Teatro e Danza

Zauber Teatro sull’Arno: “Come in America”

Venti anni di Zauber Teatro, venti anni di estati sul fiume: dal 1999 ” tanta acqua è passata sotto i ponti”, come si suol dire. Poco meno di trecento volte Zauber Teatro è sceso in acqua con gli spettacoli ed ha ospitato quasi dodicimila spettatori.

Ogni anno tornano, spinti dalla certezza che gli spettacoli sul fiume sono diventati, nei decenni, una consuetudine per gli spettatori, affezionati od occasionali, quasi un “appuntamento fisso” estivo. Un “evento cult”, si direbbe oggi, per i fiorentini e non solo, che fanno letteralmente la fila (i posti risultano spesso esauriti in prenotazione con fortissimo anticipo e lunghe liste d’attesa sono all’ordine del giorno…).

Quest’anno la programmazione sarà più “dilatata”: torna infatti, dopo un cospicuo blocco di repliche nel mese di luglio, la “ripresa” settembrina. Due gli spettacoli proposti per complessive dodici serate, in piena media con le ultime stagioni.

Si parte, con debutto il giorno 3 luglio ed altre nove repliche spalmate nei mesi di luglio e settembre, con “Come in America”, lo spettacolo scritto da Manuela Critelli ed interpretato da Silvia Guidi e Fabio Mascagni, ispirato ai giorni della alluvione di Firenze del 1966, ormai in scena da quindici anni.

Sulle barche che scivolano silenziose sotto i ponti, si intrecciano i ricordi ed i racconti di due giovani che avrebbero dovuto sposarsi proprio quel 4 novembre. Lui, di famiglia piccolo borghese, è un rappresentante di pasta che mastica un fantastico inglese maccheronico, affascinato da quanto sente raccontare (chissà da chi, poi!) dell’America e del “Grande sogno americano”, gira il (suo) piccolo mondo a bordo di un “vespino 50” che, nel momento del bisogno, lo pianta regolarmente in asso. Ma è bello, è affascinante e racconta cose fantastiche. E così Lei, figlia di un politico, in attesa del Principe Azzurro delle favole che se la prenda e la porti con sè in un mondo luccicante di lustrini e del tutto privo di meschinerie, alla fine se ne innamora.
Fidanzamento con tutti i litigi del caso. Preparativi del matrimonio con tutti i crismi, come da copione di un film americano. Ma nel racconto, fra musiche di Morandi, della Pavone e dei Dik Dik, comincia ad insinuarsi sempre più forte e presente il vero protagonista della storia dei due novelli Promessi Sposi: il fiume, l’Arno, che, in un crescendo rossiniano fatto di acqua, fango e macerie, sovrasterà non solo la nostra piccola vicenda ma tutto e tutti.

Imbarco dalla “Porticciola” di Piazza Mentana. Inizio spettacoli ore 21,30.
Prezzo dei biglietti euro 22,00 (intero), euro 17,00 (ridotto).
Posti limitati, prenotazione consigliata.

Info e prenotazioni: www.zauberteatro.com / info@zauberteatro.com / tel. 055.5000640