Musica

Firenze Suona – Serena Matù Live

SERENA MATÙ Live
Venerdì 18 ottobre al Michael Collins Pub in Piazza della Signoria
Ingresso gratuito/Free entry

Questo è il tredicesimo appuntamento della rassegna musicale Firenze Suona Estate 2019 che per questa quarta edizione è itinerante e da inizio maggio fino alla fine di ottobre porta sui palchi cittadini, dal centro alle periferie, molti dei nostri migliori talenti musicali, sia emergenti che veterani, spaziando tra i vari i generi: dalla musica latina agli stornelli toscani, dal rock in tutte le sue declinazioni fino alla canzone d’autore passando per blues, jazz e indie. L’ultima data sarà venerdì 25 ottobre al The Michael Collins Pub con Hibou Moyen.
L’Associazione Culturale Firenze Suona persegue lo scopo di promuovere, sostenere e diffondere musica e cultura sul territorio fiorentino, nei locali, nelle piazze, per la strada, nei parchi. Da anni cura e organizza eventi musicali e letterari, principalmente concerti, talk show e presentazioni di libri, tutti a ingresso libero.

 

SERENA MATÙ

Originaria di Potenza, dove ha studiato Arte, intraprende la carriera di musicista sul finire degli anni Duemila, quando vince la Borsa di studio dell’Unione europea per frequentare il corso Autore di testi presso la scuola Cet di Mogol, dove si diploma. La sua abilità d’autrice e arrangiatrice le fa guadagnare il Premio Ande Donna dell’anno 2010-11. Nel 2012, ancora a Potenza, l’apertura del live degli Almamegretta nella Giornata mondiale del rifugiato, la partecipazione, in qualità di ospite, al Premio Mediterraneo, la vittoria del “Woody groove sound festival” e, soprattutto, l’incisione del primo album. Da qui, una frenetica attività live, con parecchie date all’attivo in tutta Italia, continuando ad ottenere premi e riconoscimenti, tra cui il Volverà, nell’Edizione 2013 del Premio Lucio Dalla, a Bologna. Diverse, inoltre, le menzioni sulla stampa specializzata: nel 2017 arriva seconda classificata su “Classic rock Italia”. Tutto ciò senza mai rinunciare allo studio, all’approfondimento e alla ricerca. Sul finire del 2016, il secondo album, Senza pensieri: otto tracce che rappresentano la summa dell’espressione artistica di Serena Matù. Testi ricercati ed elaborati, con una raffinata verve poetica, tra intimismo e riflessione esistenziale. Un sound che fa tesoro del pop e del rock, anche internazionale, così come della tradizione folkloristica, sia partenopea che del Mezzogiorno, più in generale, con una voce che non lascia certo indifferenti. Un amalgama che si manifesta eloquentemente anche nelle cover dal vivo, in cui Serena Matù è affiancata da Michele Colantuoni al basso.