Letteratura

FloReMus 2019: Conversazioni

Conversazioni
Le conversazioni, dedicate a temi interdisciplinari connessi alla musica del Rinascimento e in particolare ai soggetti dei concerti serali, saranno rivolti al pubblico degli appassionati e affidati ad esperti del settore, scelti per particolare esperienza e attitudine nella divulgazione di alto livello. Ad eccezione della prima, si svolgeranno nella Sala Aleramo della Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24), importante luogo culturale nel centro storico di Firenze. Tutte le conversazioni saranno a ingresso libero.

Domenica 1 settembre, ore 17, Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 3, Firenze (Sala Luca Giordano)
La “danza cosmica” di Caterina de’ Medici
Committenza coreografica sull’asse Firenze Parigi
con Gloria Giordano

in collaborazione con il Comitato Cosimo e Caterina

Venerdì 6 settembre, ore 18.30, Istituto Francese di Firenze, Piazza Ognissanti
Musiche alla corte di Francesco I, re di Francia
con Denis Raisin Dadre, fondatore dell’Ensemble Doulce Mémoire)

Sabato 7 settembre, ore 18.30, Biblioteca delle Oblate, Firenze
Leonardo da Vinci e il ritratto di Josquin Desprez
con Walter Testolin

Martedì 10 settembre, ore 18.30, Biblioteca delle Oblate, Firenze
Simonetta e le altre: le donne nella festa fiorentina del Quattrocento
con Paola Ventrone

Tutte le conversazioni sono a ingresso libero.

 

Floremus 2019, III Edizione

La terza edizione avrà un focus legato a tre importanti o particolari ricorrenze: 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, ma anche dalla nascita di Cosimo I, primo Granduca di Toscana, e di Caterina de’ Medici, diventata regina di Francia come moglie di Enrico II. Il calendario degli appuntamenti, che abbraccio un arco di tempo più ampio di quello delle precedenti edizioni, sarà articolato in diversi momenti e in luoghi con differenti caratteristiche:

  • concerti serali: affidati ad interpreti di livello internazionale, e collocati in luoghi di straordinario interesse culturale;
  • concerts à boire: affidati a giovani gruppi e singoli musicisti emergenti, e collocati, in orario da aperitivo, in contesti più informali e anche conviviali;
  • conversazioni: incontri su temi legati al periodo storico, affidati ad esperti del settore che li affronteranno con un taglio da alta divulgazione;
  • laboratori: un momento didattico divulgativo rivolto anche a chi sa pochissimo del Rinascimento a Firenze;
  • corso internazionale: interamente dedicato al repertorio rinascimentale, oggi il meno studiato anche nei tanti corsi di musica antica che sono nati nei Conservatori italiani. Il corso, realizzato in collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole, sarà rivolto sia ad appassionati e amatori, sia a giovani musicisti di livello avanzato e sarà articolato in tre diversi atelier: il primo per ensembles già costituiti (30/8-1/9, il secondo dedicato al madrigale e alla chanson (5-8/9) e il terzo dedicato al repertorio carnascialesco fiorentino (5-8/9).