Musica

Settimana Lucana: “La grande bugia” + “Femmine un giorno, poi madri per sempre”

ore 17 Presentazione del libro «La grande bugia» di Mauro Aliano

ore 20.30: aperitivo-cena

ore 21: spettacolo «Femmine un giorno, poi madri per sempre». Viaggio nell’universo femminile di De André con Eva Immediato e Daniela Ippolito (arpa)

Ingresso libero

 

Sono due gli appuntamenti di giovedì 12 settembre, sesto giorno della «Settimana Lucana», la kermesse di arte, musica e spettacolo dedicata al confronto culturale tra Firenze e la Basilicata con eventi esclusivamente a ingresso libero. Entrambi sono al Caffè Letterario delle Murate (Piazza delle Murate). Alle 17 la presentazione del libro La grande bugia di Mauro Aliano; alle 21 «Femmine un giorno, poi madri per sempre». Viaggio nell’universo femminile di De André, con Eva Immediato (voce) e Daniela Ippolito (arpa).

Nel libro di Mauro Aliano si racconta di Carmine, avvocato di provincia asfissiato dal passato, George, soldato americano che vive nascosto nella cantina di due coniugi tedeschi durante la Liberazione e non riesce a superare il trauma di un massacro di cui è artefice, Nicola, camionista rumeno che prima faceva il prete, Vitus, ebreo ai tempi del Gherùsh. Cos’hanno in comune? La scelta di non raccontarsi una grande bugia.

Quello delle 21 è un evento tutto al femminile: con la voce dell’attrice e musicista lucana Eva Immediato e l’arpa di Daniela Ippolito si ripercorre l’arte di Fabrizio De Andrè attraverso le donne che lui ha cantato. Un’interpretazione originale e personale delle loro vite, a cui viene dato un volto, una voce, una storia. Donne ai margini, pericolose, indesiderate, diverse, vere, vive, ancora, nonostante tutto. Storie di ieri e di oggi, modernità assoluta di un cantore del tempo, da Bocca di Rosa a Marinella, da Maria a Dolcenera, storie che attraversano il tempo e lo raccontano. In scena si alternano parole e musica: non un concerto, ma una narrazione in versi e musica sul filo delle emozioni, in equilibrio precario tra il sentimento e la denuncia.