaia

SALSODROMO VS LATINPHOP

DOMENICA 02 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia – Inaugurazione

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

Dalle 21.30     Teatro

BUENOS AIRES TANGO

Serata di tango con Graciela Rostom

 

LUNEDÌ  03 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

MARTEDÌ 04 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

MERCOLEDÌ 05 SETTEMBRE

Dalle 17.00     Limonaia

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura di Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

18.00   Teatro / Rito teatrale

VESPRI

immagini in azione e quadri in movimento

ideazione e coreografia di Chiara Clara Burgio

GIOVEDÌ  06 SETTEMBRE

18.00   Limonaia – Finissage

MOSTRA FACTORY ATHENA

A cura DI Factory Athena

Mostra, installazioni, performance, eventi, happening

 

VENERDÌ 07 SETTEMBRE o SABATO 08 SETTEMBRE

Evento in Limonaia

FESTA DI INIZIÒ ANNO SCOLASTICO GAY FRIENDLY

DOMENICA 09 SETTEMBRE

Dalle 21.30     Teatro

BUENOS AIRES TANGO

Serata di tango con Graciela Rostom

 

LUNEDÌ 10 SETTEMBRE

h 21:30 Cinema al fresco

SARANNO FAMOSI?

Di Alessandro Sarti. Serata di beneficenza a sostegno della Fondazione Tommasino Bacciotti Onlus. Saranno presenti, oltre al regista, alcuni attori tra cui il mitico Sergio Forconi.

Con il contributo della Regione Toscana e il patrocinio del Comune di Firenze

“Saranno famosi?” è una commedia brillante che racconta la storia di un grande ballerino che si trova in disaccordo con il Sindaco del suo paese. L’Amministrazione Comunale intende trasformare i locali della sua antica e amata scuola da ballo in un centro di grande distribuzione commerciale gestito da un imprenditore cinese. La trama del soggetto mette in risalto anche le differenze generazionali tra i vari protagonisti della storia ma, allo stesso tempo, la capacità di unire le forze per combattere quando si scopre un sentire comune e, il tutto, sempre con lo sguardo vigile alla legalità. Il film è stato girato con attori professionisti, che hanno lavorato gratuitamente, e più di 700 comparse. Il progetto ha ottenuto il sostegno e la collaborazione del Comando della Guardia di Finanza di Roma e tutti i patrocini citati nella locandina allegata. Per la cronaca, l’attore protagonista,  Sergio Forconi, era presente nel Film “Il ciclone” nella parte del padre di Pieraccioni. Il film è stato oggetto, da subito, di grande interesse da parte delle Istituzioni, tanto che il giorno del primo Ciak, sul Ponte Vecchio a Firenze, ha visto la presenza del Presidente della regione Toscana Eugenio Giani. Tutti i comuni toccati dalle riprese hanno sostenuto e patrocinato l’opera.

Il film, uscito in prima nazionale il 16 febbraio 2018 al cinema della Compagnia di Firenze, sta ottenendo buoni risultati. Si tratta di una produzione dal basso, voluta così perché tutti i proventi ottenuti dalle proiezioni, con ingresso libero a donazione saranno devoluti alla Fondazione Tommasino Bacciotti, Onlus di Firenze che collabora con l’ospedale pediatrico Mayer.

 

MARTEDÌ 11 SETTEMBRE

Dalle 18:00

D.I.Y. FIRENZE FEST

Conferenza sui migranti, con Aboubakar Soumahoro come relatore (daconfermare)

Live painting di tre artisti ( Miles, Mono_Graff e Nian)

Esibizioni artistiche di 6 artisti (Camilla Pietrarelli, Giulio Noccesi, Ferdinando Andreozzi, Insane, Mono_graff )

Concerto con 4 band (La Notte, Handlogic, Addio Proust, la quarta a breve)

dj set musica ambient

MERCOLEDÌ 12 SETTEMBRE

21.00 Concerto

MEDITERRANEAN TRIO

Paolo Casu | percussioni

Luca Imperatore | chitarra classica

Enzo Mileo | chitarra e voce

Il gruppo si esibirà in musiche e canzoni popolari cubane, con ritmi di rumba, bolero, beguine, bossa nova, ma anche pezzi tradizionali del Sud Italia invitando tutti a lasciarsi trasportare dai ritmi della pizzica, della taranta o di qualche struggente canzone d’amore. Anche ballando.

GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE

18.00 Presentazione libro

Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato introdotti da Cristina Vernizzi

LA VIA DEL SILENZIO

A Walnut Creek, tranquilla cittadina della California, una studentessa viene ritrovata sgozzata, la lingua tagliata e le labbra cucite con del filo da sutura. Il capitano Jeffrey Coleman del dipartimento di San Francisco, poliziotto tenace e ostinato, credente in Dio e nel suo intervento salvifico, sarà chiamato a fare i conti con altre morti atroci, che lo getteranno in uno stato di profonda prostrazione fino a fargli smarrire la via della fede. Una via che si intreccerà fatalmente con un’altra: la via del silenzio. Una lunga scia di sangue ad opera di uno spietato serial killer che pratica mutilazioni post mortem sui corpi delle vittime, attraverso un rituale dal significato criptico che affonda le radici in un passato lontano. Chi è il mostro che riduce al silenzio delle giovani donne senza lasciare tracce? E qual è la pulsione che lo spinge a uccidere? Domande senza risposta, perché è impossibile catturare uno spettro.

21.00 Stage di danza e spettacolo

DANZE POPOLARI DEL SUD

A cura di Annalisa Prota

VENERDÌ 14 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE – EF

Il teatro delle donne nasce nel 1991 da un’idea di Maria Cristina Ghelli. L’Associazione Culturale Il Teatro delle Donne è formata da autrici, attrici, registe, operatrici e studiose del settore, fra cui Dacia Maraini, Barbara Nativi, Laura Caretti, Lucia Poli, Athina Cenci, Valeria Moretti, Donatella Diamanti, Lia Lapini; è un centro di produzione drammaturgica contemporanea all’avanguardia. In venticinque anni di attività, in linea con le analoghe iniziative europee, ha messo in piedi il Centro Nazionale di Drammaturgia, ha raccolto in un archivio (consultabile anche sul sito www.teatrodelledonne.com) e catalogato circa mille testi di autrici italiane di teatro, ha prodotto e diffuso spettacoli innovativi, ha collaborato con quasi tutte le autrici nazionali, prima fra tutte Dacia Maraini, che ha dato un importante contributo alla nostra attività scegliendo nel 2004 il Teatro Manzoni di Calenzano come sede della Scuola Nazionale di Scrittura Teatrale. Dopo aver diretto vari teatri in Toscana, il Teatro delle Donne gestisce dal 2002 il Teatro Manzoni, splendida struttura della fine dell’800 ristrutturata dal Comune di Calenzano. È una fra le sale più vivaci dell’area metropolitana fiorentina, la programmazione dà centralità alla funzione civile del teatro in particolare delle donne, alla pluralità dei linguaggi e al valore delle differenze, presenta una stagione che è punto di riferimento italiano per la drammaturgia contemporanea. Ha dato vita negli ultimi anni al festival AVAMPOSTI dedicato alla drammaturgia contemporanea che è già un appuntamento di rilievo nazionale. (055 8877213 / teatro.donne@libero.it)

Evento in Limonaia

DISCO_NNECT 10 YEARS (DECIMO ANNIVERSARIO DELL’ORGANIZZAZIONE)

SABATO 15 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE- EF

Evento in Limonaia

BACK TO THE ’90S

evento di chiusura a cura di Bluemotion

DOMENICA 16 SETTEMBRE

21.30 Teatro

TEATRO DELLE DONNE – EF

MARTEDÌ 18 SETTEMBRE

18.00 Presentazione libro

Manuela Della Corte introdotta da Maria Rosaria Perilli.

SU IL SIPARIO

Nove amici riuniti in una villa sulla riviera ligure per ritrovare il cameratismo dei tempi dell’università. L’allegra rimpatriata è soltanto una messa in scena, però, e l’omicidio di uno dei protagonisti porta alla

luce i veri motivi che sono alla base dell’incontro. Il commissario Bonelli si trova così catapultato in una spirale di intrighi e menzogne che complicano un caso già di per sé difficile, con un piano che prevede il delitto perfetto. Bonelli non delude il lettore neanche questa volta e un incontro, forse importante, non scalfisce la grinta e l’intuito che lo hanno caratterizzato ne Le tessere mancanti.

MERCOLEDÌ 19 SETTEMBRE

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE nell’ambito del bando ‘Sillumina’, della Città Metropolitana di Firenze e con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Montespertoli e dell’Istituto Francese di Firenze.

21.30 Teatro

SATYERICON

La musica di Satierikon è un arrangiamento di tre brani orchestrali del compositore francese Erik Satie vissuto tra il 1866 e il 1925 a Parigi. Precisamente si tratta di una commistione tra i balletti Parade e Relâche e la musica per Entr’acte, un film di René Clair che originalmente costituiva l’intermezzo tra i due atti di Relâche. La musica dello spettacolo è integrata con alcune chanson dello stesso compositore (Allons-y Chochotte, Chanson, Je Te Veux, Trois Poèmes d’Amour, Danseuse, La Diva de l’Empire, Air du Poète, Air du Rat, Adieu, Spleen.

All’interno dello spettacolo verranno proiettati il film Entr’acte e alcune scene di battaglia riprese dalla Grande Guerra in considerazione del fatto che la prima rappresentazione di Parade si è avuta nel 1917 a Parigi. Il ruolo delle proiezioni è quello di commentare le azioni che avvengono sul palco, suggerendo allo spettatore un nuovo punto di vista da cui osservare le scene. Si vuole riuscire ad instaurare un rapporto diretto tra immagine, azione e significato.

SatiErikon è parte di un progetto socio-culturale formativo che affianca giovani studenti e tirocinanti e professionisti di grande rilievo, sia nel team di produzione che fra gli artisti e musicisti, che coinvolge anche i richiedenti asilo del CAS di Montespertoli e valorizza le loro competenze utili per il supporto dello spettacolo.

VENERDÌ 21 SETTEMBRE

Ore 19 > 21

KLANG MUSICA SPERIMENTALE #11

A cura di Tempo Reale

1.Alessandro Olla IMBYA (I am because you are)

performance audiovisiva

2. Julia Mihály LA RINASCITA DI MARLENE

per voce, performance e live electronics

prima esecuzione italiana

3. Minus ROUND #2

Sintetizzatore Simone Faraci, Marco Giampieretti

No-input mixer e live electronics Matteo Pastorello

Basso elettrico e live electronics Federico Pipia

Chitarra elettrica e live electronics Niccolò Salvi

Tre visioni diverse del suono e della musica aprono la sezione Y, all’insegna di una diversità che è anche cifra stilistica del Tempo Reale Festival. Un impianto di interesse verso il soundscape africano testimonia il lavoro di ricerca di Olla, compositore sardo da molto tempo impegnato nell’esplorazione e nella ricontestualizzazione di paesaggi sonori inediti e originali. Julia Mihály è una emergente performer tedesca, con un carattere artistico difficilmente etichettabile: porta per la prima volta in Italia un suo breve lavoro di teatro musicale in grado di proiettarci tanto in una dimensione virtuosistica quanto verso la ricerca di ciò che è più avanzato in questo ambito. Infine musica pura, l’improvvisazione elettroacustica “strutturata” e polifonica di una giovanissima formazione bolognese reduce dal trionfante esordio nella rassegna Martini Elettrico (Bologna): occasione per sgombrare l’ascolto da cliché e riscoprire la gioia del suonare insieme.

Biglietto €5

SABATO 22 SETTEMBRE

ore 16.30 e 21.30

AUDIOVISIONI SOUNDSCAPE

A cura di Tempo Reale

Opere audiovisive con paesaggi sonori

Ore 17 WORKSHOP

“Il paesaggio sonoro nel cinema”

Con Lelio Camilleri, Andrea Gozzi

Ingresso gratuito

Ore 21.30 CONCERTO

Fragile (Luca Perciballi suono Mattia Scappini pittura), Another Dream in town

Alberto Madrigali suono Edoardo Colombani video, Natura_Urbano

Emil Bruscolini suono e video, Porto

Mattia Loris Siboni suono e video Francesca Longhi video, Ex.No Novo

e-cor ensemble suono Salvatore Insana concept, film, editing, Questo piacere di inciampare e di spaccarci la testa contro la terra e il cielo

Njordzitrone (Davide Baldazzi e Andrej Cebski) suono Caterina Appignani video, Dissolve/Collide

Con il supporto di SIAE / Progetto SIAE – Classici di Oggi

Comitato di selezione: Lelio Camilleri, Carla Chiti, Francesco Giomi, Andrea Gozzi

Ad un gruppo di giovani artisti visivi e musicisti elettronici italiani è stata data la possibilità di presentare una loro opera audiovisiva sul tema del paesaggio: opere audiovisive che propongono soundscape immaginari, una città, un luogo, un territorio; oppure opere audiovisive ispirate a paesaggi sonori immaginari, inventati o virtuali. Tra i molti progetti presentati ne sono stati scelti sei, diversi per approccio, estetica e modalità tecniche di realizzazione. A testimonianza di uno straordinario momento di vivacità creativa che l’Italia sta vivendo sul piano della ricerca artistica.

Biglietto €5

MARTEDÌ 25 SETTEMBRE

ore 19 > 22:30

MARATONA SOUNDSCAPE

A cura di Tempo Reale

I. ITALIA

Regia del suono Francesco Giomi

Francesco Giomi, Menù (1999)

Salvatore Miele, DSM (2018), prima esecuzione assoluta

Fabio Monni, Sospeso su una città di pietra II/a (2018)*

Manfredi Clemente, Isole (2018), prima esecuzione assoluta

II. GRECIA

Regia del suono Apostolos Loufopoulos

Katerina Tzedaki, Reverberations (2018)

Filippos Theocharidis, Interactive Soundwalk (2018)

Apostolos Loufopoulos, Icarus (2006)

III. FRANCIA

Regia del suono Bernard Fort

Bernard Fort, Brain Fever (2018), Commissione GRM

Bernard Fort, Crépuscule sur l’île d’Elbe (2014)

Bernard Fort, Allegro Assai (2018)

Primo movimento da Thèmes et Variations, prima esecuzione assoluta

IV. PORTOGALLO

Regia del suono Jaime Reis

José Luís Ferreira, Le bruit d’une porte qui… (2004)

José Carlos Sousa, Souks (2018)

Jaime Reis, Fluxus, pas trop haut dans le ciel (2017)

V. CANADA/ARGENTINA/ITALIA

Regia del suono Lelio Camilleri

Hildegard Westerkamp, Gently Penetrating Beneath the Sounding Surfaces of Another Place (1998)

Raul Minsburg, Paisajes ocultos (2009)

Lelio Camilleri, Summer 2018 (2018), prima esecuzione assoluta

Protagonista di questa lunga maratona concertistica è l’incontro di culture sonore differenti, interpretate da cinque registi del suono internazionalmente impegnati nell’opera di diffusione e valorizzazione del paesaggio sonoro. L’evento sollecita dunque l’ascolto e il confronto della comunità creativa italiana sul tema del soundscape, costituendo un profondo momento di attrazione per questo tema. Si intersecano esperienze squisitamente territoriali (come i progetti di Fort sull’Isola d’Elba o i vari lavori italiani realizzati sul sound di Firenze) con ricerche spiccatamente esotiche (due sul paesaggio indiano per esempio), in grado di proiettarci consapevolmente in un universo espressivo ormai talmente diffuso e praticato da essere divenuto uno dei mainstream della produzione musicale e formativa. Compito di Maratona Soundscape è quindi quello di costituire un riferimento, l’indicazione di possibili finestre di sviluppo e di indagine nel campo della musica elettroacustica.

Nell’ambito del progetto “Il paesaggio sonoro in cui viviamo” finanziato dal programma Erasmus+ (2016-2019)

In collaborazione con Istituto Francese di Firenze, GMVL (Francia), AFEA/ Festival DEM (Portogallo), EPHMEE (Grecia), Amici della Musica di Cagliari (Italia)

Biglietto €5

 

GIOVEDÌ  27 SETTEMBRE

ore 17 > 19

LISTENING ROOM FKL | SUONARE L’ASCOLTO

A cura di Tempo Reale

VENERDÌ 28 SETTEMBRE

ore 17 > 19

LISTENING ROOM FKL | SUONARE L’ASCOLTO

ore 19 > 21

KLANG MUSICA SPERIMENTALE #12

A cura di Tempo Reale

1.Lucio Garau MUSICA OGGI

musica acusmatica

Sei studi acusmatici op. 68  (2014)  prima esecuzione italiana

Cosa è il paesaggio sonoro? (2018) prima esecuzione assoluta

  1. Zimmerfrei SAFARI

Live set Massimo Carozzi

  1. Theodoros Lotis DUST SCENES

musica acusmatica

Arioso Dolente / Beethoven Op. 110 (2002)

Winter Landscape 1: Brussels (2016)

Portrait d’une Manifestante (2014)

La musica acusmatica è proiettata nello spazio attraverso altoparlanti ed è capace di suggerire e stimolare “immagini uditive”. In questa chiave due compositori (il primo italiano il secondo greco) presentano uno spaccato della loro opera. Garau, compositore e interprete a 360 gradi, propone una prospettiva della sua produzione presentando l’ultimo lavoro al confine tra teatro sonoro e riflessione estetica. Lotis, uno degli artisti più interessanti dell’elettronica greca, incentra il suo percorso su una personale idea di paesaggio musicale, alternando la rilettura di Beethoven

a composizioni che attingono da materiali di field recording registrato in contesti del tutto particolari. In mezzo a loro la performance live di Massimo Carozzi, membro del collettivo bolognese Zimmerfrei, che per la prima volta a Firenze propone il suo incessante viaggio tra i suoni e le atmosfere di mezzo mondo.

Biglietto €5

SABATO 29 SETTEMBRE

ore 17 > 19

ore 21.30

ERIKM + ANTHONY PATERAS

eRikm Dispositivi elettronici

Anthony Pateras Campionatori e sintetizzatori

Cosa succede se uno dei più straordinari “suonatori di dischi” incontra il pianista e compositore australiano Pateras? Che tipo di strumenti suoneranno? Quale percorso sorprendente e innovativo potremo ascoltare? Il francese eRikm, già ospite del Tempo Reale Festival in uno straordinario concerto del 2011, ritorna a Firenze in coppia con le esperienze elettroniche di un musicista affermato, poliedrico polistrumentista e capace di rigenerarsi in tutta la sua carriera musicale. Improvvisazione, ritmo, elettronica: questi gli ingredienti di un concerto esclusivo che chiude gli appuntamenti alla Limonaia con una proiezione verso dimensioni prive di confini, sia in senso geografico che linguistico.

In collaborazione con Istituto Francese Firenze

Progetto ideato in collaborazione con Carla Chiti

Biglietto €10