Musica

Fiorino sull’Arno – Il Quinto Elemento

È tornato fino al 15 settembre Il Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi – Firenze, vicino al Ponte di San Niccolò), locale all’aperto che offre sette giorni su sette, fino a settembre, buona musica e intrattenimento di qualità, insieme a ottime pizze e altre specialità culinarie, soprattutto mediterranee; per il dopo cena si può disporre dei conforti di un fornitissimo bar. Non solo spazio notturno: il bar è aperto dalle 9 a mezzanotte; dalle 19 sarà imbandito un aperitivo; dalle 20 si cena. Il tutto in uno spazio molto gradevole, in mezzo ad alberi secolari che proteggono dalla calura estiva. Gli spettacoli iniziano alle 21.30 e sono sempre ad ingresso libero.

Martedì 6 agosto alle 21.30 si ha l’occasione di ascoltare un gruppo davvero fuori del comune, Il Quinto elemento. Jazz a cappella dalla Toscana: un supergruppo vocale formato da cinque soliste fuoriclasse: Irene Giuliani, Elisa Mini, Paola Rovai, Stefania Scarinzi e Mya Fracassini. Il loro repertorio reinventa i generi musicali più disparati: dalla polifonia rinascimentale a quella contemporanea, da canti della tradizione popolare italiana a brani di respiro internazionale, fino a composizioni originali di Irene Giuliani. Il tutto con un forte elemento teatrale ed improvvisativo, che rende la performance coinvolgente e sempre diversa.

Irene Giuliani (voce e arrangiamenti) è diplomata in pianoforte al Conservatorio di Ferrara e si dedica ormai da diversi anni alle grandi passioni del canto e dell’arrangiamento (ha conseguito con lode il diploma di secondo livello al Conservatorio di Bologna). Allieva, fra le altre, di Stefania Scarinzi (e fa parte del suo Novo Grupo Vocal, col quale si è esibita a Lucca Jazz Donna) e Mya Fracassini, è leader di un combo jazz a suo nome e ha fatto parte dei Jubilee Shouters diretti da Gianna Grazzini. Stefania Scarinzi, allieva di Bob Stoloff della Berklee School a Boston, ha collaborato spesso con i suoi Vocal Summit. Rimasta un anno a New York grazie ad una borsa di studio vinta con Mark Murphy, ha cantato con Garry Dial, Rich de Rose, Terre Roche, esibendosi in vari locali, tra cui il Bottom Line a N.Y. Citata come “miglior talento jazz” dalla rivista italiana Musica Jazz nel 2002, ha inciso con i più grandi jazzisti italiani, fra i quali Renato Sellani, Nico Gori e Massimo Moriconi, bassista di Mina. Ha fondato e diretto molti cori, tra cui il Vivavoce e il Novo Grupo Vocal, testimonianza della sua grande passione per la musica tradizionale brasiliana. Paola Rovai, logopedista oltre che cantante, ha fatto esperienza decennale con “L’Apprendista Bardo” (progressive folk), settetto premiato all’On the Road Festival di Pelago, al Maggio Off al Teatro Comunale di Firenze, all’Omaggio a Demetrio Stratos ad Alberone di Cento(FE); vincitori di T-Rumors nel 2012. I brani del disco “Bisesto” (2008) sono in rotazione su alcune radio, altri brani sono ospitati in alcune compilation. Ha collaborato con “Eshareh Ensemble”, repertorio di musica tradizionale del Mediterraneo, vincitori nel 2007 del Premio Rivelazione 7 Sois 7 Luas. Si interessa da sempre alla ricerca e riproposizione della musica tradizionale toscana; attratta dalle percussioni, è componente di “Bloco Bandito” (orchestra di percussioni afrobrasiliane). Elisa Mini ha studiato con Diana Torto, Bob Stoloff, Barry Harris, Stefania Scarinzi, Jay Clayton, Maria Pia De Vito, Sheila Jordan, Cinzia Spata, Rachel Gould, Cameron Brown, Francisco Mela. Diplomata con lode in Canto Jazz al Conservatorio di Bologna, ha vinto diversi premi e nel 2014 è membro dell’Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti Jazz, diretta dal M° Paolo Damiani. Mya Fracassini si muove in diversi territori musicali davvero diversi tra loro: dalla musica colta al jazz al gospel al funky. Diplomata in canto lirico al Conservatorio di Bologna e in Musica Vocale da Camera a quello di di Firenze, è anche laureata in Discipline della Musica a Bologna. Ha collaborato con molti gruppi e formazioni tra cui Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra di Padova e del Veneto, Coro della Radio della Svizzera Italiana di Lugano, Modo Antiquo (Firenze), Orientis Partibus (Perugia), Cappella della Pietà dei Turchini (Napoli), Associazione “L’Homme Armé” (Firenze), Harmoniemusik dell’Orchestra Regionale Toscana, Cappella Artemisia (Bologna), Collegio Musicale Italiano, Academia Montis Regalis, Florilegio Musicale (Arezzo). Ha cantato sotto la guida di direttori tra cui S. Preston, R. King, H. Rilling, A. L. King, R. Clemencic, M. Brunello, D. Fasolis, A. Florio, S. Balestracci. Ha partecipato a importanti festival e rassegne tra cui Festival di Bruges, Festival di St. Riquier, Festival di Spoleto, Festival di Ravenna, Settimane musicali di Ascona, Festival barocco di Viterbo, Settembre musica di Torino, Cantar di Pietre (Ticino), Settembre musicale aretino, Cantar Lontano (Pesaro), Festival della Valle d’Itria, Festival di Salisburgo.