Musica
Progetti Strategici

Musart Festival: Perigeo

Solo per una sera e solo per il Musart Festival torna insieme il Perigeo, gruppo simbolo delle sperimentazioni rock-jazz italiane degli anni Settanta. Sul palco (ore 21,15) sale una formazione molto vicina all’originale che allinea Giovanni Tommaso al basso, Claudio Fasoli al sax, Bruno Biriaco alla batteria, Tony Sidney alla chitarra e Claudio Filippini alle tastiere. Special guest il percussionista Alex “Pacho” Rossy.

I biglietti – posti numerati da 25,30 a 57,50 euro – sono in vendita nei circuiti di Box Office Toscana e online su Ticketone. Disponibile anche un Gold Package (118 euro) comprendente biglietto di primo settore, ingresso dedicato, visita guidata ai luoghi d’arte della piazza, area hospitality, servizio catering, riduzioni per mostre e attività culturali.

Il Perigeo scrisse un’originale pagina della musica italiana riuscendo a spaziare tra generi che solo apparentemente sembravano agli antipodi. Ne nacquero cinque album di inediti, cui si aggiunsero due live e una raccolta. Poi dal 1977 più niente o quasi, un silenzio di 42 anni rotto solo da sporadici live. Fino al prossimo luglio.

“Ora o mai più – spiega Giovanni Tommaso – il senso di questa reunion è presentare dal vivo un repertorio che appartiene agli anni Settanta e al quale un buon pubblico è rimasto affezionato. La scaletta  comprenderà almeno uno/due brani da ogni album. Registreremo il concerto, un po’ per ricordo e un po’ perché non si sa mai…”.