Letteratura

READING IN THE TRAM – Viaggio tra invenzioni e inventori

Nell’ambito dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, giunge alla terza edizione la rassegna Reading in the Sound. Tra le righe del contemporaneo, che dal 2017 porta i grandi autori della letteratura italiana nel circuito delle Biblioteche Comunali Fiorentine e che si è arricchita, con il 2018, di un ciclo di performance sulla tramvia, Reading in the Tram, e con la distribuzione gratuita del numero speciale del Ro.Ro.Ro. Clichy dedicato alla grande poesia di ispirazione toscana, confermato per la nuova edizione 2019.
La tramvia attraversa la città e, idealmente, gli strati sociali che compongono la comunità. A bordo, c’è la vita di tutti i giorni fatta di lavoro, di studio, attività connesse da un mezzo che può rivoluzionare la viabilità di un tessuto urbano, insieme alla vita di chi lo abita. E se tutto questo fosse utile anche a incrementare l’appeal della cultura? A cominciare dalla lettura, e dalla sua promozione “che è una militanza da mettere in atto in ogni luogo possibile, purché si riesca a avvicinare il maggior numero di persone”.
“Il tram chiamato palcoscenico” come è stato scritto su di noi da Fulvio Paloscia
Un luogo di passaggio come la tramvia capace di accendere un coinvolgimento del pubblico oltre ogni aspettativa, facendo cadere le inibizioni in chi assiste alla performance, offrendo un punto di vista surreale sul quotidiano.

Programmazione Reading in the Tram 2019 – seconda edizione – Viaggio tra invenzioni e inventori
Linee T1 e T2

• 17 settembre Letizia Fuochi e Gaia Nanni Fermata T2 Peretola – Unità
• 18 settembre Letizia Fuochi e Gaia Nanni Fermata T1 Fortezza – Careggi
• 19 settembre Francesco Giorda Domande impossibili T2 Unità – Peretola

La performance inizierà martedì 17 alla fermata di Peretola della linea T2 in direzione Unità, e proseguirà sulla linea T1 dalla Fortezza da Basso in direzione Careggi il mercoledì 18.

Gli appuntamenti si concludono con la novità introdotta da Francesco Giorda giovedì 19 settembre dalle 9.30 alle 11.00, presso la fermata Unità della linea T2 in direzione Peretola, con Domande impossibili

 

LETIZIA FUOCHI
Letizia Fuochi, cantautrice e libraia fiorentina, è nipote di Tina Allori, una delle cantanti più note della RAI degli anni Quaranta. L’incontro che le cambia la vita è quello con Fabrizio de André nel luglio del 1998. Sulla scena dal 1999, ha pubblicato due dischi Finito e infinito (2002) e Come l’acqua alla terra (2009), e un singolo Donna Nigra (2010) diventato la canzone manifesto per la battaglia internazionale contro le mutilazioni genitali femminili. Come regista, attrice e autrice, conta numerosi recital e varie collaborazioni artistiche con attori e musicisti: Neve di carta (2013); Non fu sogno né sonno. Storia di una donna e del vento di Marzo (2012); Come l’acqua alla Terra. Il racconto (2012); Incanto attorno al fuoco. Dalla poesia medievale alla canzone d’autore (2011); Se Potessi Calamandrei. Questo cerco nel presente (2011); Eteronima, l’altra me (2011); liriche per l’opera musicale per ragazzi Scacchi (2008); coautrice di Donne Violate patrocinato da Amnesty International (2007), autrice delle musiche per gli spettacoli …se v’assiste la memoria (2005) e L’arte del sole e della luna. Cyrano de Bergerac (2004).

GAIA NANNI
Gaia Nanni nasce a Firenze nel 1981. Attrice professionista da oltre quindici anni si occupa di ricerca teatrale. Formatasi al Teatro Puccini di Firenze esordisce in teatro nel 2000, continuando negli anni, insieme alla sua compagnia teatrale, con una particolare predilezione per la prosa contemporanea. Dal 2009 Voce ufficiale del Canale 124 SKY E HOLLYWOOD! Per le edizioni italiane di Celebrity Home – DR 90210 – Hottest Moment – Le figlie del Rock. Candidata ai premi UBU 2013 come Migliore Attrice.

Terzo appuntamento della rassegna con la Compagnia Catalyst, Riccardo Rombi, Pasquale Rimolo e Gabriele Savarese il 27 giugno dalle 9.30 alle 11.00. La performance inizierà alla Fermata Fortezza da Basso della linea T1 in direzione Villa Costanza.

Compagnia Catalyst Leonardo in tramvia
Leonardo da Vinci sale in tramvia, proprio sulla linea che porta il suo nome, ovvero quello del nostro più geniale e enigmatico intellettuale, ancora oggi simbolo della creatività italiana nel mondo. Ci sale con una piccola invasione letteraria a cura della compagnia Catalyst guidata da Riccardo Rombi con i suoi attori Giorgia Calandrini, Rosario Campisi e un gruppo di allievi del Centro Ricerca e Formazione, accompagnati dal vivo dagli equilibrismi sonori del duo Gabriele Savarese e Pasquale Rimolo. Aforismi, fiabe, indovinelli e facezie per un omaggio al genio e in particolare alla sua vena più umana e ironica.

COMPAGNIA CATALYST
Catalyst è una impresa culturale di produzione e di progetto fondata a Londra nel 1996 da Riccardo Rombi attore, regista e autore vocato alla nuova drammaturgia e alla contaminazione dei linguaggi. Attiva a Firenze dal 1997 affianca l’attività di produzione nel campo del teatro di innovazione e per le nuove generazioni, finanziato dal Mibact, al progetto di residenza artistica e culturale sostenuto dal 2013 dalla Regione Toscana presso il Teatro Corsini di Barberino di Mugello. Mantiene dal 2000 la propria sede organizzativa all’interno del Teatro Puccini di Firenze dove ha creato la Scuola di Teatro Centro Ricerca e Formazione.

17/18/19 Settembre
Gli appuntamenti proseguiranno a settembre, con le prime due giornate del 17 e 18 settembre con Gaia Nanni e Letizia Fuochi dalle 9.30 alle 11.00. La performance inizierà martedì 17 alla fermata di Peretola della linea T2 in direzione Unità, e proseguirà sulla linea T1 dalla Fortezza da Basso in direzione Careggi il mercoledì 18.
L’attrice Gaia Nanni e la musicista Letizia Fuochi si esibiranno sul tema invenzione ed inventori, ovvero il genio fiorentino, parleranno, reciteranno e canteranno della genialità fiorentina: aneddoti, storie popolari, burle letterarie, citazioni cinematografiche, stornelli popolari e qualche aforisma per esaltare l’ironia, il sarcasmo e la sfrontatezza dei fiorentini! Inventori di grandi e pregevoli canagliate!

Gli appuntamenti si concludono con la novità introdotta da Francesco Giorda giovedì 19 settembre dalle 9.30 alle 11.00, presso la fermata Unità della linea T2 in direzione Peretola, con Domande impossibili: tutti abbiamo idee su praticamente tutto e ci mettiamo in cattedra a pontificare su qualunque argomento, anche quando non ne sappiamo un bel niente. In questo, bisogna riconoscerlo, i social network hanno contribuito ad aumentare una “ignoranza generalizzata”, perché basta fare un “mi piace” o “ritwittare” o simili, per diventare subito esperti di tutto.
Francesco Giorda da anni racconta la società attraverso le sue interviste ‘impossibili’ on the road.
Questa volta sale su un tram per parlare di grandi innovazioni e invenzioni dimenticate nella storia del nostro paese, con alcune letture tratte da La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate di Massimo Sideri. La nostra storia dice che siamo molto più innovativi di quanto ci rappresentiamo e allora spazio alle invenzioni ‘da tram’. Riscopriamoci innovatori attraverso le storie degli scienziati dimenticati e spazio alle nostre invenzioni ‘impossibili’ qui e ora.
Il sogno dura giusto il tempo di qualche fermata.
Cosa penseranno i fiorentini sul genio e le invenzioni geniali?

FRANCESCO GIORDA
Francesco Giorda, attore comico, artista di strada, presentatore, giocoliere, animatore con all’attivo più di dieci anni di esperienza in festival e piazze di tutta Europa. Giorda ha vinto, con il gruppo di attori del Teatro della Caduta, il primo premio della giuria e del pubblico “Concorso Internazionale di Regia Fantasio Piccoli” (2006) ed è regista di numerosi spettacoli della scuola di circo FLIC di Torino. Ha partecipato e coordinato il “Circo per l’Estate”, programma tv su Rete 4 ed è stato presentatore in numerose presentazioni ufficiali- Pre-show per il lancio della nuova Fiat 500, Cerimonia di chiusura dei Giochi del Mediterraneo di Pescara. Ha partecipato a decine di festival di Teatro di Strada, fra i quali Festival di Avignone, Chieti Street Festival… Collabora stabilmente con il Teatro della Caduta con spettacoli e produzioni, fra cui I Grandi Classici, e Il Varietà della Caduta, di cui è regista nell’edizione 2011.

Di pari passo con la trasmissione orale di questi contenuti, attraverso le performance degli attori e dei musicisti con le loro esibizioni dal vivo, che coinvolgono dunque lo spettatore in modo diretto ed immediato abbattendo la quarta parete, saranno distribuite delle pubblicazioni cartacee sul genio fiorentino, che offriranno un’occasione di approfondimento con un diverso registro, non più orale ma scritto, sempre godibile e fruibile da un pubblico eterogeneo.

Durante il viaggio sarà distribuita gratuitamente la pubblicazione Viaggio a Firenze tra invenzioni e inventori edita da Clichy.

Il libro racconta le storie dei grandi inventori fiorentini e di come hanno realizzato le loro opere:
 Filippo Brunelleschi e l’invenzione della Cupola di Santa Maria del Fiore
 Leonardo da Vinci – Aforismi, Racconti, Invenzioni
 Leonardo da Vinci, “Gl’ingegni elevati, talor che manco lavorano, più adoperano, cercando con la mente l’invenzioni”
 Galileo Galilei e il coraggio dell’invenzione
 Antonio Meucci e l’invenzione del telefono
 Dante Alighieri e l’invenzione della lingua
 L’invenzione del Tram, Benjamin Outram, “u’ Tram” e la Tramvia