Letteratura

READING IN THE SOUND: Renato Ranaldi alla Biblioteca delle Oblate

Reading in the Sound – Tra le Righe del Contemporaneo

Giunge alla terza edizione la rassegna Reading in the Sound, che dal 2017 porta i grandi autori della letteratura italiana ed artisti  nel circuito delle Biblioteche Comunali Fiorentine. Nel 2018 si è arricchita di un ciclo di eventi sulla tramvia, Reading in the Tram, con la distribuzione gratuita del numero speciale del Ro.Ro.Ro. Clichy dedicato alla grande poesia di ispirazione toscana.

Saranno coinvolte anche le piazze con Reading in the Square rappresenta la novità del 2019. Insieme al Bibliobus delle Biblioteche Comunali Fiorentine, che sosterà ciclicamente nelle piazze e nei giardini non immediatamente adiacenti alle biblioteche, saranno organizzati momenti di intrattenimento culturale.

25 maggio primo appuntamento READING IN THE SOUND

Sabato 25 Maggio 2019 ore 18.00 – In occasione del compleanno della Biblioteca delle Oblate, sarà presentato l’ultimo libro dell’Artista Renato Ranaldi Forse piove, presso la Sala conferenze Sibilla Aleramo della Biblioteca delle Oblate. A seguire l’inaugurazione della installazione temporanea dell’Artista Plein Air nel Chiostro delle Oblate. L’artista Renato Ranaldi dialogherà con il filosofo Sergio Givone, il critico d’Arte Bruno Corà, e l’architetto Francesco Gurrieri. Letture di Giancarlo Cauteruccio e sonorizzazioni dal vivo a cura di Letizia Fuochi e Oretta Giunti (voce e percussioni).

Sono previste letture e sonorizzazioni dal vivo durante l’inaugurazione dell’installazione che rimarrà esposta.

—————————-

Dal 25 maggio al 26 settembre.

La terza edizione della rassegna estiva a cura della Nottola di Minerva propone un programma di eventi che coinvolge in maniera sempre più capillare tutti i quartieri della città. Un’edizione questa che approfondisce le modalità già sperimentate e ne propone di nuove, verso un programma di promozione alla lettura sempre più interdisciplinare, al fine di coinvolgere a più livelli l’attenzione del pubblico. Seguendo segni e simboli di Firenze Reading in the Sound, che si articola quest’anno in tre momenti, invita a riscoprire alcuni luoghi cardine della città, oltre la quotidiana apparenza. Tra realtà e irrealtà un percorso ricco di cultura e bellezza.

Testimonial dell’edizione di quest’anno l’artista Renato Ranaldi, con la presentazione del suo ultimo libro Forse piove e l’installazione di una sua opera d’arte Plein air, acrilico su legno, nel chiostro della Biblioteca delle Oblate. Figura che si muove tra il segno e la scrittura, Ranaldi, autore di forme archetipiche e simboliche tanto in arte quanto in letteratura, alla ricerca delle “tracce di una vita immaginaria, reale e filosofica” Ad accompagnare la presentazione del suo ultimo libro il filosofo Sergio Givone.

Reading in the Sound, nelle Biblioteche Comunali Fiorentine, coinvolgerà nell’edizione 2019 alcuni tra i seguenti autori:

dal 25 maggio al 29 luglio.

Giovedì 6 giugno ore 18.00 Biblioteca Isolotto (Q4) – Edoardo Albinati, Cuori fanatici, Rizzoli. Reading dell’autore accompagnato dalle sonorizzazioni di Renato Cantini (tromba) e Michele Staino (contrabbasso).

Giovedì 27 giugno ore 18.00 Biblioteca Luzi (Q2)– Evelina Sant’Angelo, Da un altro mondo, Einaudi. L’autrice dialoga con Laura Montanari. Letture dal vivo e musiche a cura di Letizia Fuochi (chitarra).

Giovedì 4 luglio ore 21.00 Villa Bandini (Q3) – Giuseppe Culicchia e il suo ultimo libro Il cuore e la tenebra, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato dal violoncello di Lucia Sacerdoni.

Giovedì 12 settembre ore 18.00 Biblioteca Pietro Thouar (Q1) – Michela Marzano, Idda, Einaudi, dialoga con Stefano Miniati. Letture dal vivo a cura di Gaia Nanni. Sonorizzazioni di Filippo Pedol (contrabbasso) e Renato Cantini (tromba). La storia del ritorno al passato e alle radici di una giovane donna.

Giovedì 26 settembre ore 18.00 Biblioteca Orticoltura (Q5)– Vanni Santoni I fratelli Michelangelo, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato da Nicola Genovese (pianoforte) e Renato Cantini (tromba).