Un Cestello di stelle: “Eroika – L’altra Metà del Cielo: storie di Donne e di Coraggio”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

SABATO 13 LUGLIO – Teatro e Terrazza del Teatro di Cestello
DONATELLA ALAMPRESE in “EROIKAL’altra Metà del Cielo: storie di Donne e di Coraggio
con Marco Giacomini chitarra e Andrea Farolfi violino
 La voce eclettica di Donatella Alamprese  con il suo progetto  EROIKA ci conduce insieme alla chitarra di Marco Giacomini  e alla magia del violino di Andrea Farolfi in un suggestivo  percorso musicale  e culturale oltre spazi e confini geografici, dal Nordamerica al Sudamerica,  fino al Giappone , abbracciando l’ Europa e il Mediterraneo nel segno della  Donna.  Un viaggio poliglotta nel cuore delle donne per raccontare l’attitudine tutta femminile al coraggio, alla lotta contro il pregiudizio e il potere per l’affermazione della libertà… da Ipazia ai nostri giorni.  L’arte e la bellezza  come  mezzi di trasformazione sociali.

 

 

Un Cestello di stelle: “Saiantose e macchiette – al Cafè Chantant”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

GIOVEDI 11 LUGLIO –Terrazza del Teatro di Cestello
RAFFAELE IMMARINO in “SAIANTOSE E MACCHIETTE – al Cafè Chantant”

“Macchiette” in omaggio a Maldacea, Gill, Totò e Nino Taranto
con la partecipazione di Camilla Lippi e Bruno Maresca
Seconda parte del viaggio nel cabaret napoletano d’antan con l’istrionico avvocato Immarino, qui accompagnato anche da una sciantosa, pronta a riportare in auge la tanto acclamata “mossa” che fu già dell’indimenticabili Ninì Tirabusciò! Canzoni, scenette e monologhi per un frizzante incontro tra bollicine e perché no … furti sguardi che promettono sviluppi … di che natura non si sa!

 

Un Cestello di stelle: “L’importanza di chiamarsi Ernesto”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

DA MERCOLEDI 3 A VENERDI 5 LUGLIO – Teatro e Terrazza del Teatro di Cestello
NEXUS STUDIO presenta L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
di Oscar Wilde – regia Marco Predieri
Il graffio di Oscar Wilde smaschera in questa fresca commedia le ipocrisie di una società britannica in bilico tra formalismi aristocratici e slanci borghesi, dove l’economia spicciola guida le scelte più oculate, come sistemare una figlia in età da marito o piazzare un nipote di nobili natali, ma senza il becco di un quattrino. Il tutto s’intende secondo il rigido protocollo delle più severe … apparenze. Nell’originale regia di Marco Predieri l’intreccio trova nuova ambientazione negli anni trenta del Novecento, nella comunità inglese che numerosa in quell’epoca risiedeva tra Firenze e la sua campagna circostante e prende vita come un ricordo, con i personaggi che riemergono sulla scena come fantasmi del passato.

Un Cestello di stelle: “La villana di Lamporecchio”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

MARTEDI 2 E MARTEDI 9 LUGLIO Residenza d’epoca Torre dei Lari Firenze
TEATRO DI CESTELLO – CDG presenta “LA VILLANA DI LAMPORECCHIO
di Luigi del Buono – regia Marcello Ancillotti
Un grande classico della commedia dell’arte, a firma di Luigi del Buono, orologiaio e accademico fiorentino che di lì a poco avrebbe dato vita al celebre carattere di Stenterello. Il canovaccio è un gioco teatrale fresco, che narra vicende e capricci di una servetta di campagna arricchitasi, grazie a un’eredità quanto mai discutibile, ansiosa di fare il proprio ingresso nell’alta società. Concupita da una serie di strampalati pretendenti la ragazza, non più giovanissima, si lascerà trascinare in un turbinio di esilaranti raggiri e colpi di scena. Lo spettacolo andrà in scena nella suggestiva e inedita cornice di una resistenza storica appena alle pendici della città, la Torre dei Lari.

Un Cestello di stelle: “Don Pasquale”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

DA GIOVEDI 27 A SABATO 29 GIUGNO, ore 21,30 – Terrazza del Teatro di Cestello
TEATRO DI CESTELLO – CDG presenta “DON PASQUALE
Dal libretto dell’Opera omonima di Donizetti/Ruffini – riduzione e regia Marcello Ancillotti
Ben è scemo di cervello chi si ammoglia in vecchia età, va a cercar col campanello noie e doglie in quantità”, canta Norina alla fine della celebre opera buffa Don Pasquale di Gaetano Donizetti da cui è stato tratta l’omonima pièce in scena sulla terrazza del Teatro di Cestello ad opera della CdG/Teatro di Cestello. Una morale piuttosto semplice ma assolutamente chiara: i matrimoni combinati sono sempre un disastro, figuriamoci fra un vecchio e una giovane. E così Don Pasquale finisce in una esilarante trappola ordita però a fin di bene perché la timorata Sofronia offerta in sposa non è altri che Norina, l’innamorata di suo nipote scacciato malamente dal vecchio…

 

 

Un Cestello di stelle: “Stravolta…d’estate”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

SABATO 22 GIUGNO, ore 21,30 – Terrazza del Teatro di Cestello
FRANCESCA NUNZI in “STRAVOLTA … D’ESTATE
Artista eclettica, tra le più apprezzate protagoniste della prosa e del teatro musicale italiani, Francesca Nunzi ci regala un incontro veramente speciale, anzi unico. Una serata per gli amici più fortunati costruita attorno ad alcune delle sue più riuscite, divertenti e coinvolgenti interpretazioni. Figure di donne dalla storia ai nostri giorni, dive del passato, quotidianità e racconti di vite straordinarie. Ovviamente il tutto intervallato da canzoni originali interpretate dalla sua inconfondibile e bellissima voce. Un appuntamento imperdibile in una notte d’estate per divertirsi e sognare!

 

Un Cestello di stelle: “Caffè Napoletano”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

VENERDI 21 GIUGNO, ore 21,30 – Terrazza del Teatro di Cestello
RAFFAELE IMMARINO in “CAFFE’ NAPOLETANO”
“Macchiette” in omaggio a Maldacea, Gill, Totò e Nino Taranto
con la partecipazione di Bruno Maresca
Raffaele Immarino, uomo di legge, ma anche artista, ovviamente napoletano, ha in sé la teatralità tipica e della nascita ncopp’o’ Vesuvio e della professione forense stessa. Innamorato della “macchietta”classica, quella per intendersi di Maldacea, Gill, Totò e soprattutto Nino Taranto, da tempo l’istrionico avvocato si “diletta” nel riproporne i fasti, con rigore filologico e freschezza artistica, per far rivivere e portare a conoscenza delle nuove generazioni il mondo fumoso e allegro che fu dei celebri cafè chantant. Tra aneddoti “fattarielli” e canzoni vivremo così una serata d’altri tempi, frizzante e spensierata!

 

Un Cestello di stelle: “Canzoni da due soldi”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

GIOVEDI 20 GIUGNO, ore 21,30 – Terrazza del Teatro di Cestello
LE SIGNORINE, trio vocale italiano in CANZONI DA DUE SOLDI
con Claudia Cecchini, Lucia Agostini, Benedetta Nistri – pianoforte Marlene Fuochi
Inconfondibilmente vintage. Le signorine sono un trio vocale, rigorosamente italiano, formatosi nel 2016 ma già diventato un vero e proprio cult. Con le loro atmosfere, armonie, trucchi e vestiti anni 50 queste tre splendide ragazze conducono gli spettatori in un brioso viaggio nel passato, recuperando, senza troppa nostalgia, anzi attualizzandolo, tutto ciò che si è un po’ perduto! Con loro vivremo una specialissima e intima notte d’estate sotto le stelle, con un bicchiere di champagne e frutta fresca, ascoltando canzoni e aneddoti di un’Italia tutta da vivere e riscoprire …

 

Un Cestello di stelle: “Tango sin carmin”

“Un Cestello di stelle” è una rassegna di serate per un gruppo di massimo 40 persone di musica, prosa e divertimento sotto le stelle, accompagnate da frutta profumata e champagne.

SABATO 15 GIUGNO, ore 21,30 – Terrazza del Teatro di Cestello
DONATELLA ALAMPRESE in “
TANGO SIN CARMIN – Tango senza rossetto
con alla chitarra Marco Giacomini
Donatella Alamprese, definita la voce italiana di Buenos Aires, e la chitarra di Marco Giacomini, riconosciuti interpreti a livello internazionale, propongono nell’ intimità della Terrazza del Teatro di Cestello il recital  con il quale hanno partecipato per la seconda volta alla Cumbre Mundial del Tango  a Melilla in Spagna.  “Tango sin carmin” ovvero tango senza rossetto è un titolo emblematico per descrivere un lavoro incentrato sull’essenzialità. Un live palpitante dove la voce e la chitarra si intrecciano trasportando chi ascolta nei luoghi dell’anima di cui il Tango si fa linguaggio universale. Un’antologia di racconti come la vibrazione di un’anima che nello spazio delle note riassume una vita intera.  Un viaggio nella contemporaneità del tango vivo di Buenos Aires che non perde la forza e la potenza della tradizione, da Gardel a Piazzolla , Blazquez, Pizzo e Cosentino.