Nel Chiostro delle Geometrie – Black Mountain College. Gli émigré della Bauhaus in U.S.A.

“Nel Chiostro delle Geometrie” accoglierà 16 eventi della rassegna, tutti ad ingresso gratuito, che animeranno gli spazi dell’ex convento di Santa Verdiana – collocati nel cuore del centro storico – che diverranno le scenografie magiche e spettacolari, palcoscenici d’eccezione, in cui dialogheranno i diversi linguaggi della contemporaneità in un incessante rapporto tra arte e città.


Il 17 ottobre sarà la volta del curatore e critico Pietro Gagliano con la lecture Black Mountain College. Gli èmigrè della Bauhaus in U.S.A. Il Black Mountain College, fondato nel 1933 in North Carolina, ha costituito il primo punto di approdo per gli artisti e i teorici del Bauhaus, emigrati dalla Germania di Hitler negli Stati Uniti. Da Joseph Albers, che ne fu anche il direttore, a Xanti Schawinsky e a Walter Gropius che progettò anche un’espansione, mai realizzata, dell’istituto. E tra i molti ospiti di summer school e seminari, nel 1952 John Cage vi realizzò il Theatre Piece no. 1, embrione di tutta la performance art. Sulle sponde di Lake Eden i metodi pedagogici, la prospettiva interdisciplinare, la trasversalità dei linguaggi artistici, hanno dato vita a una gloriosa epopea, marginale rispetto alla storia dei grandi college statunitensi ma centrale per la cultura. La conferenza, preceduta da alcuni giorni di workshop, racconterà questa autentica stagione di giganti, tra crisi (finanziarie) e splendore della
visione, mettendo in evidenza la sua influenza sull’arte, la musica, il teatro e la pedagogia del nostro tempo.


“Nel Chiostro delle Geometrie”, il progetto-laboratorio di teatro-architettura (TEARC) nato nel 2014 dall’intesa tra la Compagnia Teatro Studio Krypton e il DIDA-Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, giunge quest’anno alla sua sesta edizione. Un consolidato format di collaborazione tra un’istituzione universitaria e una compagnia che opera nei territori dell’arte scenica e architettonica. Pensato in forma aperta, il programma “Nel Chiostro delle Geometrie” con il suo calendario ricco di eventi, si rivolge ad un pubblico variegato, attento ai linguaggi contemporanei, ma principali destinatari sono i giovani, studenti e artisti, chiamati in prima linea sia come spettatori sia come protagonisti di un percorso di alta formazione interdisciplinare sui linguaggi artistici e performativi.

“Nel Chiostro delle Geometrie”, con la direzione artistica di Giancarlo Cauteruccio e la direzione scientifica del prof. Carlo Terpolilli, offre ai giovani partecipanti della Facoltà di Architettura e dell’Accademia di Belle Arti, un percorso di apprendimento sperimentale.
Il programma si avvale della competenza di importanti artisti e professionisti coinvolti nelle attività per approfondire le tecniche e le tecnologie innovative dei linguaggi scenici, e non solo, del contemporaneo. La partecipazione degli studenti di Architettura garantisce loro 12 crediti formativi, che equivalgono al superamento di un esame fondamentale del loro piano di studi.
Per Giancarlo Cauteruccio è fondamentale “mettere in primo piano le giovani generazioni in una relazione diretta con le varie fasi di messa in opera e in contatto con artisti e pensatori, oltre che con tecnici. In molti anni di esperienza formativa con i giovani ho verificato il valore e il profitto della possibilità di misurarsi in maniera concreta con la creazione, accrescendo così le loro capacità”. L’approccio formativo si basa sul learning by doing e impegna gli studenti in un coinvolgimento attivo per la creazione degli eventi pubblici, oltre a percorsi seminari e percorsi di approfondimento.
Il sottotitolo della rassegna, SOMMER BAUHAUS, è un riferimento chiaro alla scuola tedesca a 100 anni dalla fondazione: il primo aprile del 1919. Un istituto che ha mutato il mondo dell’arte, del teatro, dell’architettura ed il modo di insegnare queste discipline. Walter Gropius forgiò uomini moderni affiancato da Oskar Schlemmer e dai maestri più talentuosi del Novecento ,da Klee a Kandinsky, da Albers , M. Nagy a Feininger, a Breur e Mies Van der Rohe.

L’Affratellamento al Parco dell’Anconella

13 Eventi da Giugno a Settembre di letteratura, arte teatro, musica performances e poesia c/o Parco dell’Anconella  VIA DI VILLAMAGNA N. 39/D – Firenze

La Società Ricreativa L’AFFRATELLAMENTO di Ricorboli dalla sua fondazione nel 1876 agisce e partecipa alla vita culturale e sociale della sua città e del suo quartiere, continua la propria attività culturale e sociale anche nel periodo estivo nell’area verde del Parco dell’Anconella.

PROGRAMMA

13 GIUGNO – ORE 21:30
LA SCIENZA È BELLEZZA
DONNE E SCIENZA DA MARIE CURIE A MARGHERITA HACK
Testo e voce narrante Elisabetta Mari
Pianoforte Giulia Vitali
Violoncello Wolfango Dami

20 GIUGNO – ORE 21:30
OTTONE ROSAI IN VIA VILLAMAGNA
Letture di scritti di e su Rosai, proiezione di immagini di opere del pittore e di suoi allievi.
L’evento è dedicato all’esperienza artistica di Rosai negli anni ’30 nello studio di via
Villamagna (ex casotto del Dazio), punto di incontro di pittori e scrittori, e si ricollega alle
iniziative dell’Estate fiorentina ‘18, per valorizzare un momento significativo nella storia della
vita culturale del quartiere e della città.
Interventi di esperti, tra cui:
Sonia Salsi, Luciana Somigli, Fabio Norcini (dir. artistico dello Studio Rosai di via Toscanella)

27 GiUGNO – ORE 21:30
Lettura scenica da
IL MINOTAURO di Friedrich Dürrenmatt
a cura di Roberto Mazzi
con le voci delle Donne senza tempo

5 LUGLIO – ORE 21:30
IL BANCHIERE ANARCHICO di Fernando Pessoa
Lettura scenica, a cura di Fabio Guidi e Paolo Lelli
in collaborazione con Farmalibreria

11 LUGLIO – ORE 21:30
LE DONNE E LA CANZONE POPOLARE: CATERINA, ROSA E DAISY
OMAGGIO A CATERINA BUENO, ROSA BALISTRERI, DAISY LUMINI.
Percorso narrativo
Elena Giannarelli (Università di Firenze)
Percorso musicale M° Luigi Gagliardi (Tuscan Institute of Music and Art)

14 LUGLIO – ORE 21:30
GRAMMATA
Spettacolo multimediale, ideato da Sara Moran, con ausilio di immagini e musica a tema,
ispirato alla poetessa greca Margherita Dalmati (1921-2009). La lettura scenica di testi –
accompagnata dalla performer e cantante Dimitra Marina Kouliaki – metterà in luce l’attività
di traduzione (Kavafis, Luzi, Montale), evocando il clima culturale della Firenze del secondo
dopoguerra.

13 AGOSTO – ORE 21:15
L’ALLUVIONE
Teatro a tema a cura di Alessio Martinoli
con la collaborazione di Anna Maria Ferrigno
La scelta delle date non è casuale, ma evocativa di alluvioni che in passato hanno funestato
Firenze.

12 SETTEMBRE – ORE 21:15

In collaborazione con l’Associazione musicale Fiorentina                                                                                                                      MUSICA INSIEME IN CONCERTO
Dir. M° Gianni Pantaleo

13 SETTEMBRE – ORE 21:15
L’ALLUVIONE
Teatro a tema a cura di Alessio Martinoli
con la collaborazione di Anna Maria Ferrigno
La scelta delle date non è casuale, ma evocativa di alluvioni che in passato hanno funestato
Firenze.

19 SETTEMBRE – ORE 21:15
In collaborazione con l’Associazione musicale Fiorentina
CONCERTO DEL COMPLESSO BANDISTICO
Dir. M° Alessandro Giusti

La Biblioteca delle Oblate compie 12 anni

Posted on

Da venerdì a domenica, festeggiamenti, spettacoli, mostre, presentazione di libri ed eventi per i 12 anni di apertura

Tre giorni di festeggiamenti, presentazioni di libri, eventi. Per festeggiare i 12 anni di apertura della Biblioteca delle Oblate, da venerdì 24 a domenica 26 maggio, avrà luogo una tre giorni molto intensa a cui tutti sono invitati a partecipare.

Del resto la biblioteca delle Oblate, aperta da soli 12 anni, fa numeri molto importanti: ha una media di 1200 accessi al giorno, nel 2018 ha organizzato 970 eventi al di là dei servizi di base ed è la biblioteca che ha la maggiore affluenza allo spazio bambini, oltre che a rimanere aperta fino alle 23.30.
Per festeggiare questo importante appuntamento, moltissimi saranno gli eventi organizzati.

Si parte venerdì 24 maggio alle ore 17 con la  presentazione del libro ed esposizione fotografica “Siena in contrada” di Andrea Moneti. Il libro racconta come si svolge la vita contradaiola per tutti i giorni dell’anno, e non solo nei giorni del palio, toccandone la realtà che contraddistinguono in maniera così singolare la vita sociale della città, divisa da mille invisibili confini. Oltre alla presenza dell’autore, spazio ai saluti istituzionali e interventi di Simone Sabatini, Presidente de Il Cupolone, il tutto a cura del Gruppo Fotografico “Il Cupolone” di Firenze in collaborazione con la V Commissione cultura e sport del Comune di Firenze; l’ingresso è libero. Sempre venerdì alle ore 20 e ore 21 si svolgerà “Non avrà mai fine la carità”. La Compagnia delle seggiole presenta un viaggio teatrale itinerante nella Biblioteca delle Oblate. Il testo è di Riccardo Ventrella, la regia di Sabrina Tinalli; la partecipazione anche in questo caso è gratuita, ma su prenotazione al numero 333 22 84 784. Porterà i saluti e gli auguri dell’Amministrazione l’assessore alle biblioteche.

Festa grande anche sabato 25 maggio: alle 16 “Biblioteche junior – I libri cantastorie”. In occasione del compleanno della biblioteca in Sezione Bambini e Ragazzi andrà in scena una curiosa e accattivante sfilata di libri, nel corso della quale ogni libro si presenterà e cercherà di attirare l’attenzione, scegliendo il suo “repertorio” migliore. Su di un piccolo palcoscenico si alterneranno titoli diversi. E come nella tradizione dei cantastorie, ogni libro si racconterà accompagnato da una musica – suonata dal vivo con l’uso di strumenti auto prodotti e chitarra – in linea con le sue caratteristiche tematiche e con i ritmi narrativi. L’evento è per bambini e ragazzi dai 5 anni, in collaborazione con l’Associazione culturale Allibratori. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 0552616512 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all’indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it. Alle ore 16.30 Passeggiata in Biblioteca. Visita guidata per scoprire la storia del complesso delle Oblate, le tracce del suo passato, i suoi segreti e la biblioteca che è ospitata al suo interno. La visita è organizzata dall’Associazione culturale Akropolis. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 0552616512 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all’indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it. Alle 17 presentazione dell’ultimo libro di Renato Ranaldi “Forse piove”. Lo scrittore dialoga con il filosofo Sergio Givone, il critico d’arte Bruno Corà e l’editore Francesco Gurrieri. Letture a cura di Giancarlo Cauteruccio e sonorizzazione dal vivo di Letizia Fuochi e Orietta Giunti (voce e percussioni). A cura dell’Associazione La Nottola di Minerva. Ingresso libero. Alle 18 inaugurazione alla presenza dell’assessore alle biblioteche dell’istallazione dell’opera Plein air di Renato Ranaldi nel chiostro della biblioteca, sarà accompagnato con letture e sonorizzazioni dal vivo. L’installazione rimarrà esposta dal 25 maggio al 29 luglio. Sempre a cura dell’Associazione culturale La Nottola di Minerva, l’ingresso è libero, come evento speciale del progetto Reading in the Sound.
Alle 18.30 “Buon compleanno Biblioteca” con i saluti istituzionali dell’assessore, taglio della torta e rinfresco offerto dalla Caffetteria delle Oblate. Il sabato finirà alle 20 e ore 21 con “Non avrà mai fine la carità” la Compagnia delle seggiole presenta un viaggio teatrale itinerante nella Biblioteca delle Oblate. Testo di Riccardo Ventrella, regia di Sabrina Tinalli. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 333 22 84 784.

Festa anche domenica 26 maggio. Alle ore 16 biblioteche junior: passaporto per un pappagallo. Lettura animata con il Kamishibai del volume “passaporto per un pappagallo” di Gaia Stella Desanguine (Edizioni dell’Arco). Pensate sia sempre facile passare da un paese all’altro? E che succede se a tentare l’impresa è un viaggiatore insolito, come il pappagallo di Magdalena? A seguire laboratorio creativo di realizzazione di un pappagallo molto speciale con materiale di recupero. Per bambini da 5 a 10 anni, in collaborazione con Raffaella Di Salvatore, Associazione culturale Sottosopra. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 055 261 65 12 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all’indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it.
Alle 16 passione in musica. “Nessun m’avrà. La Principessa degli enigmi” dalla Turandot di Giacomo Puccini. Racconto in prosa, musica e canto da Gozzi a Puccini: due attori, una cantante e un pianista guideranno il pubblico dentro una fiaba che racconta il fascino dell’oriente. Con gli attori Chiara Casalbuoni, Gabriele Zini, il soprano Sara Cervasio e il pianista Alessandro Manetti. A cura dell’Associazione culturale Venti Lucenti. Ingresso libero.

READING IN THE TRAM – Viaggio tra invenzioni e inventori

Nell’ambito dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, giunge alla terza edizione la rassegna Reading in the Sound. Tra le righe del contemporaneo, che dal 2017 porta i grandi autori della letteratura italiana nel circuito delle Biblioteche Comunali Fiorentine e che si è arricchita, con il 2018, di un ciclo di performance sulla tramvia, Reading in the Tram, e con la distribuzione gratuita del numero speciale del Ro.Ro.Ro. Clichy dedicato alla grande poesia di ispirazione toscana, confermato per la nuova edizione 2019.
La tramvia attraversa la città e, idealmente, gli strati sociali che compongono la comunità. A bordo, c’è la vita di tutti i giorni fatta di lavoro, di studio, attività connesse da un mezzo che può rivoluzionare la viabilità di un tessuto urbano, insieme alla vita di chi lo abita. E se tutto questo fosse utile anche a incrementare l’appeal della cultura? A cominciare dalla lettura, e dalla sua promozione “che è una militanza da mettere in atto in ogni luogo possibile, purché si riesca a avvicinare il maggior numero di persone”.
“Il tram chiamato palcoscenico” come è stato scritto su di noi da Fulvio Paloscia
Un luogo di passaggio come la tramvia capace di accendere un coinvolgimento del pubblico oltre ogni aspettativa, facendo cadere le inibizioni in chi assiste alla performance, offrendo un punto di vista surreale sul quotidiano.

Programmazione Reading in the Tram 2019 – seconda edizione – Viaggio tra invenzioni e inventori
Linee T1 e T2

• 17 settembre Letizia Fuochi e Gaia Nanni Fermata T2 Peretola – Unità
• 18 settembre Letizia Fuochi e Gaia Nanni Fermata T1 Fortezza – Careggi
• 19 settembre Francesco Giorda Domande impossibili T2 Unità – Peretola

La performance inizierà martedì 17 alla fermata di Peretola della linea T2 in direzione Unità, e proseguirà sulla linea T1 dalla Fortezza da Basso in direzione Careggi il mercoledì 18.

Gli appuntamenti si concludono con la novità introdotta da Francesco Giorda giovedì 19 settembre dalle 9.30 alle 11.00, presso la fermata Unità della linea T2 in direzione Peretola, con Domande impossibili

 

LETIZIA FUOCHI
Letizia Fuochi, cantautrice e libraia fiorentina, è nipote di Tina Allori, una delle cantanti più note della RAI degli anni Quaranta. L’incontro che le cambia la vita è quello con Fabrizio de André nel luglio del 1998. Sulla scena dal 1999, ha pubblicato due dischi Finito e infinito (2002) e Come l’acqua alla terra (2009), e un singolo Donna Nigra (2010) diventato la canzone manifesto per la battaglia internazionale contro le mutilazioni genitali femminili. Come regista, attrice e autrice, conta numerosi recital e varie collaborazioni artistiche con attori e musicisti: Neve di carta (2013); Non fu sogno né sonno. Storia di una donna e del vento di Marzo (2012); Come l’acqua alla Terra. Il racconto (2012); Incanto attorno al fuoco. Dalla poesia medievale alla canzone d’autore (2011); Se Potessi Calamandrei. Questo cerco nel presente (2011); Eteronima, l’altra me (2011); liriche per l’opera musicale per ragazzi Scacchi (2008); coautrice di Donne Violate patrocinato da Amnesty International (2007), autrice delle musiche per gli spettacoli …se v’assiste la memoria (2005) e L’arte del sole e della luna. Cyrano de Bergerac (2004).

GAIA NANNI
Gaia Nanni nasce a Firenze nel 1981. Attrice professionista da oltre quindici anni si occupa di ricerca teatrale. Formatasi al Teatro Puccini di Firenze esordisce in teatro nel 2000, continuando negli anni, insieme alla sua compagnia teatrale, con una particolare predilezione per la prosa contemporanea. Dal 2009 Voce ufficiale del Canale 124 SKY E HOLLYWOOD! Per le edizioni italiane di Celebrity Home – DR 90210 – Hottest Moment – Le figlie del Rock. Candidata ai premi UBU 2013 come Migliore Attrice.

Terzo appuntamento della rassegna con la Compagnia Catalyst, Riccardo Rombi, Pasquale Rimolo e Gabriele Savarese il 27 giugno dalle 9.30 alle 11.00. La performance inizierà alla Fermata Fortezza da Basso della linea T1 in direzione Villa Costanza.

Compagnia Catalyst Leonardo in tramvia
Leonardo da Vinci sale in tramvia, proprio sulla linea che porta il suo nome, ovvero quello del nostro più geniale e enigmatico intellettuale, ancora oggi simbolo della creatività italiana nel mondo. Ci sale con una piccola invasione letteraria a cura della compagnia Catalyst guidata da Riccardo Rombi con i suoi attori Giorgia Calandrini, Rosario Campisi e un gruppo di allievi del Centro Ricerca e Formazione, accompagnati dal vivo dagli equilibrismi sonori del duo Gabriele Savarese e Pasquale Rimolo. Aforismi, fiabe, indovinelli e facezie per un omaggio al genio e in particolare alla sua vena più umana e ironica.

COMPAGNIA CATALYST
Catalyst è una impresa culturale di produzione e di progetto fondata a Londra nel 1996 da Riccardo Rombi attore, regista e autore vocato alla nuova drammaturgia e alla contaminazione dei linguaggi. Attiva a Firenze dal 1997 affianca l’attività di produzione nel campo del teatro di innovazione e per le nuove generazioni, finanziato dal Mibact, al progetto di residenza artistica e culturale sostenuto dal 2013 dalla Regione Toscana presso il Teatro Corsini di Barberino di Mugello. Mantiene dal 2000 la propria sede organizzativa all’interno del Teatro Puccini di Firenze dove ha creato la Scuola di Teatro Centro Ricerca e Formazione.

17/18/19 Settembre
Gli appuntamenti proseguiranno a settembre, con le prime due giornate del 17 e 18 settembre con Gaia Nanni e Letizia Fuochi dalle 9.30 alle 11.00. La performance inizierà martedì 17 alla fermata di Peretola della linea T2 in direzione Unità, e proseguirà sulla linea T1 dalla Fortezza da Basso in direzione Careggi il mercoledì 18.
L’attrice Gaia Nanni e la musicista Letizia Fuochi si esibiranno sul tema invenzione ed inventori, ovvero il genio fiorentino, parleranno, reciteranno e canteranno della genialità fiorentina: aneddoti, storie popolari, burle letterarie, citazioni cinematografiche, stornelli popolari e qualche aforisma per esaltare l’ironia, il sarcasmo e la sfrontatezza dei fiorentini! Inventori di grandi e pregevoli canagliate!

Gli appuntamenti si concludono con la novità introdotta da Francesco Giorda giovedì 19 settembre dalle 9.30 alle 11.00, presso la fermata Unità della linea T2 in direzione Peretola, con Domande impossibili: tutti abbiamo idee su praticamente tutto e ci mettiamo in cattedra a pontificare su qualunque argomento, anche quando non ne sappiamo un bel niente. In questo, bisogna riconoscerlo, i social network hanno contribuito ad aumentare una “ignoranza generalizzata”, perché basta fare un “mi piace” o “ritwittare” o simili, per diventare subito esperti di tutto.
Francesco Giorda da anni racconta la società attraverso le sue interviste ‘impossibili’ on the road.
Questa volta sale su un tram per parlare di grandi innovazioni e invenzioni dimenticate nella storia del nostro paese, con alcune letture tratte da La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate di Massimo Sideri. La nostra storia dice che siamo molto più innovativi di quanto ci rappresentiamo e allora spazio alle invenzioni ‘da tram’. Riscopriamoci innovatori attraverso le storie degli scienziati dimenticati e spazio alle nostre invenzioni ‘impossibili’ qui e ora.
Il sogno dura giusto il tempo di qualche fermata.
Cosa penseranno i fiorentini sul genio e le invenzioni geniali?

FRANCESCO GIORDA
Francesco Giorda, attore comico, artista di strada, presentatore, giocoliere, animatore con all’attivo più di dieci anni di esperienza in festival e piazze di tutta Europa. Giorda ha vinto, con il gruppo di attori del Teatro della Caduta, il primo premio della giuria e del pubblico “Concorso Internazionale di Regia Fantasio Piccoli” (2006) ed è regista di numerosi spettacoli della scuola di circo FLIC di Torino. Ha partecipato e coordinato il “Circo per l’Estate”, programma tv su Rete 4 ed è stato presentatore in numerose presentazioni ufficiali- Pre-show per il lancio della nuova Fiat 500, Cerimonia di chiusura dei Giochi del Mediterraneo di Pescara. Ha partecipato a decine di festival di Teatro di Strada, fra i quali Festival di Avignone, Chieti Street Festival… Collabora stabilmente con il Teatro della Caduta con spettacoli e produzioni, fra cui I Grandi Classici, e Il Varietà della Caduta, di cui è regista nell’edizione 2011.

Di pari passo con la trasmissione orale di questi contenuti, attraverso le performance degli attori e dei musicisti con le loro esibizioni dal vivo, che coinvolgono dunque lo spettatore in modo diretto ed immediato abbattendo la quarta parete, saranno distribuite delle pubblicazioni cartacee sul genio fiorentino, che offriranno un’occasione di approfondimento con un diverso registro, non più orale ma scritto, sempre godibile e fruibile da un pubblico eterogeneo.

Durante il viaggio sarà distribuita gratuitamente la pubblicazione Viaggio a Firenze tra invenzioni e inventori edita da Clichy.

Il libro racconta le storie dei grandi inventori fiorentini e di come hanno realizzato le loro opere:
 Filippo Brunelleschi e l’invenzione della Cupola di Santa Maria del Fiore
 Leonardo da Vinci – Aforismi, Racconti, Invenzioni
 Leonardo da Vinci, “Gl’ingegni elevati, talor che manco lavorano, più adoperano, cercando con la mente l’invenzioni”
 Galileo Galilei e il coraggio dell’invenzione
 Antonio Meucci e l’invenzione del telefono
 Dante Alighieri e l’invenzione della lingua
 L’invenzione del Tram, Benjamin Outram, “u’ Tram” e la Tramvia

READING IN THE TRAM. Viaggio tra invenzioni e inventori

25/26/27 giugno al 17/18/19 settembre (Linee 1,2,3)

27 giugno Linea 3

17 settembre Linea 1 / 18 settembre Linea 2 / 19 settembre Linea 3

Quest’anno per la sua seconda edizione, Reading in the Tram porterà sulle tre linee della tramvia fiorentina la promozione del libro e della lettura, con una pubblicazione dedicata a testi che narrano le grandi Innovazioni a Firenze: da Leonardo a Galileo, da Dante a Leopardi, dalle evoluzioni della lingua italiana alle innovazioni tecnologiche e delle grandi imprese artistiche e architettoniche. Il libro sarà distribuito gratuitamente sui treni durante le letture sceniche e le performance sonore.

GIOVEDÍ 27 GIUGNO APPUNTAMENTO ALLE 9.30 CON LA COMPAGNIA TEATRALE CATALYST  INSIEME A PASQUALE RIMOLO   ( fisarmonica ) E GABRIELE SAVARESE ( violino )

Gaia Nanni, Francesco Giorda, e gli attori della Compagnia Teatrale Catalyst, accompagnati dalle musiche di Pasquale Rimolo, Gabriele Savarese, e Letizia Fuochi, viaggeranno con una valigia carica di musica e poesia. Pillole di poesia per iniziare la giornata e per continuare a leggere anche al ritorno IN REGALO una pubblicazione sul Viaggio tra invenzioni e inventori, Edizioni Clichy.

Per ogni data una linea della tramvia :

• 25 e 26 giugno Letizia Fuochi (chitarra) e Gaia Nanni (voce recitante)
• 27 giugno Compagnia Teatrale Catalyst con Pasquale Rimolo (fisarmonica) e Gabriele Savarese (violino)
• 17 e 18 settembre Letizia Fuochi (chitarra) e Gaia Nanni (voce recitante)
• 19 settembre Francesco Giorda ( voce recitante)

READING IN THE SOUND: Giuseppe Culicchia alla Biblioteca Villa Bandini

Reading in the Sound – Tra le Righe del Contemporaneo

Giunge alla terza edizione la rassegna Reading in the Sound, che dal 2017 porta i grandi autori della letteratura italiana ed artisti  nel circuito delle Biblioteche Comunali Fiorentine. Nel 2018 si è arricchita di un ciclo di eventi sulla tramvia, Reading in the Tram, con la distribuzione gratuita del numero speciale del Ro.Ro.Ro. Clichy dedicato alla grande poesia di ispirazione toscana.

Saranno coinvolte anche le piazze con Reading in the Square rappresenta la novità del 2019. Insieme al Bibliobus delle Biblioteche Comunali Fiorentine, che sosterà ciclicamente nelle piazze e nei giardini non immediatamente adiacenti alle biblioteche, saranno organizzati momenti di intrattenimento culturale.

Giovedì 4 luglio quarto evento con Reading in the Sound

Ore 21.00 Villa Bandini (Q3) – Giuseppe Culicchia e il suo ultimo libro Il cuore e la tenebra, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato dal violoncello di Elettra Mealli.

Giulio, trent’anni superati da poco, viene raggiunto dalla notizia della morte del padre. Sullo sfondo di una Berlino in costante mutazione, Giulio intraprende il suo viaggio per raccogliere i pezzi della vita di quel padre scomparso improvvisamente e che aveva visto così poco dopo che aveva lasciato la madre e lui e suo fratello ancora bambini. Tocca a Giulio occuparsi di tutto e, nell’appartamento berlinese, tra gli oggetti, i libri e i file personali, quella che piano piano prende forma davanti ai suoi occhi è una nuova immagine del padre, una nuova storia.

Culicchia scrive il suo capolavoro a nervi scoperti, un romanzo percorso da un’intensità indimenticabile, che racconta e riflette su amore, fallimento, ossessione, e sul rapporto tra padri e figli. Sulla nostalgia di ciò che è passato e non tornerà più e di ciò che non è mai accaduto, di ciò che non siamo riusciti a far accadere. E allora come si colmano i vuoti da noi stessi creati? Che cosa significa fallire? Cosa significa per un padre lasciare i figli? E per i figli crescere con un amore spezzato a metà? Può un’ossessione salvarci dal rimorso e dal rimpianto? Può un orrore che è altro da noi salvarci dalla nostra personale tenebra?

——————————

Fino al 26 settembre la terza edizione della rassegna estiva a cura della Nottola di Minerva propone un programma di eventi che coinvolge in maniera sempre più capillare tutti i quartieri della città. Un’edizione questa che approfondisce le modalità già sperimentate e ne propone di nuove, verso un programma di promozione alla lettura sempre più interdisciplinare, al fine di coinvolgere a più livelli l’attenzione del pubblico. Seguendo segni e simboli di Firenze Reading in the Sound, che si articola quest’anno in tre momenti, invita a riscoprire alcuni luoghi cardine della città, oltre la quotidiana apparenza. Tra realtà e irrealtà un percorso ricco di cultura e bellezza.

Fino al 26 settembre continuano gli appuntamenti con  Reading in the Sound nelle Biblioteche Comunali Fiorentine :

Giovedì 4 luglio ore 21.00 Villa Bandini (Q3) – Giuseppe Culicchia e il suo ultimo libro Il cuore e la tenebra, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato dal violoncello di Lucia Sacerdoni.

Giovedì 12 settembre ore 18.00 Biblioteca Pietro Thouar (Q1) – Michela Marzano, Idda, Einaudi, dialoga con Stefano Miniati. Letture dal vivo a cura di Gaia Nanni. Sonorizzazioni di Filippo Pedol (contrabbasso) e Renato Cantini (tromba). La storia del ritorno al passato e alle radici di una giovane donna.

Giovedì 26 settembre ore 18.00 Biblioteca Orticoltura (Q5)– Vanni Santoni I fratelli Michelangelo, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato da Nicola Genovese (pianoforte) e Renato Cantini (tromba).


 

READING IN THE SOUND: Renato Ranaldi alla Biblioteca delle Oblate

Reading in the Sound – Tra le Righe del Contemporaneo

Giunge alla terza edizione la rassegna Reading in the Sound, che dal 2017 porta i grandi autori della letteratura italiana ed artisti  nel circuito delle Biblioteche Comunali Fiorentine. Nel 2018 si è arricchita di un ciclo di eventi sulla tramvia, Reading in the Tram, con la distribuzione gratuita del numero speciale del Ro.Ro.Ro. Clichy dedicato alla grande poesia di ispirazione toscana.

Saranno coinvolte anche le piazze con Reading in the Square rappresenta la novità del 2019. Insieme al Bibliobus delle Biblioteche Comunali Fiorentine, che sosterà ciclicamente nelle piazze e nei giardini non immediatamente adiacenti alle biblioteche, saranno organizzati momenti di intrattenimento culturale.

25 maggio primo appuntamento READING IN THE SOUND

Sabato 25 Maggio 2019 ore 18.00 – In occasione del compleanno della Biblioteca delle Oblate, sarà presentato l’ultimo libro dell’Artista Renato Ranaldi Forse piove, presso la Sala conferenze Sibilla Aleramo della Biblioteca delle Oblate. A seguire l’inaugurazione della installazione temporanea dell’Artista Plein Air nel Chiostro delle Oblate. L’artista Renato Ranaldi dialogherà con il filosofo Sergio Givone, il critico d’Arte Bruno Corà, e l’architetto Francesco Gurrieri. Letture di Giancarlo Cauteruccio e sonorizzazioni dal vivo a cura di Letizia Fuochi e Oretta Giunti (voce e percussioni).

Sono previste letture e sonorizzazioni dal vivo durante l’inaugurazione dell’installazione che rimarrà esposta.

—————————-

Dal 25 maggio al 26 settembre.

La terza edizione della rassegna estiva a cura della Nottola di Minerva propone un programma di eventi che coinvolge in maniera sempre più capillare tutti i quartieri della città. Un’edizione questa che approfondisce le modalità già sperimentate e ne propone di nuove, verso un programma di promozione alla lettura sempre più interdisciplinare, al fine di coinvolgere a più livelli l’attenzione del pubblico. Seguendo segni e simboli di Firenze Reading in the Sound, che si articola quest’anno in tre momenti, invita a riscoprire alcuni luoghi cardine della città, oltre la quotidiana apparenza. Tra realtà e irrealtà un percorso ricco di cultura e bellezza.

Testimonial dell’edizione di quest’anno l’artista Renato Ranaldi, con la presentazione del suo ultimo libro Forse piove e l’installazione di una sua opera d’arte Plein air, acrilico su legno, nel chiostro della Biblioteca delle Oblate. Figura che si muove tra il segno e la scrittura, Ranaldi, autore di forme archetipiche e simboliche tanto in arte quanto in letteratura, alla ricerca delle “tracce di una vita immaginaria, reale e filosofica” Ad accompagnare la presentazione del suo ultimo libro il filosofo Sergio Givone.

Reading in the Sound, nelle Biblioteche Comunali Fiorentine, coinvolgerà nell’edizione 2019 alcuni tra i seguenti autori:

dal 25 maggio al 29 luglio.

Giovedì 6 giugno ore 18.00 Biblioteca Isolotto (Q4) – Edoardo Albinati, Cuori fanatici, Rizzoli. Reading dell’autore accompagnato dalle sonorizzazioni di Renato Cantini (tromba) e Michele Staino (contrabbasso).

Giovedì 27 giugno ore 18.00 Biblioteca Luzi (Q2)– Evelina Sant’Angelo, Da un altro mondo, Einaudi. L’autrice dialoga con Laura Montanari. Letture dal vivo e musiche a cura di Letizia Fuochi (chitarra).

Giovedì 4 luglio ore 21.00 Villa Bandini (Q3) – Giuseppe Culicchia e il suo ultimo libro Il cuore e la tenebra, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato dal violoncello di Lucia Sacerdoni.

Giovedì 12 settembre ore 18.00 Biblioteca Pietro Thouar (Q1) – Michela Marzano, Idda, Einaudi, dialoga con Stefano Miniati. Letture dal vivo a cura di Gaia Nanni. Sonorizzazioni di Filippo Pedol (contrabbasso) e Renato Cantini (tromba). La storia del ritorno al passato e alle radici di una giovane donna.

Giovedì 26 settembre ore 18.00 Biblioteca Orticoltura (Q5)– Vanni Santoni I fratelli Michelangelo, Mondadori. Reading dell’autore accompagnato da Nicola Genovese (pianoforte) e Renato Cantini (tromba).